Pirati della Florida da St. Augustine a Gasparilla Island

Le acque della Florida si racconta siano state a lungo invase da pirati e bucanieri, tanto che molte cittadine qui vantano tra le proprie attrazioni turistiche, soprattutto per i bambini, un giro sulla barca dei pirati. Che si tratti di una leggenda o di storia, resta il fatto che sia la costa Atlantica che quella del Golfo abbiano costruito parte della loro identita’ su questo mito.

La Florida fu scoperta nel giorno di Pasqua del 1513 dallo spagnolo Ponce de Leon, che aveva gia’ scoperto Portorico e continuava a cercare la Fonte dell’eterna giovinezza. Arrivato sulle coste della Florida credette di aver trovato Bimini, chiese l’autorizzazione al governatore spagnolo per colonizzarla e attraverso’ nuovamente l’Atlantico. Una volta giunto nell’area di quella che oggi e’ Charlotte Harbor, nei pressi di Fort Myers, trovo’ gli indiani a difendere il loro territorio e venne gravemente ferito. L’esploratore lascio’ in eredita’ il nome, originariamente Pascua Florida, e il percorso di navigazione attraverso la corrente del Golfo: questa rese la Florida destinazione strategica per le imbarcazioni provenienti dalla Spagna dirette ai Caraibi e al Sud America, che di conseguenza divennero prede ambite dai pirati.

Il primo governatore della Florida fu l’ammiraglio spagnolo Don Pedro Menendez di Avila che aveva proprio il compito di tenere lontani pirati e invasori di altre nazioni, soprattutto criminali in cerca di fuga. I piu’ famosi pirati che hanno invaso le acque della Florida sono:

Anne Bonny, che non ha mai guidato un nave, ma che con Mary Read e’ tra le uniche pirate donna della storia.

Edward Teach, o Blackbeard (Barbanera), il piu’ feroce e temuto pirata della storia.

John Rackham, anche noto come Calico Jack, amante di Anne Bonny.

Sir Francis Drake, che cerco’ di invadere la Florida diverse volte per ordine della Regina Elisabetta I.

Captain Kidd, il cui tesoro sepolto e’ stato una leggenda per secoli (e poi trovato tre anni fa in Madagascar).

Stede Bonnet, il pirata gentiluomo che veniva da una famiglia benestante.

Henri Black Cesar, uno schiavo che divenne il piu’ famoso pirata della Florida, fu tenente di Barbanera.

John LaFitte, un pirata di origine francese che si racconta abbia soccorso Napoleone in esilio e lo abbia portato in Louisiana.

Robert Searle, un pirata giamaicano che lega la sua leggenda alla citta’ di St. Augustine.

via Naples Herald

St. Augustine

Il piu’ antico insediamento europeo in Nord America, St. Augustine era il bersaglio preferito dei pirati. Nel 1586 l’assalto di Sir Francis Drake fini’ con la cittadina completamente saccheggiata e poi rasa al suolo. Ottanta anni piu’ tardi il pirata Robert Searle attacco’ nuovamente St. Augustine con l’intenzione di depredare i forzieri pieni di monete d’oro, lasciando dietro di se’ morte e distruzione. Fu allora che gli spagnoli decisero di fortificare la citta’ e nel 1672 inizio’ la costruzione del Castillo de San Marcos.

via Where Traveler

Monete d’oro e manufatti artigianali sono tuttora conservati nel Pirate and Treasure Museum di St. Augustine, di fronte al castello.

via Where Traveler

Fernandina Beach

A brevissima distanza da St. Augustine c’e’ Amelia Island, meravigliosa isola che nel corso dei secoli e’ stata destinazione per pirati e mercanti di schiavi, liquori e merce rubata che veniva seppellita da qualche parte. Fernandina Beach ha fatto di se’ il simbolo di queste incursioni e ogni anno ospita nella prima settimana di maggio il Eight Flags Shrimp Festival che inizia con la Pirate Parade e il Pirate Ball, come gia’ raccontato nel mio post su questa deliziosa cittadina.

Gasparilla Island

Gasparilla Island e’ un’isola collegata a Boca Grande, Golfo del Messico, attraverso un breve ponte. Il suo nome proviene da quello del pirata Gasparilla, forse piu’ una leggenda che una reale minaccia, che terrorizzo’ la zona del Golfo tra il 1783 e il 1821. Durante questi quarant’anni Gasparilla catturo’ navi, uccise uomini e rese le loro donne sue concubine, tutte portate sull’isola di Captiva – da cui deriva il nome.

La storia che pero’ ha reso famosa Gasparilla e Charlotte Harbor risale a qualche anno prima.

Quando il Re Filippo di Spagna sposo’ la Duchessa di Parma Isabella Farnese, lei rifiuto’ di consumare il matrimonio a patto che lui le regalasse i piu’ rari gioielli al mondo. Nel 1715, undici galeoni spagnoli salparono dal porto dell’Avana con 41 forzieri pieni di smeraldi e una carrozza ricoperta di oro. Le navi vennero colpite da una tempesta proprio fuori le coste del Golfo della Florida e affondarono nell’Oceano Atlantico con il loro carico di gioielli e preziosi oggetti di artigianato.

via Pinterest

Il Gasparilla Pirate Festival e’ a Tampa, a fine gennaio.

Annunci

2 pensieri su “Pirati della Florida da St. Augustine a Gasparilla Island

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.