Comodita’ per la Picci

Il pacco stavolta e’ grosso. Ma grosso grosso. E pesante.
Apro.
Non ci credo.

La sdraietta!!!
Biglietto. Cerca. Apri.
Non ci credo.

La chiamo.
Perche’ Ilaria ed io ci scriviamo praticamente ogni giorno da quel famoso giorno ma non ci eravamo ancora mai sentite. Lei segue il blog da mesi, dapprima commentava solo una volta ogni tanto, tant’e’ che la prima volta che le chiesi di palesarsi la richiesta cadde nel vuoto. O forse volutamente ignorata, chissa’, non ho insistito proprio perche’ molte persone preferiscono rimanere nell’anonimato, com’e’ giusto che sia.
Torno’ mesi dopo ed ebbi la conferma che si’, era la mia vicina di casa che vive un po’ piu’ a nord di Miami. E poi quel giorno li’, toccata dal mio dolore, mi scrisse una mail e iniziammo a tenerci in contatto su whatsApp. Abbiamo scoperto di avere molte cose in comune, Florida a parte. Ilaria e’ una persona molto generosa e attenta agli altri. Mi ha resa partecipe dei preparativi al babyshower di una sua collega di lavoro, mi ha mandato delle indicazioni per un farmaco, mi ha fatto capire delle cose che per me erano ancora nebulose, mi ha suggerito delle soluzioni pratiche e mi ha anche assistita durante il nostro primo shopping per la baby – perche’ grazie alla sua pazienza e alla sua disponibilita’ e’ diventata un’esperta personal shopper. E poi conosce bene quelle maledette emozioni altalenanti li’, di quando sei expat e vorresti che lo spazio e il tempo non esistessero, ma soprattutto lo spazio, che il tempo puo’ venire anche dopo se solo lo spazio fosse azzerato, lei ci si ritrova in pieno.

L’ho chiamata ed e’ stato un attimo passare tre quarti d’ora al telefono, ma povera che stava pure lavorando. Ho avuto conferma di quello che pensavo di lei, e’ una persona molto sensibile e concreta, lucida nella sua pianificazione, attenta alle esigenze degli altri perche’ estremamente empatica. Le ho scritto, giorni fa, che la vita a volte spariglia le sue carte e si fa beffe dei nostri programmi, e al telefono l’ho sentita cosi’ sincera, e proiettata verso il futuro, che spero per lei che la soluzione arrivi presto nella direzione che lei desidera. Con quel po’ di Q che io ben conosco, e che spesso arriva a chi sa sperare.
Solo che, zia, non l’ho mica montata la sdraietta. E’ tutta un coso da avvitare, e incastrare, che in questa casa piccina poi mi tocca rismontarla, e allora la vedrai quando sara’ piena, come tu stessa hai chiesto. E’ bellissima pero’, piena di colori e con la vibrazione che simula i movimenti della macchina O.O

Ma senza telecomando :DD
Grazie Ilaria, amica virtuale sempre vicina. Sono sicura che ci conosceremo molto prima di quanto non immaginiamo.

Annunci

0 pensieri su “Comodita’ per la Picci

  1. Mi hai commosso! Come ti ho già detto, tu non hai idea di quanto confrontarmi, vedere che altri provano le stesse emozioni stando lontani da casa mi sia stato utile. Adesso siamo passati ad uno step successivo, ma ogni giorno mi meraviglio di quanto sia facile capirsi con persone che alla fine sono “estranee” mentre quelle che dovrebbero conoscerti da una vita latitano. Questa amicizia, e quello che ho imparato con essa sono nella top 10 delle cose buone di questa avventura oltreoceano. Passando alle cose meno serie: visto che conosco decine di genitori con gli occhi cerchiati dal sonno che mettevano il pupo in auto e macinavano chilometri per farlo addormentare, credo che tu e my mi ringrazierete un bel pò per il movimento simil-auto! E no, non ero restia a palesarmi, ero solo moooolto imbranata con questo mezzo di comunicazione! Poi, come molte altre cose in cui mi sento imbranata, mi son detta: ilaria, sai far funzionare un microscopio che costa centinaia di migliaia di dollari, vuoi vedere che non capisci come postare qualcosa in un blog?!? Il resto è storia 😉

    Mi piace

  2. ohhhhhhh io ne so tanto di amicizie virtuali che diventano BIG SIZE!!!ho capito adesso monti la sdraietta e insomma avvita qua sbaglia là ti ritrovi con un'amaca!bella storia !!sandra frollini ilaria è il nome + bello del mondo

    Mi piace

  3. Sono sempre più dell'idea che le amicizie virtuali siano salvifiche. Nel tuo caso poi c'è anche la possibilità che possiate incontrarvi dal vivo, quindi è magnifico. In quanto alla sdraietta, anch'io ricordo che è stata una mano santa nei primi mesi…

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.