Cerca

ero Lucy

e adesso vivo a Miami

Mese

maggio 2016

La promozione – hiring from within

Avevo raccontato di quanto fu lungo per me riuscire ad avere un lavoro, senza alcuna referenza verificabile negli Stati Uniti e con un titolo di studio non tradotto. Avevo raccontato di un entusiasmante primo colloquio di lavoro, di un tentativo di... Continue Reading →

Annunci

Prodotti Italiani: fuori i nomi!

Non sono una di quelle expat che devono avere per forza prodotti italiani importati che qui paghi tre volte tanto e che spesso si rovinano durante il trasporto - uno su tutti la mozzarella di bufala - ne' sono una che... Continue Reading →

Spiagge sul Golfo del Messico

Mia sorella verra' ad agosto e per una serie di cose che raccontero' a breve, mio marito ed io avremo poche ferie. Cercavo quindi per lei una soluzione fronte spiaggia lato Golfo del Messico, indubbiamente la migliore destinazione per una... Continue Reading →

Una nazione di pistoleri

Sono stata a pranzo con dei colleghi e come sempre succede quando ci si confronta con persone del posto si scopre che gli stereotipi sugli americani non hanno molto fondamento e che generalizzare e' solo un meccanismo di difesa un modo per... Continue Reading →

Armadietto delle medicine

Uno dei cultural shock legati al trasferimento negli Stati Uniti sono le medicine, quasi mai dagli stessi nomi che in Italia. Spesso poi si ha bisogno di medicine all'improvviso, e non c'e' molto tempo per prepararsi, soprattutto se si e'... Continue Reading →

Quinceañera

La prima volta che ho sentito parlare di Quinceañera era al College, da una mia compagna di classe venezuelana che aveva appena 19 anni. Mi aveva raccontato che per celebrare il suo quindicesimo compleanno era stata in crociera in Europa e aveva... Continue Reading →

Caffe’ cubano e cortadito

Non riesco a capacitarmi del fatto che in quattro anni che vivo qui non ho mai parlato del caffe' cubano. Tutti sapete che il caffe' americano fa schifo, e non nego che sia abbastanza imbevibile; ma qui a Miami non... Continue Reading →

Perche’ odiamo gli Americani?

La pausa pranzo nel mio ufficio si organizza su due turni, perche' la cucina e' piccina e noi siamo parecchi. Nel primo turno siamo persone un po' piu' grandi di eta', tutte immigrate abbastanza recentemente, se per recentemente possono considerarsi... Continue Reading →

Teacher’s Appreciation Week

Oggi inizia la Teacher's Appreciation Week, la settimana in cui i bambini ma soprattutto i genitori ringraziano gli insegnanti per il lavoro che svolgono con i figli, ogni giorno, per 365 giorni o quasi (gli asili qui chiudono solo pochi giorni... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: