Sua altezza #3 – Aspettative

Mi e’ tornato in mente un bel post di Valeria che, tra le cose, racconta di come i genitori italiani tendano ad attribuire un’attenzione maggiore al fisico e alla bellezza fin da piccoli. Tipo di un papa’ che intimava alla figlia

Stai attenta a muoverti che tu sei un elefante.

Sono sensibile all’argomento. Essendo sempre stata molto alta, e molto piu’ alta degli altri, ho sempre un po’ sofferto certi appellativi, perche’ purtroppo in parte veri. Non sono mai stata sinuosa come una gatta e muovermi e’ a volte come giocare a bowling. Non ho mai potuto scattare veloce perche’ pur avendo un buon equilibrio e ottimi riflessi il mio baricentro e’ diverso. Una volta il mio fidanzato dell’epoca (piu’ alto di me, evidentemente lui non usava l’acqua) mi disse Ma com’e’ che ogni volta che usi il lavandino fradici tutto ovunque?

altezza

Romane alte, avete mai provato a bere agilmente a un nasone senza piegarvi a squadra?

Cosi’ come pure certi giochi mi erano preclusi. Mentre mia sorella in piscina saltava dalle spalle dell’amico di turno, io non ero nemmeno mai presa in braccio, e chi ci provava commentava sempre Madonna quanto pesi. Ma a parte un po’ di amarezza, ho sempre avuto la fortuna di sapermene fregare, non so se la cosa dipendesse dalla mia personalita’ o dall’educazione ricevuta.

Una volta assistetti ad una scena orribile. Ad una cena, una mamma commento’ davanti a tutti che la figlia di otto anni aveva la panza. La risatina generale per fortuna si spense presto, ma guardai la bimba, seduta sola sul divano, che passo’ i successivi minuti, non vista da altri che da me, a tirare indietro la pancia e ritirarla fuori. Dentro. Fuori. Dentro. Fuori. Poi magari a tredici anni quella ragazzina smettera’ di mangiare e la madre non riuscira’ a spiegarsi il perche’.

Non posso piu’ dimenticare una frase che ci ha detto la nostra pediatra: LaPicci sara’ alta, e la gente si aspettera’ molto da lei. Si aspettera’ da lei comportamenti e atteggiamenti da bambina piu’ grande.

Ci siamo gia’.
Annunci

39 pensieri su “Sua altezza #3 – Aspettative

  1. Da piccola sono stata vittima di bullismo perchè ero un pò grassottella. Non tanto quanto la mia compagna di classe che però veniva lasciata in pace, ma quel poco che aggiunto alla timidezza mi rendeva obiettivo dei bulletti. Ora non sono grassa come all’epoca, ma vivo con una continua insicurezza riguardo al mio corpo. non mi piace. e quando la gente mi dice che sono troppo magra e mi chiedono se mangio (cosa completamente lontana dalla verità, perchè magra non sono di certo) mi arrabbio sempre di più

    Mi piace

  2. ero una bambina magra, magra, poi una ragazzina alle medie tendente al grasso, poi ridiventata magra, ma solo perche` mia madre mi ha sempre tenuta a stecchetto, e ancora adesso ogni volta che ci parliamo su Skype per prima cosa mi dice ” come sei bella magra” o “ti vedo ingrassata”. Ho sempre avuto il complesso del peso e mi sono sempre vista grassa. Adesso che sono 10 kg in piu` di quando avevo 20 anni( che sulla mia statura contano come 30 di una donna di statura media), mi piaccio molto di piu` e sono piu` serena, ma mi stupisco ogni volta che mia madre come paragone di bellezza mette la magrezza e mi da` fastidio.

    Mi piace

  3. Beh, sai che sono sensibile all’argomento! Tegolina è off chart fin dalla nascita per altezza e peso, e a 15 mesi veste già da 4 anni. Sicuramente questo è un aspetto da tenere in considerazione nell’educazione di Teg, vedendo anche mio marito come ha vissuto e vive i suoi 2m di altezza… sappiamo tutti e tre quanto possa essere a volte imbarazzante vivere questa diversità, specialmente se si finge che non lo sia! Io spesso ci scherzo sopra, parlando dei due altoni di casa, ma so che è una cosa che va affrontata con grande sensibilità…

    Piace a 1 persona

  4. io non ho mai avuto complessi sull’altezza, sarà perché non mi sono mai dedicata agli sport ahah… e sono sempre stata la più alta di tutti…semmai erano gli altri a complessarsi 😀
    un po’ di goffaggine per il peso durante il liceo, quella sì, ma poi all’università sono dimagrita un sacco e mi è passata.
    la questione delle aspettative con me si è verificata, fin dalle elementari. non pensavo potesse avere a che fare anche con l’altezza.
    per quanto riguarda gli uomini…davvero esistono in natura maschi che si fanno problemi ad essere alti? (mi riferisco al commento di Sabina) Ho un cugino di 1.90 m e ho conosciuto anche altri di questa taglia che anzi sono ben contenti di essere “fuori misura”.

