Festa Italiana

Siamo stati al Coral Gables Museum per la seconda edizione de la Festa Italiana, per l’Italian Heritage Month in collaborazione con ODLI (Organization for the Development of the Italian Language), Societa Dante Alighieri Miami, IIPA (Italian International Parent Association) ed il Consolato Generale di Italia a Miami. E’ stata una magnifica occasione per incontrare gli amici e per conoscere dal vivo altre persone con cui ero in contatto solo attraverso Facebook, altri italiani che sono arrivati in Florida e hanno avviato una attivita’, come Elena di TuBo (stratosferico!) e di Elena’s Italian Cuisine, Davide, Sonia per Pappa e Ciccia, Sara di Circo Massimo Entertainment, che avevo gia’ conosciuto un anno … Continua a leggere Festa Italiana

Fammi venire in America

Faccio parte della nutritissima schiera di emigrati italiani che vengono contattati da connazionali in patria per avere informazioni sulla qualsiasi riguardante il posto in cui ci siamo trasferiti. A volte le domande sono ben poste e circostanziate, segno che c’e’ stata una discreta ricerca precedente; ma nella maggior parte dei casi l’aspettativa di chi scrive e’ talmente a trecentosessanta gradi che noi che leggiamo ci chiediamo E mo’ da dove comincio?? Innanzitutto a volte scrivono a me in Florida chiedendo info sul Minnesota, voi capite, e io che ne so? L’America e’ grande e ogni Stato ha le sue regole, … Continua a leggere Fammi venire in America

Undicesimo appartamento

Oggi pomeriggio si concludera’ il mio undicesimo trasloco. Come accennavo tre anni fa, ma piu’ in dettaglio: Casa Van Pelt →  love → Slashbro Slashbro →  ciao → Casa Van Pelt Casa Van Pelt  →   love  → Buonanima 1 Buonanima 1 →  owner → Buonanima 2 Buonanima 2 →  bigger  → Buonanima 3 Buonanima 3  →  ciao  → Casa Lucy Casa Lucy  →  lovissimo  →  Key Largo, Casa col basilico Casa col basilico →  lovissimo  → Miami, Cesano Cesano →  lovissimissimo  → Bellavista Bellavista →  lovissimissimo  → Bella piccina. In queste ore mio marito sta dando disposizioni ai traslocatori per infilare mobili di una casa di tre stanze in una di due nonostante gli abbia ripetuto per due mesi che … Continua a leggere Undicesimo appartamento

Differenze culturali #3

In tre settimane di lavoro ho capito che: – la signora delle pulizie svuota solo i cestini. In compenso ciascuno e’ responsabile della propria scrivania e si fa largo uso di uno spray anti polvere (io continuo a finanziare la lobby delle salviettine igienizzate). – How are you?, almeno nel mio ufficio, e’ una domanda vera (alla facciaccia vostra) a cui tutti rispondiamo Good. Perche’ esattamente come in Italia e’ una domanda di circostanza e solo agli amici piu’ stretti si dice la verita’ rovesciandogli addosso tutte le sfighe degli ultimi sei mesi. – Nella maggior parte dei giorni non ho … Continua a leggere Differenze culturali #3

Una Lucy in carriera

Quando ero operatrice outbound addetta al telemarketing lavoravo molto liberamente. Turno pomeridiano (al mattino avevo lezione o tirocinio), entravo in Atesia quando volevo e andavo via quando volevo. Meno stavo, meno guadagnavo, e venivo pagata a chiamata conclusa e/o prodotto venduto. Mi andava stra bene, certo non era chissa’ che stipendio, ma quel poco mi garantiva una grande autonomia, che era quello che mi serviva. Con me infatti lavoravano per lo piu’ mamme o studenti. La pacchia, per cosi’ dire, duro’ fino al 2002, quando mi proposero un contratto di apprendistato part time a sei ore, con ritmi lavorativi decisamente piu’ scanditi: un guadagno … Continua a leggere Una Lucy in carriera

Miscommunication

Fin da piccola sono stata incaricata dagli adulti di prendermi cura dei bimbi più piccoli di me, mi piaceva tanto. Mi ricordo in particolare del neonato figlio di amici che facevo addormentare cullandolo in braccio, avrò avuto 13 anni, ed un piccolo treenne che la mamma lasciava tranquillamente sotto la mia responsabilità quando noialtri decenni giocavamo in strada – si chiamava Lorenzo, era bellissimo, era biondo e aveva la pelle dorata. Mi sono sempre chiesta come facesse sta mamma a fidarsi così ciecamente di me che alla fine ero una bambina, ma erano altri tempi, la fine degli anni ’70. … Continua a leggere Miscommunication