Il labile confine tra tutto e niente

Ci sono blog che leggo silenziosamente, per rispetto, per pudore, perche’ arrivo per ultima e mi sono persa un sacco di cose precedenti e commenterei scrivendo delle inesattezze o delle banalita’. Pero’ capitano cose, a voi, a me, che mi fanno capire quanto e’ sottile il confine tra la gioia e la disperazione, tra tutto e niente.
Ieri sono stata tormentata da crampetti tutto il giorno. Mi ci sono svegliata e sono andati avanti fino a sera. Ho scoperto che l’ansia riesco a tenerla ben lontana, nemmeno ho googlato, pensando che se non avevo perdite era tutto normale, ma se lo avessi fatto prima delle 21 quando My e’ tornato forse avrei evitato che l’ansia salisse a lui, povero, che osserva tutto dal di fuori e cerca di capire cercando di mettersi nel mio corpo. Ma e’ un uomo, e certe sensazioni non le puo’ nemmeno immaginare – come io per le sue, ovvio. Pero’ ero stata brava a non dirgli nemmeno nulla, ecco, se non al suo ritorno.
Il giorno della prima eco avevamo capito cosa significa non sentire nulla se non l’assenza del ciclo, e poi scoprire emozionati che c’e’ davvero una vita dentro di te. Da zero a tutto.
Poi un giorno, la settimana scorsa, ho trovato una macchiolina rosa. Li per li non mi sono allarmata ma dopo cinque minuti ho cominciato a pensare, e pensare, e pensare. Sono andata in bagno ogni tre minuti a controllare. Nulla. Non capivo cosa stesse succedendo, pero’ finche’ non sono riuscita a darmi una spiegazione logica ho temuto esattamente il contrario: da tutto a niente.
Credo che dovro’ convivere con questa possibilita’. Che poi e’ la vita. Ma altri hanno meno fortuna. Fa male, e tanto. Ed e’ ingiusta. E tanto.

 

Annunci

0 pensieri su “Il labile confine tra tutto e niente

  1. devi stare tranquilla, sorellina, e non devi esitare a consultare un medico se sei dubbiosa, spaventata o in ansia. Meglio spendere un extra per una visita/ecografia in più, che farsi prendere dal panico “effetto google”. hai fatto la transvaginale anche stavolta? Può averti “grattato” un pò le pareti, e dipendere da quello. Rosa NON È rosso o marrone. Stai tranquilla e a riposo 🙂

    Mi piace

  2. conosco quell'ansia, quel non sapere se va tutto bene oppure no, anch'io riesco a tenerla a bada facilmente ci devi convivere, però gli altri affianco a te non sempre riescono a capire o a rasserenarsi che vada tutto bene!

    Mi piace

  3. Si, grazie Silvia. Non parlavo di me. Parlavo di una blogger su cui la vita si sta accanendo con particolare ferocia. E il pensiero corre anche ad un'altra, mia abituale lettrice. Non capisco perche' qualcuno debba pagare piu' di altri, ma dicono che questa sia la vita.

    Mi piace

  4. Capisco ogni sfumatura del tuo post come se l'avessi scritto io, in effetti lo volevo scrivere ma ora mi sembra superfluo. Quel mostrino sul divano ce l'abbiamo tutte, almeno io ce l'ho di sicuro!!!

    Mi piace

  5. avevo colto un po' di ansia e di tristezza nelle tue parole, solo per questo avevo commentato cosi'.mi dispiace per le tue amiche…a certe cose comunque e' davvero difficile dare una spiegazione.

    Mi piace

  6. Da tutto a niente. é proprio vero, in un attimo può cambiare tutto. Come mi disse il mio dottore, all'inizio della mia gravidanza, é la natura che decide tutto, che fa il suo corso, in un caso o nell'altro…noi non ci possiamo fare nulla. Certo che questa natura, a volte, si accanisce proprio. Sono vicina alla nostra amica blogger 😦

    Mi piace

  7. So di chi parli ovviamente. Tutto inizia con una perditina e poi la tragedia che si abbatte come una mannaia. Si chiama vita sta cosa, solo che a volte chi la gestisce pare ubriaco.(Datemi pure della blasfema, ma io avevo una gran fede, ora sta un po' venendo meno e per me è solo una nuova stratificazione di sofferenza!!!) Tu a posto bella mia!

    Mi piace

  8. Non credo ci sia una ragione o una spiegazione al perche' certe “brutte” cose accadano ad alcuni, o ad alcuni di piu'. Dal momento in cui mettiamo piede in questo mondo siamo soggetti ad avvenimenti belle e brutti. Possiamo solo cercare di imparare da cio' che ci capita, ma, banalmente, non possiamo controllare gli avvenimenti. Se li accettiamo ci conviviamo con piu' facilita'. Se li combattiamo, soffriamo il doppio. Ti parlo da paurosa e da una a cui da due anni a questa parte la vita si e' completamente stravolta (lo sai). Non mi piace, ma devo imparare ad accettarla. Alla fine non abbiamo altra scelta…;)

    Mi piace

  9. A me è successo per tutte e due le gravidanze, andavo in bagno e ogni tanto vedevo una macchiolina di sangue…per Tigro ricordo che la prima volta che è successo ero al mare e avevo appena fatto il test, beh, avevo pianto tutto il giorno di fronte alla possibilità di perderlo..poi torno a casa, consulto il medico che mi dice che probabilmente era il mio utero che si stava solo pulendo per far spazio alla vita visto che la gravidanza procedeva al meglio..da lì mi sono tranquillizzata ed infatti poi Tigro è arrivato tra noi…per Effi, mi sono preoccupata mooooolto meno per quelle macchioline ogni tanto e ho fatto bene…Bacio e stai tranquilla, già ti immagino con il tuo fagottino in braccio a cullarlo e coccolarlo!!!

    Mi piace

  10. Oh proprio così. In un post scrissi che la paura era la mia compagna, se l'avessi accettata mi avrebbe accompagnato lontano invece di bloccarmi.Ora mi toglie il fiato (la paura), ma la conosco la carognetta, la tengo a bada.Grazie

    Mi piace

  11. È una sensazione terribile, lo so. O meglio: il mio “tutto” non è come il tuo “tutto”, perché io non aspetto un bambino che è senz'altro qualcosa di preziosissimo.Però, riflettendoci, è proprio quando pensi che stai perdendo il tuo tutto, che capisci di averlo, ed è da allora che capisci quanto ci tieni. No?

    Mi piace

  12. leggo un po' in ritardo questo tuo post e intuisco anche di chi tu parli. La vita è veramente ingiusta, se è vero che dobbiamo espiare mi domando che diavolo abbiamo fatto di così terribile nelle vite passate. Tu cerca di stare tranquilla, e se non riesci a convivere con l'ansia… fai una visita in più invece di pensare pensare pensare… e ricorda che ogni esperienza è diversa da un'altra. Sarà più facile quando inizieranno i suoi movimenti… un abbraccio

    Mi piace

  13. Ooh leggo anch' io in ritardo ma vedo che sei stata bravissima a ” contenere” quella macchiolina. Voglio dire che non l'hai ingigantita dentro di te.. così è rimasta solo quella che era veramente.Bella la vignetta.. in effetti si rimane seduti con quello lì accanto fino alla fine. Quindi, come dire.. conviene farselo amico 🙂

    Mi piace

  14. With blаcκ beаns, or you're getting ready for business your first company phone bill and your checking account information to open this account. There are a lot easier. Equipment list w/ market value any leased equipment?Here is my page marketing

    Mi piace

  15. An ageless as well as a active 2-slice toaster oven activities anywhere in the world due to 700 h so 1100 w, turning bread in any to 3 laps. But materials are going to do manifest short wave ovens, it really isn't due to the people preparing to be particularly toasty through the micro-wave. Therefore you'll find it just about every single quarters automobile vision.Visit my blog post :: 24 wall ovens gas

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.