    Mi piace

  5. Eccola qui, quella che da piccola e fino ai 15/16anni era chiamata da tutti i parenti “giandona”…. Ero sempre la più alta, nell’ultimo banco, costretta a ballare nelle festine con ragazzini più bassi.
    Ero piatta, con i piedi lunghi e i vestiti spesso avevano le maniche corte . Uno schifo.
    Poi le cose sono migliorate, soprattutto io ho iniziato a piacermi di più, tanto che sono riuscita a trovare lavoro per due stagioni come indossatrice alla Max Mara.
    Comunque il problema degli uomini più bassi è rimasto e anche adesso se metto i tacchi supero mio marito. Pazienza.

    Mi piace

  6. Anch’io purtroppo alle scuole medie ho subito episodi di bullismo perché ero cicciottella e bruttina. I miei non hanno mai sospettato nulla, e ogni tanto la battutina usciva anche a loro. Ancora succede con delle zie (e più raramente anche con mio padre), che vedendomi solo una volta ogni tanto tirano frecciatine tipo “ah, si mangia bene a Dublino vedo”, e cose simili. Mi ripeto che non me ne importa niente, e in realtà dopo che le incontro mi metto sempre a dieta. E ora sono in peso forma, so benissimo di non aver bisogno di diete, ma i miei alti e bassi dovuti allo stress li ho spesso. Mettiamoci anche i problemi ormonali che ho avuto ultimamente… Ma la gente, anche quella a noi molto vicina, troppo spesso non si immedesima, o non immagina che oltre a un semplice commento può esserci molto di più.

    Piace a 1 persona

  7. Vedi tutte queste testimonianze confermano quello che io ho sempre pensato e cioe’ che si, e’ vero che in Italia viene data una maggiore importanza all’aspetto fisico e in teoria questo potrebbe creare complessi, problemi ecc..ma vedi che poi in pratica tutte noi lo abbiamo superato ed e’ diventato piuttosto uno stimolo a cercare di tenerci in forma sempre rispettando le nostre caratteristiche di base. Questo secondo me perche’ l’affetto delle persone che ci hanno cresciuto era piu’ forte della potenza di questi commenti. Mia nonna per es. Che mi ha cresciuto e amato mi ha sempre detto un sacco di cose probabilmente poco politically correct riguardo al mio aspetto o al mio carattere ma io sentivo che lei mi amava e quindi per certe cose sono davvero forte e me ne sono sempre fregata. Sara’ per questo che le donne italiane, alte, basse, grasse o magre, riscuotono molto successo soprattutto all’estero. Il mio compagno lo dice sempre, non e’ solo una questione di bellezza ma del nostro modo di essere donne che lui personalmente trova molto affascinante al di la’ di un ideale di perfezione che ormai sappiamo tutti non esistere. Non e’ una brutta cosa essere un po’ consapevoli del nostro aspetto perche’ magari evitare di sfondarci di cibo iper calorico ci evita pure tante malattie e secondo me tra noi italiane questa equazione cibo uguale aspetto fisico e di conseguenza salute, ce l’abbiamo piu’ presente di altre donne di diverse nazionalita’. Non per dire ma qui con 40 gradi si continuano a portare in spiaggia hamburger e patatine o barbeque come non ci fosse un domani…non sarebbe meglio un po’ di frutta, insalata o che so un panino invece che sempre carne, fritti e fiumi di birra…mi sa che sono andata fuori tema!

    Mi piace

    1. Hmmm sai che non sono tanto d’accordo, Solare? Ci sono tante persone che quelle battute non le hanno affatto superate, e magari ancora adesso non hanno nemmeno voglia di commentare un post cosi’. Credo ci siano tanti fattori, educazione, si, ma anche temperamento. Conosco tante donne italiane che continuano ad avere problemi di immagine corporea anche a quarant’anni.

      Mi piace

      1. Hai ragione, il temperamento conta molto per superare le difficolta’ della vita, non siamo tutti uguali e abbiamo reazioni diverse per la stessa cosa. Peccato pero’ farsi rovinare la vita per questo considerando poi che a 40 il corpo ricambia e si ricomincia da capo a doversi accettare…una causa persa praticamente anche perche’ tanto non se ne esce vivi!

