Se fosse lui a parlare, lei sarebbe una grandissima str. Lei, la sua ex. Che non gli fa vedere i figli e che glieli mette contro e che e’ attaccata solo ai soldi.

Se lui avesse una nuova compagna, lei, la nuova compagna, vedrebbe solo quanto lui si sbatte per i suoi piccoli, e quanto ci prova ad essere presente nelle loro vite, se solo non fosse per lei, la sua ex, quella str.
La storia purtroppo spesso la fa chi urla piu’ forte. Chi va a manifestare perche’ per dare il mantenimento e’ rimasto senza un soldo e dorme in macchina, chi si impegna ogni giorno al di sopra delle sue forze per poter organizzare tutto, famiglia nuova, famiglia vecchia, relazioni ed equilibrio.
Ma spessissimo chi non urla e’ perche’ non ce la fa piu’. Perche’ ha dato il tutto per tutto, ha provato a giocare alle marionette sperando che un padre si prendesse le sue responsabilita’, e invece quello che lui e’ capace di dire e’ solo Se vuoi te li tengo io. Te li tengo, perche’ le fa un favore, e perche’ non sono figli suoi, lui e’ il baby sitter non retribuito. Spessissimo chi non urla e’ perche’ si vergogna di aver messo al mondo dei figli con un idiota e ora le tocca spaccarsi la schiena e sorridere davanti ai bambini per non distruggere ai loro occhi la figura paterna quando invece vorrebbe solo potergli dire quanto e’ incapace, e quanto invece sia lei ad organizzare i weekend, i cinema, i parchi, i pranzi, e paga lei per tutti, e lui ci fa una bellissima figura, e lui e’ soddisfatto perche’ e’ convinto di essere un grande e di essere capace di assumersi pienamente il suo ruolo genitoriale, perche’ esserci una volta a settimana, obbligato, certo, mica perche’ lui alza il telefono perche’ vuole stare coi suoi figli in mezzo alla settimana, i desideri aspettano il weekend e le decisioni del giudice, lo sapevate?, esserci una volta a settimana significa fare il padre che gioca, che perdona, che non sgrida, che non fa fare i compiti, perche’ Scusa, mi vedono una volta a settimana, mica mi metto a dargli le regole. Chiaro, tanto lei ormai nella melma ci sguazza, volta piu’, volta meno. Lei, la ex. La str.
E se lui si dimentica di andarli a prendere, E’ capitato.
Se arriva tardi a tutti gli appuntamenti e lei lo sveglia per chiedergli Dove caspita sei, ti aspettano vestiti da due ore (ogni fine settimana. Ogni. Fine. Settimana), Ero stanco. Chiaro, ha spalato carbone tutta la notte.
Se li riporta alle 4 anziche’ alle 7, Avevo mal di testa, non puoi capire, non si sono fermati un attimo
Se fosse lui a parlare, lei sta esagerando. Lei glieli sta mettendo contro, perche’ gli impedisce di fare il padre come lui vorrebbe. E cosa vorresti? Non lo so, ma tanto lei non me lo fa fare
Se i bambini chiamano papa’ anche gli alberi, perche’ sono piu’ stabili di quel bipede con due occhi e zero cervello, e’ perche’ lei parla male di lui in sua assenza, o perche’ lei se ne va i weekend con altri amici con figli e non lo invita – Ah questo weekend no scusa, mi hanno invitato al mare e sono li’ l’intera settimana con un amico… facciamo un’altra volta
Se fosse lui a raccontare la storia, non parlerebbe di una ex moglie che ha dovuto fare i salti mortali perche’ non le ha dato alcun contributo economico per dodici mesi, e poi la meta’ di quello pattuito, ma racconterebbe che lui il suo dovere l’ha sempre fatto, non ha mai saltato un weekend con i bambini (Ma la sera te li riporto, eh), ha lavorato tanto per reinventarsi la vita dopo averla buttata a mare (il mare aveva due cosce) racconterebbe che con lei non era felice perche’ era sempre nervosa. Una rompiballe. Aveva sempre il dito puntato. Era esagerata. No, quello lo dice ancora, Eh ma come esageri
Ma non saprebbero, lui ne’ la sua nuova fiamma che ha occhi solo per lui, che i bambini hanno camminato con mezza scarpa, vestito mezzo pantalone, mangiato mezza mensa scolastica. Urlato rabbiosi contro la mamma quando sbotta perche’ non ce la fa piu’. Pianto disperati chiedendosi come faceva il padre a dimenticarsi di loro. Svegliati insonni nel cuore della notte spaventati di poter essere abbandonati anche dalle madri.
Ma che ne sapete, voi che guardate solo una faccia della medaglia?
Come fate a sapere tutto quello che succede nell’altro appartamento?
Cosa ne sapete voi, che siete arrivate anni dopo la separazione?
Ma che certo poi, la stupida e’ lei, da un inetto cosi’ cosa potevi aspettarti? 
Ovvio, tutto il mondo lo sa che le ex sono delle str sanguisughe.
Ma scusa, devi lasciargli i bambini e andartene. Chiaro. Come quella volta che e’ tornata e li ha trovati a mangiare i croccantini del gatto mentre lui dormiva. O giocare con la cacca, del gatto. O quella volta che sono caduti e si sono rotti la testa perche’ lui, il padre, era bevuto. 
Ma chiaro, lui e’ il padre separato piu’ figo del mondo, presente, artista, lavoratore, non salta un weekend guarda.
Se glieli porta lei.
Se lei lo chiama.
Se lei gli paga l’ingresso al cinema, Perche’ proprio non ce la faccio, do’ tutto a te.
DO’ TUTTO A TE.
immagine
 Questa e’ una storia, ma l’ho sentita decine di volte, identiche, cambiavano pochissime sfumature. Quando ne ho scritto su fb sono arrivati solo commenti da chi ha sposato padri separati esemplari; eppure ho avuto pazienti, e ho amiche, che mi hanno parlato delle loro fatiche di madri sole, della frustrazione, della rabbia che non puo’ essere espressa in nome dei figli – e non dite di no, lo facciamo tutte, la maggior parte delle volte. E per la prima volta lei, la protagonista di questa storia, acconsente alla pubblicazione di un post simile, perche’ non ne puo’ piu’, perche’ stavolta la misura e’ davvero colma. Era ora, si’. Ma a lei non cambiera’ nulla, forse solo un poco, forse sara’ la molla per cambiare qualcosa dentro di se’, chi lo sa. Ma per una volta, potete risparmiarci il menopeggismo? Potete evitare di controbilanciare con le ex moglie altrettanto str?Potete evitare di scrivere quanto sono fighi i vostri? Perche’ ecco, si sentono ancora piu’ sole. Grazie.
Annunci