Una famiglia italiana a Miami

Santeria o Lucumi, la religione di Miami

Se siete persone attente, o se avete sposato un/una cubana che ve ne ha parlato, avrete visto in giro per la citta' in America donne (di solito) vestite completamente di bianco, blusa, gonna, calze, scarpe, ombrello compreso, con i capelli raccolti in una cuffia anch'essa bianca. Avete incontrato una Santera o una iyabó, una donna che… Continue reading Santeria o Lucumi, la religione di Miami

Annunci
Una famiglia italiana a Miami

Trilinguismo imperfetto a Miami

La povera Picci alla veneranda età di 5 anni parla ancora male. La confronto con i coetanei americani che invece sono decisamente piu' fluenti e hanno, ovviamente, un vocabolario piu' ampio. LaPicci va a scuola da quando aveva nove mesi, prima era con la nanny. Quindi dalle 6 settimane ai quasi due anni è stata esposta… Continue reading Trilinguismo imperfetto a Miami

Italiani in Florida

Envidia Nails Spa, angolo di puro relax

Venerdi' 22 dicembre. Sono in ferie. Vado dalla pediatra, chiedo il certificato dei vaccini da portare a scuola, mi siedo e aspetto. Dopo 40 minuti che sono lì arriva una, chiede la stessa cosa in spagnolo, 5 minuti di chiacchiere da perfette estranee amorcito mi vida mi cielo e la tipa esce col certificato. That's… Continue reading Envidia Nails Spa, angolo di puro relax

Vitaccia da emigranti

Non solo gli Italiani: di cucina tipica e copie originali

Un ragazzo africano è stato rimpatriato dagli ufficiali di immigrazione perché trasportava in valigia del cibo vietato. Per la cronaca, tra le cose sono vietati semi e qualsiasi tipo di carne, anche insaccati. Non è mai sbarcato a Miami, lo hanno rimesso su un aereo e mandato a casa, nonostante il visto che aveva in… Continue reading Non solo gli Italiani: di cucina tipica e copie originali

Una famiglia italiana a Miami

Santa is coming to Florida and more

A meta' settembre mi sono trovata davanti un bivio. Al mio capo e' stata proposta una nuova posizione, mi ha detto che mi voleva portare con se'. La scelta era se restare dove ero, nell'ufficio dove lavora gente che mi piace tanto e con cui in due anni si e' costruito un bellissimo clima ma… Continue reading Santa is coming to Florida and more

Turista a Miami

15 posti da provare prima di potersi davvero definire Miamense

Vi ho gia' raccontato dei 20 piatti da non perdere assolutamente se siete in visita o vivete a Miami. Oggi vi racconto 20 indirizzi superfamosi, alcun costosissimi e altri muy barati come si dice qua, che sono un punto di riferimento per chi e' in citta'. Ognuno di questi posti ha il suo signature dish,… Continue reading 15 posti da provare prima di potersi davvero definire Miamense

Turista a Miami

Little Havana e Calle Ocho: Cuba a Miami

Little Havana, meglio conosciuta qui come La Pequena Habana, e' un quartiere di Miami cosi' chiamato dai Cubani che tra il 1950 ed il '70 sono scappati da Cuba per sfuggire alla dittatura di Fidel Castro. Leggi: Bienvenido a Miami: lo spiegone L'altra faccia dell'embargo: cosa pensano i cubani a Miami Ma com'e' Miami? La… Continue reading Little Havana e Calle Ocho: Cuba a Miami

Vitaccia da emigranti

50 sfumature di pelle

L'altra sera siamo andati a mangiare una pizza (orrenda, tra l'altro. È incredibile che si riesca a fare una pizza orrenda) e ci ha serviti un ragazzo di colore. Qui fare il cameriere rende molto e raramente il server è un afroamericano. E non per scelta di chi assume, credo. A Miami ci sono 50… Continue reading 50 sfumature di pelle

Vitaccia da emigranti

Bilinguismo e cultura di appartenenza

Ultimamente si parla tanto di bilinguismo e di abilita' linguistico-culturali da donare ai propri figli. Sono figlia di una donna immigrata in Italia negli anni '60 e ho vissuto e lavorato a Roma dove dagli anni '90, in seguito alla caduta del Muro di Berlino e del comunismo, sono arrivati milioni di immigrati dai paesi dell'Est. Ma ora… Continue reading Bilinguismo e cultura di appartenenza

Vitaccia da emigranti

Difendere le nostre tradizioni

Sono stata a pranzo con dei colleghi, il nostro capo ci aveva invitati per il Natale. Dovrei dire per le festività, visto che lui è indiano. Accanto a me erano seduti tutti centro/sudamericani: Cuba, Guatemala, Portorico, Uruguay. La portoricana mi mostra delle foto strepitose della sua casa di campagna, una bellezza da togliere il fiato,… Continue reading Difendere le nostre tradizioni