Ieri leggo questo post e un brivido mi corre lungo la schiena mentre penso No, non puo’ essere ancora in bozze.
Ebbene si’.
Qualche settimana fa ho conosciuto Baby e Il Tecnico di passaggio qui in citta’. Whatsapp come sempre aveva creato quella fantastica cornice per cui quando ti vedi sembra di conoscerti da sempre, tanto che loro sono rimasti un po’ sorpresi quando me li sono sbaciucchiati come vecchi amici. A dire la verita’ con Baby ci eravamo anche sentite al telefono, mesi fa, e mi aveva colpito tanto la sua bella voce. Del Tecnico avevo solo visto una vecchia foto e mi aveva fatto subito simpatia. Il giorno che ci siamo visti in 3D ho passato i primi dieci minuti a cercare di entrare nell’accento del Tecnico, che parla velocissimo.
No, e’ italiano.
Lo sbirciavo dallo specchietto retrovisore come si conquistava laPicci a tempo di record, la quale gli offriva il suo ciuccio – della Roma, non so se il Tecnico e’ un tifoso, ma ecco, quel ciuccio li’ per il papa’ laPicci vuol dire tanto.
Abbiamo trascorso insieme poche ore alla fine, ma ci siamo divertiti e chiacchierato tantissimo, grazie anche ad Ilaria che passava anche lei di qui e abbiamo fatto una piccola comune. E sono stati fortunatissimi perche’ le due notti successive bimba ci ha messi a dura prova.
La coppia Baby/Tecnico e’ fantastica, sono l’uno la spalla dell’altro e ridono di loro in continuazione. O comunque, messi insieme sono davvero esilaranti anche se non intendono suscitare il riso. Ormai non riesco a non pensare alla prova del morto durante la notte, e c’e’ da dire che il Tecnico deve avere il sonno davvero pesante 😀
Poi abbiamo scoperto una comune passione per l’alta cucina.

papa johns pizza

Poi ad una certa e’ addirittura tornato My (si’ pensate, ogni tanto si ricorda di tornare andare a casa) e tirare fuori salame, formaggio, pita chips e tortilla piccanti e’ stato un attimo. Non ho mai saputo se poi hanno gradito le mie preziose indicazioni di acquisto da Sam’s Club, una delle poche locations in cui trovare qualcosa di italiano senza lasciarci uno stipendio.

Unico inconveniente della serata e’ stata la totale assenza di alcool, almeno per me che ormai sono diventata una social drinker.

Baby, spero torniate presto a trovarci perche’ dobbiamo ancora passare da Casola’s. E soprattutto per avere un altro completino da cheerleader.
Il giorno dopo, Baby e Tecnico non vogliatecene, Ilaria, laPicci ed io siamo stati a pranzo da My. Peccato il gran vento, ma come al solito ci siamo godute tantissime belle chiacchiere (per la prima volta in tanti mesi ero davvero, davvero rilassata!) un magnifico ceviche e panorama.
Amici tutti che fate, tornate?

Annunci