Work in progress e bilance farlocche

E no, e’ che abbiamo da fare. Ieri siamo stati da Ikea. Capirai, abituata a Roma che in dieci minuti di macchina ero li’, qui un’ora di viaggio solo per andare e’ davvero pesante. Abbiamo comprato delle librerie per sistemare i pacchi arrivati dall’Italia ma soprattutto i dodici miliardi di riviste e libri di cucina di My. Lui poi si e’ montato tutti i pezzi e ogni tanto avanzava un legnetto. Io glielo dico sempre che lui e’ un creativo e che queste cose le devo fare io che sono iperrazionale, e poi i miei geni finlandesi vanno piu’ d’accordo con … Continua a leggere Work in progress e bilance farlocche

Uomini e donne crescono

No, perche’ non siano solo parole vi spiego cosa significa per me educare all’affettivita’. L’anno scorso successe un episodio in una seconda media un po’.. calda.. dal punto di vista ormonale. Solitamente alle scuole medie le ragazze, che maturano prima, intorno ai 13 anni iniziano ad interessarsi ai ragazzi da un punto di vista piu’ fisico, i maschi ci arrivano un po’ dopo; beh, in questa classe, perche’ le classi funzionano cosi’, hanno una personalita’ prevalente, gia’ in prima media si parlava di sesso. Come possono parlarne a undici anni, con le battute da caserma. Accadde che una ragazzina nata … Continua a leggere Uomini e donne crescono

Vanessa

La scienza scopre che si diventa adulti a 24 anni. Un articolo di Fulvio Scaparro sul Corriere di oggi racconta che fino a quell’eta’ il cervello non e’ ancora in grado di processare correttamente tutte le informazioni e di valutare correttamente le conseguenze ad un determinato comportamento.Dal mio punto di vista, per l’esperienza che mi sono fatta, il momento di stallo che fa scattare la crescita e’ intorno ai 22 anni. E’ successo a me, l’ho osservato in alcuni pazienti e parlando con ragazzi di quell’eta’. Intorno ai ventidue anni si genera una piccola crisi per cui le ribellioni adolescenziali, quelle che … Continua a leggere Vanessa

Mammina cara #4

Non ce la fa proprio, e’ piu’ forte di lei. Mia madre. L’ansia. Nera.Peggiora quando si sente male, tipo che sta covando l’influenza, e ti investe con tutta la grazia delle sue paranoie soffocate per giorni ed amplificate dalla sua testa. Ma cose brutte eh. Tipo che ha detto a mia sorella cosi’, dal nulla “Sei talmente nervosa che li strozzi, i bambini”. Nei giorni di buona il salumiere ti vuole fregare, il giornalaio gentile e’ uno stupratore, gli amici sono tutti stronzi, cose cosi’. Mi ricordo uno dei primi insegnamenti che mi diede da bambina, nel periodo di Non … Continua a leggere Mammina cara #4

Cerimonia di laurea

Oggi c’e’ stata la cerimonia di laurea di My, che lo scorso novembre aveva concluso il percorso universitario laureandosi in Culinary Arts con il titolo di Chef :=3Appuntamento alle 8 al Teatro della Fede per Cristo Redentore – sto inventando, ma era un nome del genere per uno di quei palasport dove si tengono le messe con le folle oceaniche – e ovviamente noi siamo arrivati alle 9 passate, un po’ perche’ non ci siamo svegliati in tempo, un po’ perche’ era a inculopoli e c’e’ voluta piu’ di un’ora per arrivare. E la cosa divertente e’ stata che al … Continua a leggere Cerimonia di laurea

Eterni ritorni

La sorpresa e’ arrivata appena sveglia. Un’amica mi ha scritto un messaggio su fb: Non posso credere che siamo incinta entrambe…li mandiamo a scuola insieme:D? Solo che questa non e’ “un’amica”. E’ l’amica di sempre, quella che ho conosciuto all’asilo, quella con cui ho fatto le elementari e quella con cui a dieci anni in campeggio, ospite da lei, abbiamo fatto a botte in mezzo alla pista di pattinaggio e dopo dieci minuti mangiavamo i Ritter Sport. E’ l’amica che alle medie e’ stata inserita nella sezione musicale mentre io ho chiesto di restare dov’ero, sicura che avremmo avuto piu’ … Continua a leggere Eterni ritorni

Ancora sui costi delle cure

Un’amica mi ha detto che una sua conoscente, a Roma, dovra’ affrontare una cura sperimentale, per la quale ha  l’esenzione causa gravi problemi di salute, del costo equivalente di 400mila euro. Mi sembra evidente che se lei non paga, questi costi cadranno su qualcun altro.Continuo a pensare che in Italia siamo ben tutelati ma non ci chiediamo da quale cilindro escono quei soldi. Continua a leggere Ancora sui costi delle cure

Prima eco

Mi sono svegliata emozionata e in ansia. Appuntamento alle 11, alle 10.40 eravamo gia’ li’ – My nega, ma lui era piu’ in ansia di me 🙂 Sbrighiamo le faccende burocratiche, poi mi invitano a fare pipi’ e a raggiungere l’ecografista nella stanza 2. La tipa, giovanissima, mi invita a spogliarmi “solo sotto” precisa, e a coprirmi con il telo con l’apertura dietro. Metto i piedi nelle staffe, inizia l’eco transvaginale. “Eccolo.. sta benissimo, e’ tutto perfetto“. E’ un tuffo al cuore, sentire queste parole mi ha sollevata. lei volta un po’ il monitor verso di me e mi fa … Continua a leggere Prima eco

La sorpresa

Da giorni pensavo che non ho parlato della reazione delle persone alla nostra bella notizia, e poi e’ arrivato il premio di Brioscina, e allora quale migliore occasione? Essendo dall’altra parte dell’Oceano la comunicazione e’ avvenuta in piu’ modalita’: via Skype, con la mia famiglia e poi con Cupido; via facebook, con alcuni amici piu’ stretti (altri lo hanno dedotto dal link al post dell’uovo); via mail, con la mia amica D che aspettava la polpettina che ora e’ una polpettona e sta per nascere; via whatsApp con la mia amica Cri che appartiene alla mia vita fin dalla fase 1.0 … Continua a leggere La sorpresa