Allora, tu che vai in giro saccheggiando idee dagli altri… Io sono un’onnivora e ho un sacco di tempo libero, certo le altre non lo sanno, ma e’ proprio brutto vedere che hai scopiazzato alla grande senza citare la fonte. Non sta bene. Non e’ che sei meno intelligente se metti il link, anzi, vuol dire che qualcosa ti ha dato da pensare e che qualcun altro, come te, puo’ fare altrettanto.
Ma questo e’ nulla dai.
Io quello che non sopporto sono le blogger che fanno le communiste cosi’ e pero’ poi fanno i distinguo.

Cioe’, oggi c’era una notizia sul giornale:

Lascia le tre figlie sole in auto per fare la spesa. La mamma denunciata per abbandono

Allora, in Italia la regola e’ questa. Non e’ che siccome sei romeno e’ diverso. Il romeno che vive in Italia deve stare alle regole italiane. Quindi se ti scrivo che per una cosa del genere puoi essere segnalato ai servizi sociali non e’ che mi dai contro perche’ ho rotto l’incantesimo di questi bimbi stranieri meravigliosi che vivono badando a loro stessi gia’ a 4 anni e i nostri sono rincoglioniti.

Pero’ i commenti erano tutti Aaaaaah che bello. Aaaaaah che bravi. Aaaaah ai miei tempi andavo a comprare il pane da sola a tre anni (si, forse a Roccastrada, perche’ a Roma t’arrotavano gia’ nel 1975). Se pero’ l’avessero letto sul giornale? Aaaaaah che madre degenere! Aaaaaah che incosciente!! Aaaaaah che donna incapace! E invece no, lo dice lei, nessun distinguo. Che fassstidio le pecore mamma mia.

Poi, lo avete rifatto. Cioe’, lei vi racconta che sta di merda, che pensa cose tristi, che vorrebbe che le cose andassero diversamente, e voi? Non ci pensare. Cioe’, io sto male per una cosa reale e seria e tu mi dici non ci pensare. Allora non hai capito.
E poi, non mi dite che sono gli ormoni, perche’ io i giramenti di balle ce li avevo pure prima. Dire che una donna e’ triste, o arrabbiata, o euforica, per colpa degli ormoni e’ proprio brutto. A voi vi fa rodere quando vi dicono Eh, che c’hai il ciclo? Ecco, a me non mi dite Eh, sono gli ormoni. Un cavolo, senti.
Per non parlare di chi fa riferimento alla mia professione, ma vabbe’, a quello sono abituata, perche’ uno psicologo mica si puo’ arrabbiare.
Poi, scrivo una cosa che mi hanno riferito, tu commenti con falso nome tanto per darmi addosso perche’ mi hai bannata e credi che il mio gioco quotidiano sia sputare sull’Italia. O forse il tuo gioco e’ contraddirmi. Ma rifletti bimba, se tu qua non ci stai bene non e’ un problema mio, e che l’Italia funziona male si sa, mica e’ un’opinione.
Poi, ok, sei una stalker divisa per due. Fai tu eh, ma tutta sta dimostrazione di quanto sei faigah, ma non hai nient’altro da fare? Pero’ preferisco quell’altra, sara’ divisa per dieci, ma almeno non e’ aggressiva, anche se fa la finta tonta.
Ne ho altri? Uh si’. My. Amore mio, non mi puoi cominciare la giornata parlando di Berlusconi e di tua madre insieme. Non ce la posso fare. Poi dici che mi incazzo.
Ah no ma so’ gli ormoni.
Annunci