Ti consiglio una terapia

Mi e’ capitato tante volte nella vita di entrare in confidenza, piuttosto intima, con delle persone alle quali ad un certo punto ho detto Ma hai mai pensato di fare una terapia?, consiglio che spesso veniva recepito come un insulto. Mio marito ed io ci siamo conosciuti  ad un matrimonio di un fine giugno di sette anni fa e la prima seconda cosa che ho pensato era che fosse pazzo. Nei giorni successivi, conoscendoci un po’ meglio, ho continuato a pensare che tanto sano non fosse – dovrei aprire una infinita parentesi sul fatto che nessuno di noi lo e’, … Continua a leggere Ti consiglio una terapia

One year flash forward

Una mia amica ha deciso di iscriversi ad una di quelle agenzie online per conoscere qualcuno. E’ una bella ragazza, e pur avendo scelto una foto profilo normale e’ stata subito contattata da parecchie persone. Dopo il necessario vaglio via chat, ha deciso di dare una chance a due uomini. Del primo non era troppo convinta, i messaggi in chat erano abbastanza standard, ma poi mentre chiacchieravano di varie cose lui le ha confidato di essere contro l’uso delle armi e lei ha deciso che era una persona interessante abbastanza da poter accettare il suo invito per un aperitivo. Quando … Continua a leggere One year flash forward

Friendsgiving

Così mi ha detto la babysitter, che come tantissimi americani raggiungerà la famiglia per il Thanksgiving: siccome il nucleo grande della famiglia è rimasto in un altro Stato, il loro sarà in realtà un friendsgiving, da trascorrere con amici. Un anno fa ero a mangiare tacchino a casa di Letizia, quest’anno ho appena celebrato un’altra specie di friendsgiving, al lavoro, con un Thanksgiving Potluck, un pranzo del Ringraziamento in cui ognuno portava qualcosa. A parte tacchino e prosciutto, offerti dal capo, c’erano trentotto piatti diversi. All’inizio del pranzo il boss ha fatto un discorso. Eravamo tanti, di tante religioni e provenienze, … Continua a leggere Friendsgiving

Siamo numeri

Ieri pomeriggio sono uscita dall’ufficio e ho sentito profumo di bistecca. Ho inspirato a pieni polmoni e immaginato che provenisse dalla steak house poco distante. Poi abbasso gli occhi sullo smartphone e leggo in chat Monica scrivere Ma a Parigi? In questo mese o quasi sono successe tante cose. LaPicci ed io siamo state allo zoo un paio di volte e abbiamo anche conosciuto Diana, finalmente, dopo quasi tre anni. Lei e’ venezuelana ma ha vissuto a lungo in Italia dove e’ nato il suo primo figlio. Lei, come gia’ Elena durante la Festa Italiana, mi ha riconosciuta grazie alla Picci: … Continua a leggere Siamo numeri