Da Siesta Key a St. Petersburg e’ solo un’ora di viaggio, fattibilissimo, e mio marito non se lo e’ lasciato chiedere due volte. Arrivare a St. Peterburg e’ meraviglioso, il Sunshine Skyway Bridge e’ bellissimo e attraversa il mare per piu’ di 6 km e mezzo.

Accanto, sulle due coste, si vede ancora il ponte originario che nel 1980 crollo’ a causa di una nave che urto’ un pilone durante un violento temporale. Una delle due parti e’ stata trasformata in un fishing pier, se siete interessati a questo sport il panorama e’ molto bello da li’.

St. Petersburg e’ una bellissima piccola citta’ il cui downtown e’ concentrato in pochi blocchi. Noi abbiamo parcheggiato accanto alla marina, di fronte al museo.

Sono onesta, non mi aspettavo tanta gente al Dali Museum. Si tratta del secondo museo di Dali al mondo, dopo quello di Barcellona, con piu’ di 2100 opere dell’artista in ogni fase della sua attivita’. Il museo e’ stato fondato da Reynolds e Eleanor Morse, che conobbero Dali’ dopo un loro viaggio al Museo d’arte di Cleveland nel 1942 per una retrospettiva dell’artista. Da quel momento nacqua una forte amicizia con Dali e Gala, la sua moglie-musa, e i coniugi Morse iniziarono ad acquistare le sue opere. Dapprima esposte nella loro abitazione e successivamente donate alla comunita’ di St. Peterburg che nel 1982 apri’ il primo museo, ristrutturato nel 2011.

Il Museo e’ molto bello e ben organizzato e ospita tele, sculture e fotografie. L’audioguida e’ gratuita e facilmente utilizzabile scegliendo il numero accanto all’opera, laPicci si e’ divertita tantissimo. Ai bambini viene anche dato un volantino per la caccia al tesoro delle opere, e alla fine ha ricevuto un piccolo regalino.

Le sale erano gremite, forse la nostra scelta di evitare la calura in un museo non e’ stata proprio originale, ma abbiamo comunque goduto tantissimo la visita. E origliavo le visite di gruppo con la guida, niente a che vedere con i nostri pallosissimi tour a base cronologica dove la soglia dell’attenzione si esaurisce in un minuto e mezzo per information overload. Qui l’addetto spiegava ai visitatori intrattenendoli con aneddoti e coinvolgendoli nella storia e nella genesi dell’opera. Un po’ piu’ pallosa e’ invece la descrizione dell’audioguida.

La struttura del museo e’ meravigliosa.

Related image

Salvador Dali Museum St. Petersburg
via Where Traveler

Il cafe’ ha prezzi abbordabili e servizio impeccabile. E il caffe’ espresso e’ davvero buono!

I giardini esterni sono magnifici. Avant-Garden, non e’ un nome perfetto?

Dali era affascinato dal modo in cui la matematica e le proporzioni governano il mondo: nel giardino est ha dedicato un tributo alla golden ratio e alla sequenza di Fibonacci.

E c’e anche un labirinto in cui laPicci si e’ divertita e un po’ preoccupata per il poter non ritrovare la via del ritorno. Are we lost? Ma bisogna pure imparare a gestire queste piccole ansie, accanto ad un genitore che da’ fiducia e sostiene.

via Salvador Dali Museum
i baffi di Dali
Dali e Gala, 1960

Il museo costa 24$ per gli adulti ed e’ gratis sotto i 5 anni. La dual membership, per la coppia, costa 80$.

Salvador Dali Museum, 1 Dali Blvd, St. Petersburg, FL 33701

Annunci