Pediatra e stelle

Ieri siamo stati dal pediatra. Ce lo aveva consigliato il neonatologo dell’ospedale, visto che a naso, non so perche’, quello straosannato dalla mia amica con tre figli non mi aveva convinta – troppo richiesto, troppa attesa per gli appuntamenti. Invece questo signore dall’aspetto britannico ed il nome latino ci e’ piaciuto proprio tanto. E mi sa anche alla Picci, che non ha fatto un fiato e si e’ lasciata visitare. Tranne quando con quell’aggeggino con la luce le ha esaminato il fondo dell’occhio. Li’ si e’ difesa con un gancio sotto al mento davvero niente male. Poi siamo andati a … Continua a leggere Pediatra e stelle

Venuta al mondo

Eravamo rimasti che avevo chiesto alla Picci di procrastinare al post Thanksgiving. La sera del 21, una settimana fa, alle nove e mezza, inizio a sentire delle contrazioni, ma penso sempre a quelle finte. In realta’ ne ho due a distanza di cinque minuti: vuoi vedere che invece stavolta sono regolari? Nel frattempo My e’ tornato a casa dal lavoro. E’ stata una giornata particolarmente lunga per lui, causa gine al mattino ha iniziato il turno a pranzo. Il tempo di farsi una doccia e mi trova rantolante sul divano: le contrazioni sono gia’ fortissime, sempre a distanza di 5 … Continua a leggere Venuta al mondo

Day 5

laPicci e’ uno spettacolo. Siamo stanchi, ovviamente. E siamo spesso impreparati. Ma la voglia di imparare e’ tanta, e dobbiamo dire che lei ci aiuta moltissimo perche’ e’ una bimba paziente, e tranquilla, oltre che davvero bella. Non faccio altro che ripeterglielo. Vorrei avere il tempo di scrivere la bellissima esperienza che e’ stata il parto, ma nemmeno oggi ce la faccio. Siamo presi da mille cose, anche burocratiche, piu’ spesso organizzative. Il tempo vola e ci rendiamo conto che pianificare una giornata con un neonato e’ pressappoco impossibile. Tipo che oggi siamo stati a trovare la nonna e due … Continua a leggere Day 5

Separazioni

(prima pero’ vota il sondaggio alla tua destra!) Mi piacerebbe riuscire a spiegare un pensiero che ho gia’ accennato qui l’altroieri, spero di essere chiara, anche se ne verra’ fuori uno dei miei soliti post stradensi di concetti. Tutto parte da un post di Pattibum, secondo cui molte coppie di suoi amici rinunciano a separarsi per via dei costi esorbitanti. Come le ho scritto nei commenti, sono d’accordo in parte. Secondo me per un sacco di situazioni siamo sempre li’: non ci si riesce ad assumere una responsabilita’. Tra amici, ex pazienti, conoscenti, ne sento tantissimi che restano separati in … Continua a leggere Separazioni

39

Siamo appena tornati dalla visita settimanale. Pressione meravigliosa, peso +2 pound, 220. Ancora non abbiamo iniziato a calare, come ho letto che in teoria dovrebbe accadere prima del travaglio. La pancia pero’ e’ un po’ scesa.  Picci, facciamo un discorso piccola mia.Oggi ci ha visitate la gine, delle tre, che ci piace di meno. Aveva una fasciatura rigida al braccio perche’ ha fatto una piccola operazione per il carpale. Ci dice bene che se tu dovessi nascere questo fine settimana lei non potra’ assisterci perche’ ovviamente limitata nei movimenti.Questa gine non ci piace, vero Picci, perche’ parla talmente veloce che … Continua a leggere 39

La marcia in piu’ della femmina

Mesi fa scrissi un post in calce al quale promettevo un seguito. Essendo in dirittura d’arrivo di una figlia femmina, e dopo aver letto un divertente post di Fioly sulla suocera in essere in ogni mamma di figlio maschio, riprendo l’argomento. Partiamo dall’adolescenza, che e’ piu’ facile ed e’ li’ che si annida maggiormente il problema dei piccoli principi, come dicevo. Sappiamo tutti, anche in soldoni, cos’e’ il complesso edipico, giusto? In adolescenza si svolge la seconda edizione del complesso edipico. Il primo festival e’ nell’infanzia, e si realizza quando la mamma e il piccolo smettono di essere una diade unica … Continua a leggere La marcia in piu’ della femmina

Ch-ch-ch-changing

Prendo il titolo in prestito da una delle citazioni preferite da mia sorella, perche’ anche in lei, finalmente, e’ iniziato il cambiamento in positivo, ed e’ una persona nuova ormai. Come dice una brutta canzone di Irene Grandi Grazie per avermi spezzato il cuore finalmente la luce riesce a entrare E niente, non lo so mica che mi succede. Qua la Lucy e’ un’altra, non ha piu’ voglia di fare polemica. Mi sa che dovro’ cambiare nick, vabbe’ che ero Lucy gia’ da un po’, pero’ ecco, avevo scritto un post, lungo, fico pure, me lo dico da sola, ma … Continua a leggere Ch-ch-ch-changing

Pronti al trasferimento?

La mia pancia e’ bella grossa, peso 99. Direi che sono abbastanza per trasferirli in due differenti, no?Ninetti, Amazzone, siete pronti? Magari qui si partorisce a giorni neh.Cercare i vostri aggiornamenti e’ la parte migliore del risveglio.E’ un bel sabato, la giornata e’ splendida, forse My torna prima e riusciamo a trascorrerla insieme. Stamattina l’ho un po’ allarmato, mi sono svegliata un paio di volte per dei crampetti ma come al solito dimentico di filtrare i contenuti e lui gia’ scatta con le chiavi della macchina in mano. Lui al di fuori ne sa poco di quello che accade, io … Continua a leggere Pronti al trasferimento?

Trentotto (piu’ due)

LaPicci se ne sta bella paciosa e non ha nessuna intenzione di venire fuori, per il momento. Giusto cosi’. Per me era importante che arrivasse a questo traguardo, d’ora in poi decide lei.Il sonno e il corpo cominciano a giocare brutti scherzi. Sono sveglia dalle 5 e un quarto ma e’ anche vero che alle 10 ero a letto, insomma, le mie ore me le sono fatte. Santo kindle che mi tiene compagnia. Pero’ poi ho dormito un’ora ancora.Non ho piu’ voglia di nulla che ho mangiato per nove mesi, mi e’ venuta una gran voglia di dolci e di … Continua a leggere Trentotto (piu’ due)