In attesa di iniziare a capire un po’ meglio come funziona la scuola elementare, per cui in calce al post trovate qualche link, vorrei spiegarvi come e’ organizzato l’asilo in Florida, in particolare a Miami.

Diciamo subito che non esistono asili pubblici cosi’ sara’ piu’ facile capirci. Le uniche strutture a  mia conoscenza a costo agevolato e con vouchers/scholaships si chiamano Lincoln-Marti e sono riservate, non ufficialmente ma nei fatti, ai piccoli cubani. Ne visitai un paio quando ero incinta, ecco, siccome io dico sempre le cose straight potete leggere che emozioni mi suscitarono.

Il resto del mondo miamense, quello che non ha agevolazioni di alcun tipo ne’ green card o visti che gli permettono di stare a casa ne’ parenti che vengono a stare qui e ti tengono il bambino, devono cercare una soluzione prima di tornare a lavorare o a studiare, dopo quelle comode 3 settimane di maternita’ – o zero, come nel caso degli studenti internazionali.

La soluzione americana prevede piu’ di una opzione:

  • la nanny – per noi e’ stato cosi’ nel primo anno – o babysitter o aupair. A volte le nannies organizzano family daycare con pochi bambini, ed e’ stato il motivo per cui noi abbiamo scelto quella opzione, a meta’ tra asilo e famiglia. No, spesso il costo e’ uguale!
  • il daycare – che la Picci ha frequentato da 1 a 2 anni
  • la preschool

Daycare e Preschool sono la stessa cosa, vanno da 0 a 5 anni, ma da quello che ho capito frequentandoli entrambi la preschool e’ un po’ piu’ strutturata, di solito ha un metodo – Reggio, Apple, Montessori eccetera. La qualita’ di entrambi ed il loro costo sono estremamente variabili e dipendono tantissimo dalla zona in cui si vive. Noi ne girammo tante prima di decidere, ed io sono una che va molto ad istinto. Ovviamente quello che a me piace e soddisfa per altri e’ assolutamente da escludere.

Le scuole, daycare e preschool, sono private e costano uno sparo: si e’ calcolato che in Usa pagare l’asilo ai bambini costa piu’ dell’Universita’. Questo e’ il motivo principale per cui Americani e Ispanici fanno figli a raffica finche’ sono giovani e li tengono a casa fino a che non iniziano il pre-kindergarten. Anche i costi variano tantissimo, la media miamense e’ comunque sui 1000$ al mese. In alcune scuole, soprattutto a partire da K3 e K4, vi daranno all’inizio dell’anno (cioe’ la terza settimana di agosto) un foglio col materiale da acquistare.

Le scuole sono generalmente buone, il personale e’ preparato e ha certificazione per primo soccorso e CPR (verificate che lo sia, e’ importante), e ci sono quasi sempre le telecamere. In alternativa avrete delle foto postate sul sito ad accesso privato.

In molte scuole a gennaio nella classe successiva si liberano dei posti e il bambino viene portato con i bimbi piu’ grandi. Siccome qui in Florida la data di riferimento e’ il 1 settembre, il bimbo trascorre 4-5 mesi con i bambini piu’ piccoli e poi 4-5 mesi con quelli piu’ grandi, in un’alternanza che ho sempre trovato essere di enorme buon senso.

K1, K2, K3, K4 sono le classi di eta’. Poi i bambini che compiono 4 anni entro il 1 settembre dell’anno in corso sono ammessi al VPK, o Voluntary Pre-Kindergarten. Il bambino e’ sollecitato ad iniziare la scuola a questa eta’, e lo Stato della Florida paga per 540 ore (quindi per la parte didattica, non per le attivita’ pomeridiane). Il programma e’ offerto sia in scuole pubbliche che charter o private, quindi e’ la buona occasione, se lo ritenete opportuno, per introdurre il bimbo nella scuola pubblica, il cui rating e’ verificabile online su Greatschools ma anche sui siti immobiliari, ad esempio Trulia. Una scuola charter e’ una scuola privata con finanziamento pubblico e spesso nelle scuole pubbliche e charter si accede via lottery ovvero sorteggio, con precedenza a chi vive in zona e poi a chi ha fratelli che gia’ frequentano la scuola.

La scuola dell’obbligo qui va a seconda della residenza, percio’ non potrete iscrivere i vostri figli dove volete ma solo alla scuola assegnata al vostro indirizzo (che troverete sia sui siti immobiliari che su quelli della contea, ad esempio questo e’ per Miami-Dade County). Chiedere il trasferimento in altra scuola in teoria e’ possibile, ma deve essere ben motivato e non tutte le scuole accettano studenti da fuori area. Il VPK della scuola pubblica rientra nella stessa regola, ma non quello presso preschool e daycare.

la Nativita’ alla recita di Natale

La scuola vi chiedera’ un certificato per registrare il bambino al VPK. Qui trovate un po’ di informazioni in generale, mentre qui vi registrerete per richiedere il certificato, che sara’ pronto in qualche settimana e scaricabile dal sito. Considerate che in questo periodo molte scuole stanno gia’ facendo la registrazione per il nuovo anno, anche se per VPK non c’e’ una deadline vera e propria. Si puo’ anche chiedere summer VPK e poi ad agosto iniziare il Kindergarten se il bimbo ha gia’ compiuto i 5 anni.

La scuola in genere va dalla terza settimana di agosto alla prima di giugno. A differenza di elementari e medie, gli asili non chiudono e per il periodo estivo organizzano dei camp, senza didattica ma con attivita’ ludiche e sportive. Alcune scuole poi organizzano i camp anche per il ponte di Pasqua e quello di Natale, ad esempio a Miami la catena Smart Starts (vedi link sotto) accetta bambini pe ril solo periodo dello Spring Break o Winter Break, ma anche solo per il drop-off di un giorno.

Credo di avervi detto tutto. Se avete qualche altra domanda scrivetemi a erolucy@gmail.com oppure sulla pagina fb di ero Lucy.

Altri link utili:

Le mie esperienze con i nido:

Per winter/spring break camp e drop-off:

Se avete bisogno a causa di turni serali o noturni della famiglia, a Miami esistono asili aperti 24 ore, basta googlare.

Infine, per informazioni sulle scuole in Usa:

Ricordate di registrare i vostri bimbi al programma di lettura gratis fino a 4 anni:

Foto in apertura: Childcare Centers

Annunci