Fast and furious #2

Beh si vede che questo ultimo trimestre 2011 doveva proprio essere così, veloce e determinato. Mi sembra di non essermi fermata un solo istante dalla metà di ottobre, quando questa giostra ha cominciato a girare, e sto ancora lì sopra, ma almeno ora siamo in due. Questo per dire che la latitanza dal blog è giustificata dalle dodicimila cose che abbiamo dovuto riorganizzare in questi giorni, perché senza lavoro non si può stare no?, e conseguentemente a quello si deve incastrare tutto il resto. E’ successo che il mio promesso ha ricevuto l’opportunità di rientrare al suo vecchio lavoro, quello … Continua a leggere Fast and furious #2

Ma buon Natale

Eccoci al ventiquattro dicembre. Non so se è Miami o se è un problema mio per la frenesia degli ultimi due mesi, ma per me oggi non è Natale. E qui intorno, a parte un vicino di casa che ha allestito una giostra con i cavallini, gonfiabile, nel giardino, non è che ci sia in giro questa grande aria di festa. Ma forse sono io che sono straniata, sono passata da due gradi a venticinque, l’influenza  mi ha stesa per dieci giorni, l’impossibilità di pensare a dei regalini e la mancanza dell’albero addobbato, per me oggi non è Natale. E’ … Continua a leggere Ma buon Natale

Sosia

Apro gli occhi alle 6.30, dopo una notte un pò meno tormentata delle altre, e vedo in tv la mia ex suocera, la madre del caro estinto. Strabuzzo gli occhi. Una somiglianza impressionante, stessi capelli crespi e corti, stesse guanciotte, stessa bocca a punta come i gatti. Solo che la nuova Susy era in un palazzetto e aveva radunato una folla oceanica, perciò mi son chiesta immediatamente chi fosse questa tipa così carismatica, e pur non capendo quasi nulla di quel che andava raccontando, il titolo Enjoying everyday life spiegava molto. Mi torna in mente un episodio. Avevo una ventina … Continua a leggere Sosia

Dissuasori

Oggi è il primo giorno di riposo vero, senza avere nulla da fare se non guarire. Perché sto a pezzi, questa influenza è terribile, non so chi posso aver contagiato in questi giorni ma gli chiedo scusa, perché ti mette davvero a tappetino. Solo altre due volte l’ho avuta così violenta, e sempre derivante dai piccoli untori torinesi. Ieri, tanto per non frequentare luoghi affollati, siamo andati al College per il test ACT. Paghiamo la tassa, 50$, e portiamo la ricevuta alla tipa dell’ufficio preposto. La quale però ci dice: “Oggi non potete fare l’esame, il campus chiude per Natale … Continua a leggere Dissuasori

Sono arrivata a Miami!

Avrei voluto aggiornarvi tre giorni fa, per dirvi che è stata una corsa contro il tempo ma sono arrivata a Miami dopo essere riuscita a fare tutto. Avrei voluto pubblicare un post con questa foto esplicativa, via Vado, alla fine di lunedì, una giornata pazzesca che mi ha vista prima correre alla posta alle 8.30 per pagare le ultime utenze, poi con mia sorella a fare il passaggio di proprietà della macchina, poi in agenzia viaggi per rifare il biglietto visto che Alitalia mi ha bloccato il credito sulla postepay, compro anche il viaggio in treno per Roma e uscendo … Continua a leggere Sono arrivata a Miami!

Senza fiato #2

Nulla da fare, col patema fino all’ultimo. Eravamo rimasti a to be continued. Ecco. Ieri pomeriggio, dopo aver atteso invano la chiamata dell’Ambasciata ho pensato bene di telefonare a Mail Boxes, che si occupa della riconsegna dei visti approvati, per sapere se il mio fosse pronto. Non lo era alle 15.30, ma alle 18 sì. E’ arrivato!! Inizio un frenetico giro di telefonate con il fiato corto, anche per colpa dell’allergia ai tre simpatici gatti che vivono in casa di mia madre e mia sorella. Parentesi: stavolta mi è presa brutta, ma proprio brutta. Peggio del solito. Tanto che alle 23, … Continua a leggere Senza fiato #2

Ambasciatore non porta Visto (F1)

Appuntamento all’Ambasciata alle 9.35, ero nei pressi già un’ora prima. Purtroppo da paesello non posso essere sempre certa dei tempi di percorrenza. Alle 9.10 sono davanti al cancello insieme ad altre persone. Mi metto in fila mentre ascolto Fabio Volo. Poco dopo il vigilante si avvicina alla coda della fila per chiederci se ci sono ritardatari degli appuntamenti fino le 9.20, poi decide di far passare avanti me e un’altra. Entro, lascio il cellulare al l’ingresso, passo il metal detector, suona, tolgo la cinta, passo, ok; la borsa la passano al nastro, dentro c’è di tutto, frugano un pò, poi … Continua a leggere Ambasciatore non porta Visto (F1)

Dio è morto

E così alla fine ho optato per la rapida escursione torinese per fare il cambio di residenza, e soprattutto per riabbracciare i piccoli.Mia nipote, La princi, da un pò di giorni canta canzoni di lode al Signore nonostante mia sorella abbia chiesto per lei l’esonero dall’insegnamento della religione; ma siccome è evidente che la piccola tragga piacere dalla coralità ha scelto di non farne parola con la maestra. Però quando La princi è tornata a casa e le ha raccontato una strana storia mia sorella è rimasta un po’ interdetta e ha deciso di parlarne con l’insegnante:“La princi quando torna a … Continua a leggere Dio è morto

Vivere alla giornata

Il daffare mi ha resa latitante dal blog, e me ne dispiace. Ma succede che sto chiudendo la pratica romana, le cose da fare sono tante. Dallo scorso fine settimana ho svuotato tutta la casa, o quasi; somministrato, corretto e riconsegnato i test di orientamento scolastico per le terze e corretto i sociogramma delle prime; iniziato a salutare qualche amico, che sicuramente non rivedrò prima di andare a Torino; raccolto i documenti necessari dividendoli da quelli che porterò a mia sorella, per qualsiasi evenienza; prenotato un piccolo rinfresco per i colleghi della scuola; preso accordi con la commercialista per la … Continua a leggere Vivere alla giornata