Il post di Donatella e’ uno dei piu’ letti di questo blog, attualmente al terzo posto. E ne sono strafelice per lei, perche’ la Green Card fa sognare tanti, soprattutto in questi anni in cui le cose in Italia sono stagnanti.
Aveva aggiornato il vecchio post con un commento ma siccome so quello che effettivamente sta passando, e’ in un frullatore! (e siccome anche io ho dovuto liberarmi di una casa prima di venire qui, tra mercatino per vendere delle cose, trasloco e contrattempi) le ho chiesto di raccontarci qualche dettaglio in piu’. Eccola qui.
 
Ciao Lucy e ciao a tutti voi che avete letto la mia storia dopo l’intervista. So che qualcuno voleva sapere se c’erano sviluppi… beh, si parte il 24 giugno DESTINAZIONE NAPLES SOLA ANDATA!!!! Questi mesi di preparativi stanno scorrendo via velocemente e, non vi nascondo, con qualche intoppo “pratico”: essendo una famiglia numerosa con tre cani al seguito ogni spostamento diventa difficile ed elaborato. Le due difficoltà maggiori sono state trovare una compagnia aerea e una casa che accettasse un numero così ben nutrito di pelosi al seguito. Questo mi ha molto deluso perchè noto ancora poca disponibilità verso i nostri amici a quattro zampe. Alitalia non l’ho nemmeno presa in considerazione… forse non sa che anche gli animali possono viaggiare. American Airlines mi ha veramente deluso. Animali ammessi solo in stiva. Iberia piu’ disponibile (ma costosissima per trasporto animali) ma essendo molti dei suoi voli operati da American Airlines le regole per il trasporto animali sono le loro. Insomma, gira che ti rigira, telefonate dopo telefonate ho trovato  la Lufthansa che, notoriamente ben predisposta ai pelosi, mi permette di portarli tutti e tre in cabina: Bassotto (da mettere un po’ a dieta) in un trasportino e i due chihuahua insieme in un altro trasportino. In totale i trasportini che si possono portare su un volo sono tre (pero’ max uno per passeggero)  quindi e’ decisamente la compagnia piu’ accomodante in questo senso. Altro problema dovuto ai cani e’ stato trovare una casa. E parlo di una semplice casa vacanza per un mese. A Naples, ma immagino in molte altre città americane, si trovano le Community o Condo nelle quali si trovano decine di appartamenti e anche ville, oltre a piscina, campi da tennis, beach volley, palestra , laghetti, campi da golf e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Alcuni  proprietari ci vivono, altri danno l’appartamento in affitto a breve o lungo termine. Non è solo il propretario a dare delle regole per l’affitto dell’appartamento ma anche l’Association a capo del Condo che chiede un’application fee (minimo 100$)  e detta una serie  di rigide regole tra le quali il numero di cani permessi per unità. Quindi non vi dico la mia difficoltà…. centinaia e centinaia di appartamenti disponibili per l’affitto in tutta Naples che , digitando “pets allowed” si riducevano a una trentina . Se aggiungiamo il numero di camere necessarie alla nostra famiglia e una retta possibilmente non da nababbo, vi posso assicurare che mi pare un miracolo aver trovato un appartamento. Ah, non dimentichiamo che ho anche dovuto far scrivere due lettere di referenze da conoscenti … tutto cio’ mi pare un po’ eccessivo per un mese di affitto, tra l’altro da pagare interamente 30 gg prima della partenza.  Tant’è che, con la mia proverbiale caparbietà, abbiamo superato anche questa.
Nel frattempo a casa mia c’è il delirio del “vendo, regalo, butto” tutto… La suocera  è tornata  in Sicilia con una macchina  così piena che stava impennata e la domenica ogni tanto ci dilettiamo ad alzarci alle cinque del mattino per andare ai mercatini dell’usato per vendere un po’ di cose. Le due auto sono andate via come il pane… vendute senza nemmeno mettere un’inserzione!!!! e con consegna a giugno prima della partenza, quindi senza nessun disagio per noi. Restano due piccoli particolari… la casa e i mobili… bazzecole insomma 🙂 . Nel frattempo, giusto per non farci mancare nulla, ho fatto due corsi di gelateria che uniti a quello fatto a ottobre dell’anno scorso, mi hanno dato un panorama piu’ completo di questo meraviglioso lavoro. E ci sono anche parecchie golose ideuzze in testa che spero gli americani e non, apprezzeranno.  Appena arriveremo a Naples (prima mi faccio un bagno in mare) ci butteremo alla ricerca della casa per un annetto e delle scuole e sbrigheremo tutte le formalità personali (conto corrente, SSN e via di seguito) . E non vi nego che ho bisogno di starmene in panciolle sulla spiaggia per qualche giorno. Sono psicologicamente e fisicamente felicemente provata 🙂 Dopodichè partiremo a tutti gli effetti con il progetto gelateria con l’apertura della società, la ricerca della location e via di seguito. La ditta che ci fornisce gli ingredienti per il gelato e l’azienda che ci arrederà il locale li abbiamo già …. il tutto ovviamente e rigorosamente MADE IN ITALY. A prestissimo.
To be continued…
Annunci