        Mi piace

        1. temo di doverti dire, Solare, che non è così scontato “diventare più forti” e “superare” certi commenti.
          Io all’affetto che mia madre sicuramente prova per me non penso proprio quando mi ossessiona con i suoi commenti di “quanto ero carina quando ero magra”.
          Ho dovuto litigare pesantemente ed essere cattiva io per farle finalmente capire che i suoi commenti mi mangiavano dentro. Non sono nemmeno sicura l’abbia capito veramente, ma almeno non tocca più l’argomento.
          Penso che il tuo bellissimo nickname sia indicativo forse di una bella personalità positiva, e credo sia il modo migliore per affrontare qualunque cosa, ma purtroppo restando coi piedi per terra ti assicuro che non va spesso così.
          Sono contenta che per te sia diverso!

          Piace a 1 persona

    2. Secondo me però ci comportiamo così non perché abbiamo elaborato a fondo e superato il problema, ma perché ce lo portiamo dentro a un livello nemmeno troppo inconscio. Mi rendo conto che quando dico di aver superato il problema, in realtà intendo solo dire che ho imparato a conviverci. Credo che sarei cresciuta imparando a mangiare bene anche senza il peso dei giudizi che c’è dietro tutto questo.

      Piace a 1 persona

  8. “LaPicci sara’ alta, e la gente si aspettera’ molto da lei. Si aspettera’ da lei comportamenti e atteggiamenti da bambina piu’ grande” penso a mia figlia, io non ci avevo mai riflettuto.

    Piace a 1 persona

  9. Ti capisco perché’ ho vissuto le tue stesse esperienze a causa dell’altezza, e posso immaginare cosa dovrà’ passare anche Lapicci ( che quindi mi sa che tanto Picci non e’).
    L’unico consiglio che ti posso dare, e’ di far diventare l’altezza il suo punto di forza: E’ vero, non potrà’ mai essere presa sulle spalle dagli amici, ma lei potrà’ confrontarli ad armi pari! E ovviamente cerca di indirizzarla verso uno sport dove essere alti e’ un vantaggio: non perché’ deve diventare una campionessa, ma perché’ e’ meglio essere comunque un po’ più’ avvantaggiata degli altri piuttosto che essere la bambina in tuta’ che sembra una un’imbranata solo perché’ dimostra 3 anni di più’ di tutte le altre…

    Mi piace

  10. E’ vero, se un bambino è alto hai delle aspettative maggiori perchè credi che abbia più anni, poi se sei intelligente lo inquadri nell’età che quasi subito e agisci di conseguenza.
    Micimao ha il “problema” opposto, è basso per la sua età, sembra un bimbo di 5 anni, invece ne ha quasi otto. A scuola tutti i suoi compagni lo chiamano “il pccolino”, loro lo superano di almeno 10 cm. Quando siamo in giro e lo sentono parlare le persone restano stupite, una mente da settenne in un corpo di un cinquenne….fa paura!!! Ahahahhahaha Che poi lui non ha nemmeno un linguaggio di un bimbo della sua età, ma molto più ricco, fa discorsi complessi, usa vocaboli da adulto, anche le maestre mi fanno sempre notare questa cosa, in positivo per fortuna.
    Non so cosa sia peggio o meglio, se per la Picci o per Miciomao.

    Piace a 1 persona

  11. Post molto giusto! Sono ancora sconvolta per aver sentito una mamma italiana dire alla figlia in treno “Non piangere, quando piangi sei BRUTTA”. In generale io ho sempre ricevuto piu’ commenti/complimenti per l’aspetto fisico che per altre cose tipo carriera, successi nello studio etc etc… e’ un po’ frustrante no?

    Mi piace

    1. Lo e’, certo. Poi pero’ si arriva a quegli eccessi iperfemministi per cui non si deve mai lodare la bellezza perche’ reprime l’intelligenza. Insomma, ci vorrebbe una giusta misura emotiva su tutto.

      Mi piace

  12. eh.
    Aggiungo alla casistica un ortopedico che visitandomi per la scoliosi che mi affligge ha commentato “certo che hai proprio una pancia flaccida”
    E c’erano una decina di volumi la psicologia del malato in libreria. Evidentemente mai aperti.
    Potrei anche sottolineare che aveva una quindicina di kg di troppo. Ma forse sarei cattiva. Forse.

    Mi piace

  13. I complessi per l’altezza ce li ho avuti pure io. La mia fortuna è stata quella di poterli condividere con mia sorella e che durante l’adolescenza mia mamma ha sempre girato tanto assieme a noi per trovare qualcosa di carino da indossare e da mettere ai piedi.
    E per la cronaca io e mia sorella siamo “quelle alte”, mio fratello altro pure lui è un “bel ragazzo”!

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.