Questo e’ un post sia per quelli che vengono a Miami – o in Florida – in vacanza che per quelli che ci si sono trasferiti da poco. Parliamo di sanita’, non di copertura sanitaria che e’ una questione estremamente complessa e legata a troppi fattori. Mi interessa parlare di sanita’ perche’ noi ci abbiamo messo un po’ a capire cosa stavamo sbagliando, e abbiamo speso decisamente troppi soldi prima di comprendere bene le cose.

Da turista ho fatto assicurazione medica solo quando mi sono fermata 3 mesi. Sono una persona sana, non avevo ancora 40 anni, non sono una che fa parapendio o sci d’acqua, solitamente non mi succede nulla. Certo un incidente puo’ succedere dall’oggi al domani, ma avevo deciso che statisticamente in 15 giorni non sarebbe accaduto 🙂
Con un figlio e’ tutto diverso, e lo sappiamo che il medico si chiama soprattutto al weekend o in vacanza. A noi e’ capitato di andare in un ospedale, forti della nostra buona assicurazione, e di trovarci malissimo e con una diagnosi sbagliata.

Leggi anche: Siesta Key – come al solito

Se siete qui in vacanza avrete avuto cura di fare una assicurazione medica che rimborsa direttamente le spese. Se vi siete appena trasferiti, avrete forse l’assicurazione del lavoro o ne avrete appena stipulata una di cui non conoscerete alcun dettaglio. E’ tutto normale.

Partiamo da un presupposto fondamentale: scordatevi che questa e’ l’italia che si va al pronto soccorso se si ha mal di pancia.
Vorrei poter aprire un capitolo enorme, come gia’ tentato in passato qui qui e qui, per spiegare ancora quanto il rosso della sanita’ italiana dipenda tantissimo da noi italiani e non solo dalle tangenti, ma ecco, continuiamo a parlare di pediatri americani.

Se (voi o) vostro figlio ha bisogno del medico, evitate il pronto soccorso. Cancellate la parola ospedale dal vostro vocabolario. Eravate appassionati di ER medici in prima linea, beh, niente, zero, caputt, niente emergency room a meno che non abbiate un osso di fuori. D’altronde vi ricorderete quali erano i casi dei medici della serie, no? Mica curavano il mal di pancia.

Qui quando si sta poco bene ci sono due soluzioni piu’ economiche, e ho scritto “piu’ economiche“: la minute clinic e l’urgent care.

La minute clinic si trova dentro le farmacie cvs, walmart, spesso anche walgreens. In sostanza c’e’ un medico su orario limitato (tipo dalle 9 alle 8pm, ma parlo di Miami) che fa diagnosi e ti aiuta a comprare il farmaco da banco. Nessun medico della minute clinic prescrivera’ antibiotici. Questo e’ un primo step per chi non puo’ o non vuole andare da un medico piu’ strutturato. E’ una consultazione, un colloquio con un esperto, non una visita.

Si va all’urgent care se invece serve una visita medica. Se ad esempio si sospetta una frattura, se si richiede un esame piu’ approfondito, se si ha un dolore acuto. In questo caso prenderanno i dati dell’assicurazione, il ssn se siete residenti, e dopo un’attesa varia tra trenta secondi e un minuto e mezzo (nei siti in calce ci sono i tempi di attesa) vi porteranno a parlare prima con la nurse, poi con un tecnico o uno specialista, poi di nuovo la nurse, poi di nuovo lo specialista, e infine il medico in turno al quale racconterete per la quinta volta la stessa storia del perche’ siete li’ e che vi e’ successo e che sintomi avete e lui leggera’ tutti i valori e le indagini che nurse, tecnico e specialista trascritto, in due minuti vi dara’ la sua diagnosi e trattamento, e vi ritroverete di nuovo con la nurse per la dimissione e poi con la assistente amministrativa per liquidare il dovuto. A quel punto andrete a cvs o whatever per ritirare le vostre medicine con la ricetta del medico dell’urgent care.

Nota bene, anzi, benissimo:
1. L’ospedale pubblico di Miami, quello dove vanno tutti quelli che non si possono permettere altre cure, e’ il Jackson Memorial Hospital. Qui non morite per strada. Ha anche un urgent care, sempre in downtown, mentre altri centri sono in zona Pinecrest, Palmetto, Homestead.
2. appena arrivate nella zona (vacanza o a vivere) prendete nota degli urgent care dei dintorni. La maggior parte sono aperti dalle 11 am alle 11 pm ma al weekend sono diversi, verificate i singoli siti.
3. controllate anche le farmacie, non tutti i cvs sono aperti 24 ore. Potreste dovere fare mezz’ora di macchina di notte per arrivare alla piu’ vicina farmacia.
4. Scordatevi che qui si vada dal medico e si dica Ehi, credo che dovresti prescrivermi una tac perche’ ho un dolorino al ginocchio che non se ne va. A parte i 15000 dollari di tac e non credo di aver sbagliato con gli zeri, qui il medico lo fa quello col master, non chi ha un profilo face.
5. I medicinali non sono uguali. Leggete questo post che parla dei farmaci di piu’ frequente utilizzo, se non sapete cosa dovete comprare cercate il nome del principio attivo in italiano e poi aprite google, che e’ una risorsa pazzesca: risposta in due secondi e senza troppe opinioni discordanti.
6. Se avete una assicurazione medica, in teoria anche per quella dei turisti, dovreste avere una nurse line. Lo stesso vale per il vostro pediatra. Si telefona al numero in questione e si puo’ parlare con una infermiera professionista che vi ascolta e fa la diagnosi differenziale senza aspettare di parlare col medico.
7. Se il problema e’ ginecologico, o avete scoperto una gravidanza, leggete il post Today’s Woman Medical Center.

Ultima annotazione, la piu’ importante: se avete una emergenza chiamate il 911.

Vi lascio con alcuni pediatric centers a Miami e Fort Lauderdale, che il problema piu’ grosso degli urgent care e’ che non hanno un pediatra in turno.

Boynton Beach e Broward
CareSpot Express Healthcare

Fort Lauderdale, Lake Worth
After Hours Pediatrics

Broward
Concentra Urgent Care
Med Express

10 locations tra Miami-Dade e Broward
Nicklaus Children’s Urgent Care

Se necessario, gli ospedali pediatrici a Miami sono
Nicklaus Children’s Hospital
Baptist Children’s Hospital
Holtz Children Hospital

Annunci