Cerca

ero Lucy

e adesso vivo a Miami

Categoria

Vitaccia da emigranti

Gli Italiani che vanno alla guerra

Qualcuno mi ha chiesto come mai abbia virato cosi' tanto la tipologia del mio blog, qualcuno mi ha chiesto come mai non scriva piu' su fb. Per il blog e' presto detto, lo sapete, non ero piu' credibile con i... Continue Reading →

Annunci

La mamma che volevo

Era la sorella maggiore di mio padre ed e' andata via in una notte di agosto, in fretta, ed in fretta e' stata portata via. Vivere dall'altra parte del mondo e' frustrante. Sai che non potrai prendere un aereo, sai... Continue Reading →

What’s your name again? Come hai detto che ti chiami?

Avere un nome impronunciabile e' una condanna qui negli Stati Uniti. Premesso che anche la mia amica Rita ha avuto problemi, voi capite bene che un nome di 7 lettere di cui ogni singola vocale e' pronunciata in modo diverso... Continue Reading →

Il Generale – il nonno che altrimenti non avrei avuto

Vedi che le casualita' ti fanno riflettere, avevo programmato un vecchio post sui quasi nonni di Picci e mi ritrovo a scrivere del mio quasi nonno, mancato giusto ieri, dopo aver vissuto 97 anni di una vita lunga e ricca. E... Continue Reading →

Quando pure Princess Sophia ti fa la morale

Leggo su un articolo che il finlandese, lingua che dovrei conoscere ma affatto, non usa il genere maschile e femminile per riferirsi alle persone. Penso che dunque in quella zona del mondo, se anche in Svezia e' lo stesso chissa',... Continue Reading →

Trasferirsi a Miami: il costo della vita

Spesso noi residenti a Miami veniamo contattati dagli Italiani che vorrebbero trasferirsi per ottenere un lavoro per avere dei dettagli sulla vita a Miami. Ci prodighiamo a far conoscere il costo della vita nel cambio euro-dollaro, ma non tutto si riduce a... Continue Reading →

50 sfumature di pelle

L'altra sera siamo andati a mangiare una pizza (orrenda, tra l'altro. È incredibile che si riesca a fare una pizza orrenda) e ci ha serviti un ragazzo di colore. Qui fare il cameriere rende molto e raramente il server è... Continue Reading →

On the border line

Quando si parla di America si sa che avere un visto o semplicemente un Esta di ingresso non e' affatto un lasciapassare. Me ne accorsi a mie spese quando un banale (per me) biglietto aereo a 89 giorni desto' i sospetti dell'ufficiale di... Continue Reading →

Radici nel freddo

Sara' che con il nuovo lavoro ho finalmente le ferie pagate, sara' che sono due anni che non vedo mia madre, sto iniziando a pensare a tornare a casa per le vacanze, che pero' non saranno quelle invernali. Nessuna offerta di... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: