Il destino e’ quel che e’

Ieri parlavo con una bella amica che ha un po’ di pensieri in testa. Dopo esserci salutate, d’un tratto un’associazione di quelle strane, e penso: nella mia vita ho conosciuto solo una persona che abbia abortito.
L’argomento e’ un po’ spinoso, si sa. Praticamente la cosa riguardava me, perche’ all’epoca dei fatti questa amica mi chiese un consiglio su cosa fare con questa gravidanza completamente inaspettata (inaspettata perche’ quando non usi anticoncezionali e stai insieme da due mesi, ecco, e’ prooooprio inaspettata). Valutando che coppia e lavoro erano chimere, le consigliai di abortire. La accompagnai all’ospedale, lei ne usci’ provata, e non vi sto a raccontare in che condizioni disumane si pratica un’interruzione di gravidanza a Roma. Ovviamente lei non si riprese piu’, la coppia sopravvisse ma periodicamente lei rinfacciava a lui di non aver voluto fare una scelta differente. Io per anni mi sono sentita una merda. Ma una merda vera eh. Finche’ un giorno dopo averle confessato i miei sentimenti su quell’episodio lei mi rassicuro’ dicendo che io non c’entravo niente, ed era anche vero, ma ci misi ancora un po’ a perdonarmi per la mia superficialita’.
Stamattina, mentre facevo le mie solite cose – tipo raccogliere un ciuccio con bimba in braccio – mi e’ venuto il colpo della strega.
Indovinate chi e’ l’unica persona che conosco che lo abbia avuto?

immagine
Annunci

0 pensieri su “Il destino e’ quel che e’

  1. come contrappasso mi pare un pochino esagerato, dai. Diciamo che il colpo della strega te l'ha fatta tornare in mente, e sei andata a ritroso. E diciamo anche che il tuo umore è un pò a tocchetti. :/

    Mi piace

  2. Anche io ho avuto il colpo della strega ;)Per quanto riguarda l'aborto, scommetto che conosci, pur senza saperlo, ben piu' di una sola persona che l'ha fatto. A me e' capitato cosi', crescendo mi e' stato rivelato questo “segreto delicato” da tante persone

    Mi piace

  3. È un dilemma che conosco bene ed è una scelta sempre difficile perché qualsiasi decisione prendi e' definitiva. E difficilmente si decide a cuor leggero.Ma capisco che tu ti senta responsabile anche se non lo sei, perché appunto e' qualcosa di troppo grande.E comunque anch'io ho avuto vari colpi della strega, ergo vedi che potresti associare questo inconveniente ad assai di noi, no?!

    Mi piace

  4. Le amiche vere sono quelle che si sbilanciano con opinioni e pareri, mentre sono quelle false che dicono sempre quello che l'altra vuole sentirsi dire o comunque si cuciono la bocca ma sotto sotto ne pensano mille. Take care, cara.

    Mi piace

  5. Ai ai che male 😦 spero passi in fretta! per le opinioni, concordo con sfolli, le amiche vere sono quelle che si sbilanciano e danno il loro parere, se richiesto ovviamente 😉 che poi la decisione spetta sempre a noi eh, io penso sempre di voler sbagliare con la mia testa e anche se ascolto i consigli e i pareri poi le cose le devo fare io è non posso far ricadere le responsabilità sugli altri anche se è un'amica che mi ha dato una sua opinione non do certo la colpa a lei, anche se capisco il tuo stare di merda per la questione 😦

    Mi piace

  6. Ma solo a me sembra strano che in 12 ore ho pensato due volte alla stessa persona per due situazioni differenti? Non sto dicendo che c'e' una relazione, ho solo detto che e' una strana coincidenza!

    Mi piace

  7. le coincidenze a volte ci fan troppo pensare o viceversa …il troppo pensare ci fa cogliere una coincidenza !esegui l'esercizio che ti ho proposto sulla tua pagina di fb , vedrai , starai meglio …anche se ti ci vorrà un pochino di tempociao piccola Lucy , un abbraccio alla tua Picci e a te !

    Mi piace

  8. Jung la chiamerebbe sincronia..L'unica cosa che potrebbe farti stare meglio è un'analisi delle proiezioni di allora.Cos'è che avresti voluto abortire in quel periodo della tua vita? Quale nuova nascita psichica hai cercato di interrompere?Non è solo un caso che la tua amica abbia chiesto a te cosa fare, tanto era la sua paura di portare avanti la gravidanza che è andata dalla persona giusta al momento giusto. Inconsciamente sapeva cosa le avresti risposto.Ed ORA che tutto è tornato a galla, anche con un sintomo, poniti le stesse domande…OGGI che cosa vorrei interrompere?Spero di esserti stata d'aiuto…se no, mandami a quel paese..

    Mi piace

  9. io non credo affatto sia coincidenza… se vogliamo cercare una spiegazione logica (ma io ti seguo senza problemi anche nella metafisica): avevi già sofferenza alla schiena, e quella sofferenza pur non ancora estrinsecatasi ti aveva già collegato inconsciamente a lei.Che fraseggio a c@zz, si capisce che intendo?p.s. Io pure mi son bloccata al compimento di 2 mesi di Pisty. Ancora +10kg dalla gravidanza (e un'altra decina già da prima)

    Mi piace

  10. Di fronte a una decisione così grande e definitiva non ci sono consigli che tengano, c'è solo il cuore e la pancia, a me in tantissimi consigliavano di abortire e io non l'ho fatto, sapevo che per me era meglio così, quindi è giustissimo che tu ti sia perdonata. Mi piace come la vede Madness, specialmente sul fatto che sia venuta proprio da te a chiedere un consiglio presagendo quale gli avresti dato. A volte lo faccio anche io, è così rassicurante sentirsi dire quello che si vuole! Però il colpo della strega proprio non ci mancava, porca miseria!

    Mi piace

  11. ecco…sono d'accordo con Sfolli…le amiche vere si sbilanciano. Si mettono in gioco al 100%. Tu lo hai fatto, con glie elementi che avevi a disposizione in quel momento.Il colpo della strega è frequentissimo nelle neomamme secondo me. Mia madre ne ha sofferto tantissimo con mio fratello.

    Mi piace

  12. coincidenza per me è leggere il tuo post proprio ora che una delle mie migliori amiche, proprio oggi, abortirà, spero in condizioni meno disumane visto che si trova in Svizzera. Mi sento come te, ho accettato la sua decisione e le ho detto anche che nella sua condizione era la scelta migliore ma…ma non mi sento proprio a posto. Comunque…tristezza 😦

    Mi piace

  13. E' che all'aborto, il sentimento per eccellenza che l'accompagna, è il senso di colpa.Che ci sta, è inevitabile.Io l'altro giorno parlavo – casualmente! – con un'amica che ha abortito, e lei mi ha detto: tutti pensano sia terribile abortire, ma anche mettere al mondo un figlio non voluto può segnare un'esistenza altrettanto terribile.Mi sa che il colpo della strega è più per la stanchezza!Grazie amica bella 🙂

    Mi piace

  14. Si', se rifletto cosi' un po' superficialmente vorrei solo fermarmi, tutto qua. Quanto e' vero quello che hai scritto, Ele. Non e' mai facile fare una scelta di questo tipo, e poi le conseguenze te le porti dietro. Ti bacio.

    Mi piace

  15. L'altro giorno leggevo il post di Elena Jane, proprio sull'aborto, sulle conseguenze, sulle motivazioni che ti portano a fare una scelta e sui tormenti futuri….Scrivo qui ciò che ho scritto là, più o meno…Io sono sempre stata contraria all'aborto, utilizzato come anticoncezionale, per motivazione più serie, ovvio che no. Quest'anno una persona a me vicina ha fatto una scelta così…mi si è capovolto il mondo, tutto si è messo in discussione, non sapevo più racapezzarmi, eppure ero sicura di ciò che avevo sempre pensato….mi resta una grande sofferenza dentro…per lei, per il bimbo che non è, per la mia confusione…

    Mi piace

  16. Moky, posso capirlo. Credo che come e' accaduto a me sono fatti che capitano ad altri ma che comunque ci toccano molto, molto, molto da vicino. Eticamente non sono contraria all'aborto, e credo che all'epoca lo fossi ancora meno, ma di certo la mia testa di oggi consiglierebbe diversamente. Grazie per questo commento.

    Mi piace

  17. scusa, mi era preso un po' di sconforto.. avevo letto il tuo post dopo averne letto un altro che parlava anche di aborto :-(non voleva essere una critica, era un mio malessere interno 😦

    Mi piace

  18. Anche qui Lucy non riesco a dire molto.Non so come commentare in questi casi.Credo che l'aborto sia un'esperienza terribile qualsiasi siano le cause che spingono a farlo (o a subirlo) e che nulla dopo può essere come prima. Perché è semplicemente impossibile.Parlavo con una mia amica qualche giorno fa che mi chiedeva se ci pensassi ancora e le ho detto: “Per darti un'idea remota di cosa significhi, è come se ti chiedessero dopo che ti hanno amputato una mano se ci pensi ancora al fatto che nn ce l'hai più”.Un figlio non voluto…esiste anche quello, purtroppo. Ma io non posso essere neutrale e dire che ognuno fa quello che vuole con la propria vita, perché quella di un figlio non è la propria. È un atto pesante da cui dev'essere difficile “riscattarsi”, e le cui conseguenze non credo siano banali (salvo eccezioni).Ho pena per chi decide in questo senso come ho pena per i bimbi che non nascono.

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.