Ieri sera siamo stati invitati a cena da un amico di My. Pizza cubana!” Ci annuncia euforico quando passa a prenderci.
I’m a little bit worried, avrei voluto dirgli salendo in macchina, ma mi sono trattenuta. Sei sempre la solita italiana piena di pregiudizi, quanto cattiva puo’ essere una pizza?
Arriviamo davanti il locale. Si chiama Polo Nord. Cominciamo male, mi sa. Ma il nome e’ dovuto al fatto che e’ pizzeria e gelateria.
Ah.

Piove a dirotto, ci ripariamo sotto la tettoia e mi cade l’occhio sul listino delle pizze: pizza con queso y guayaba.
Glom.

Il menu ha una decina di pizze, ciascuna ha un ingrediente:

Napolitana: cheese.
Pepperoni: pepperoni.
Ham: ham.
Chorizo: typical spanish sausage.

E cosi’ via. Queso y guayaba non c’e’, sara’ un postres tipo la nostra pizza con la nutella. Escludendo tutti i salumi presenti mi restano tipo tre pizze, scelgo la vegetale.
Ecco, e’ questa. Era inaspettatamente buona. Piccola, alta due metri, ma buona.

E la compagnia e’ stata davvero molto, molto piacevole. Una bella sorpresa.
Poi, non alla gelateria Polo Nord, ho scoperto il gelato piu’ buono del mondo, con dentro fragole intere:

Poi abbiamo comprato il nostro primo regalino per leoncina/o:

Poi oggi tra una lezione e l’altra ho pranzato alla Cafeteria del College. Panino preconfezionato. Come vedete mi hanno legnato, ma era davvero buono buono buono:

Poi ho ricevuto due belle email che mi hanno davvero riempito il cuore. Alessia, donna dal cuore grande, e Maggie, con cui sono davvero felice di essermi chiarita.

E per ultimo, un grazie.
Ho aspettato qualche giorno per annunciarlo perche’ in pieno uragano polemico qualcuno si e’ defilato, ma ad oggi siete centodue, e il numero mi lusinga davvero. Grazie a tutti, condomini fissi e visitatori occasionali. Oggi sono felice anche grazie a voi.

Il Piccolo Libro degli Istanti Perfetti
piccoli istanti perfetti
Annunci