La razzista che è in me

Ecco ora lo dico. Ho timore della diversità culturale che mi attende.Succede che nella mia vita ho avuto a che fare solo ed esclusivamente con europei. Succede che nella mia vita i cinque centro-sudamericani conosciuti avessero tutti le stesse caratteristiche:– la badante della mia prozia, paraguayana: ci ha intortato per mesi con i suoi bei modi gentili ed il suo sorriso affabile, salvo poi sbattere la novantacinquenne al muro e sparire con assegni a sé intestati (ma lo stronzo del direttore della banca era italianissimo).– la coppia di domestici cubani: pianti e strepiti sulla miseria in cui li ha lasciati … Continua a leggere La razzista che è in me

Senza fiato

Ho trascorso un fine settimana senza fermarmi un attimo, tra casa da svuotare e test da correggere. Ci si è messo financo il brivido della tastiera del pc che sbrocca e smette improvvisamente di scrivere. Faticosamente, dopo aver riavviato sette volte, ho aperto la pagina del login di facebook, col mouse ho copiato e incollato lettera per lettera e ho googlato Tastiera Vaio. Automaticamente completa con “tastiera vaio impazzita” e ho capito che non ero sola al mondo. Poi improvvisamente durante la cena riprende a scrivere. Forse anche lui è stanco povero pc. Queste due giornate sono state pazzesche. Sono … Continua a leggere Senza fiato

La sciamana

“Tu interpreti i sogni?” mi chiede il prof. Uuuuuuuuh ecco la sciamana eh. “Eh, dico, è sempre un po’ difficile  farlo con chi non si conosce molto bene, altrimenti è veramente come sparare a vuoto” provo a spiegare mentre faccio per sgattaiolare via. Se ci pensate è come chiedere ad un medico di guardarvi negli occhi per diagnosticare l’origine del vostro dolore alla spalla. Lui insiste un po’, poi arriva un’altra prof che ci vede e scoppia a ridere: “Bravo, ecco, raccontalo a Lucy così ti togli il dubbio!” Capisco che lui muore dalla voglia di capirci qualcosa, così mi presto, malvolentieri. “Ero … Continua a leggere La sciamana

Mi sto invecchiando

Una delle sedi della scuola dove lavoro è in piena campagna, eppure risulta in diciannovesima circoscrizione di Roma. Io abito in ventesima, la stessa di Ponte Milvio, anche se sono distanti circa 25 km. L’utenza è completamente differente da quella dei plessi della mia zona. Già nella nostra scuola, rispetto a Roma, gli adolescenti sono iperprotetti da un contesto sano, senza episodi di violenza nel quartiere e senza traffico, ma di contro vivono in periferia e sono piuttosto lontani da tutto, con poche opportunità culturali e di svago. Quelli della campagna invece sono talmente isolati da tutto da vivere in … Continua a leggere Mi sto invecchiando

Bureaucracy – Visto F1

Finalmente è arrivato il plico dei documenti del college! Dal momento che sono stata ammessa per la scadenza di gennaio, mi scrivono che devo entrare negli Stati Uniti 3 o 4 settimane prima. AAAAAAAAAAAAAAHHHHH! Domani mattina, praticamente! State scherzando? E che, devo buttare i cinquecento euro del mio super biglietto natalizio? Il mio promesso dice che non dovrebbero esserci problemi e potrei presentarmi anche il 26 dicembre all’ufficio ammissioni, che mica è come in Italia. Intanto, però, prima di impanicarmi, servono altri documenti per completare la richiesta di visto F1. Con il numero SEVIS dell’ammissione al College compilo il form online DS-160, … Continua a leggere Bureaucracy – Visto F1

Ma nun state bene #2

Ma vi pare normale!? A settembre, in tempi non sospetti, ho mandato una richiesta generica a Gondrand con la richiesta di preventivo per trasportare in Florida un tot di effetti personali (niente mobilio); mi chiamano al telefono per avere ulteriori informazioni; mi viene inviato un preventivo di massima; li ricontatto, saputa la data di trasloco, per avere maggiori informazioni sui tempi e i costi precisi; il signor Gondrand mi dice di dover fare un sopralluogo; viene qui; parliamo e prendiamo accordi anche sul trasloco di altre cose dalla mia famiglia; mi garantisce che mi manderà i due preventivi nel giro … Continua a leggere Ma nun state bene #2

La conchiglia di Lucy

E’ stata un’altra giornata con le emozioni sulle montagne russe. Al risveglio la notizia che non avrei voluto leggere, anche se da ieri si era prepotentemente affacciata alla realtà. Poi scuola, poi posta per fare la disdetta di alcune utenze, poi l’ultima terapia con un giovane ragazzo che in un anno ha risolto i suoi duri problemi, è stato bellissimo! Poi la telefonata al papà dell’altra giovane ragazza che invece dovrà proseguire con un collega, con questa famiglia si è stabilito davvero un bel rapporto di stima reciproca, spero di poter avere notizie di lei in futuro. Poi di nuovo … Continua a leggere La conchiglia di Lucy

a Lucy to be

Durante la terza media venne un’associazione per l’orientamento scolastico, che a quei tempi era davvero fenomeno raro. Dal mio amore per i bambini, leggermente reiterato nelle risposte al test, venne fuori che ero portata per le professioni di aiuto e l’istruzione, perciò si consigliava l’istituto magistrale. Mio padre non volle saperne, a scuola ero molto brava. “Scegli un liceo, classico o scientifico”. Ecco. In realtà io volevo fare il liceo linguistico, perché all’epoca un libro mi aveva stregata e avevo deciso che volevo diventare una interprete. L’inglese mi era sempre piaciuto e mi riusciva anche piuttosto facile. Per tutta l’adolescenza … Continua a leggere a Lucy to be

Sconfiggere i draghi

Vi ricordate la bella storia, poi rivelatasi favola metropolitana, della coppia che si sfascia sull’altare? Oggi dopo settimane ho ricomprato Vanity Fair e c’era in omaggio Myself, nuova rivista. Leggera, nel senso che le pagine scivolano via con articoli interessanti ma veloci e poco impegnativi. Bella fotografia, bellissima, molto curata. Bella impaginazione accattivante. Rubrica di cucina pulita e impegnata. Insomma, mi godo la lettura ma in due ore è finita (altro che Vanity, pfui!). In ultima pagina una rubrica di Gianrico Carofiglio: <<Questa storia mi impressionò moltissimo. Mi dissi che se lei era stata capace di fare quello che aveva … Continua a leggere Sconfiggere i draghi