Ora che siamo un po’ piu’ intime…

La mia amica Georgia Peach sta aspettando questo post da settimane, gliel’avevo promesso. Il punto e’ che noi donne ci confidiamo questi aspetti della vita, soprattutto quando poi ci trasferiamo in un nuovo continente e abbiamo bisogno di informazioni. Ricordate la storia del detergente intimo, no? Bene, oggi parliamo di assorbenti. Maschi, scio’. E tanto per chiudere quel discorso li’, si’, mi sono fatta portare le scorte dall’Italia, ci ha pensato la mia amica Lu.

Ecco, voglio condividere con voi la mia esperienza, magari lo scambio di informazioni sara’ vicendevolmente utile. Sgombriamo subito il campo da equivoci e chiariamo che io uso gli Ob solo raramente (qui quasi introvabili, Tampax cartonati anche no, thanks), per il resto sono old style e vado di pads, se qualcuna si stesse chiedendo come si chiamano qua, o liners. Il mio primo acquisto furono questi. Bellini, vero? Colorati, si’, e davvero fighi. Peccato fossero abbastanza rigidi, a proposito di cartone. Ora anzi che hanno un po’ rinnovato il packaging, e’ ancora piu’ accattivante, e leggere curves mi fa pensare che qualcosa abbiano modificato, ma ecco, bona la prima, non li ho piu’ comprati.

Una caratteristica dei Kotex e’ pero’ che hanno la direzione. Cioe’, tu li apri e cerchi la parte leggermente a punta, sia mai che te dovessi sbaglia’ e mettere il dietro davanti, ma scherziamo? Insomma, niente a che vedere con le frasi informative sul ciclo mestruale che leggevamo sui Lines Petalo Blu.

Qui in America (credo ovunque ma smentitemi) il mercato e’ saturato da Kotex e Always. Ecco, gli Always sono i Lines d’America. Buona qualita’, un po’ piu’ costosi, ma vale la pena, o almeno per me. Tutte le altre marche sono imitazioni, alcune anche ben fatte, eh, tipo gli Equate che ho usato dopo il parto e che trovavo da Walmart. Ecco, considerate che post partum ho usato degli assorbenti di quelli grossi e per la notte, non ho mai preso quelli fatti appositamente e che costano tantissimo. Non indossavo quei materassini di cotone da circa dieci anni, da quando cioe’ mia madre ando’ in farmacia a comprarmi degli assorbenti e torno’ con questo pacco di Lines annnntichi, alti un dito, come si usavano quando ero ragazzina (e non sapete che vi siete perse, giuovincelle).

Quando andrete a fare il vostro acquisto, attenzione alla confezione. Qui ho trovato gli assorbenti piu’ grossi che abbia mai visto nella mia vita, roba che i nostri notte sono i loro salvaslip (pantyliners). Non potete capire. E se vi sbagliate a prendere la misura correte il rischio di ritrovarveli fuori dai pantaloni. Fortuna che sono alta e consumo centimetri, va’.

Poi ormai vi sto raccontando proprio tutti i fatti miei e allora sappiate che io sono ingegnere del ciclo. Siccome di solito non e’ che abbondi cosi’ tanto, ho assorbenti di varie misure: regolari con ali per i primi giorni, poi passo a quelli ultra sottili e poi ai Carefree lunghi. Yes, avete capito bene. Proprio per il discorso appena fatto, qui i salvaslip esistono anche misura transatlantico, mentre al contrario quelli che da noi sono i classici Carefree qui sono leggermente piu’ stretti e sottili (e costano un’inezia, tipo 40c).

Renata ha scritto che i puritani bigotti Americani non mettono gli assorbenti nel carrello e che se li fanno spedire a casa. Non so, qui in the deep South siamo molto sfacciate e mostriamo a tutti quello che compriamo, o forse saro’ io, non ho idea. Voi che fate?

Ah, e da ultimo: sempre in quei giorni li’ in cui noi usiamo il paracadute (questa la capiscono solo dai 35 in su), c’e’ maggiore bisogno di acqua,e siccome come sapete qua c’e’ penuria di bidet, e che quelle doccette portatili, si’ belle ma un po’ scomode, ecco, volevo mostrarvi la mia soluzione,

35 centesimi di bottiglietta riempita con normalissima acqua ma voi potrete sbizzarrirvi. Ma se volete farvi due risate, in rete ho trovato anche le istruzioni per l’uso di una bidet bottle.

Annunci

58 pensieri su “Ora che siamo un po’ piu’ intime…

    1. Ma sei giovane!! C’era la pubblicita’ dei Nuvenia Pocket che diceva che “in quei giorni li'” si poteva perfino lanciarsi col paracadute! In rete sono sicura che c’e’ la parodia di Francesca Reggiani 😀

      Mi piace

  1. Ma va’… che io ho visto uomini con assorbenti vari nel carrello! Se qualcuno se li fa’ spedire e’ perché li trova che costano meno! Ma le bottigliette sono quelle che ti danno in ospedale quando partorisci, vero?
    Comunque io uso la Diva Cup da qualche anno e mi trovo bene, e per chi chiede come si fa’ senza bidet… si fa’, si fa’… 🙂

    Mi piace

      1. mi ricordo che qualche anno fa si trovavano pure gli assorbenti Always con le salviettine attaccate ad ognuno..non li ho piu` visti pero`…mia figlia adora i Kotex tutti colorati, io preferisco gli Always..ok adesso ho svelato tutto di me!

        Piace a 1 persona

  2. Ricordo la valigia piena di assorbenti quando sono arrivata in Kuwait. Arrivavo dall’esperienza libica che era stata qualcosa di terribile. Cmq dopo un paio di anni dal mio arrivo in Kuwait sono arrivati i Kotex e ti assicuro che erano molto meglio di quelli precedenti che sembravano cartavetra, non cartone!!!
    Comunque pure io appartengo alla categoria delle super sfacciate, piazzo nel carrello numerose confezioni di assorbenti, anzi ho mandato pure il marito ad acquistarmeli in Kuwait sotto gli sguardi incuriositi delle arabe!!!

    Mi piace

  3. A me la doccetta l’han data all’ospedale quando ho partorito. Mi ha cambiato la vita e veniva tenuta come una reliquia. Cmq non solo gli assorbenti americani sono decisamente più scarsi, anche i pannolini da bambino non hanno paragoni. Gli stessi Pampers o Huggies che esistono in entrambi i paesi, in Italia potevo tenerli ai bimbi 12 ore, in america dopo 4 giá straripavano… Chissá perchè.

    Mi piace

  4. Ahahahah gli assorbenti con le ali ho fatto in tempo a conoscerli, e ne ho 34 e ahimè pure i ‘materassi” per il primissimo ciclo. Per fortuna quelli con le ali sono arrivati subito altrimenti avrei strozzato mia madre. Ma ora son pad free e moon cup forever 🙂

    Mi piace

  5. Io con gli assorbenti mi trovo bene qui, ENORME scelta anche di quelli non sbiancati chimicamente (organic)…comunque mi avete fatto fare due risate, poi Vale tu con le salviettine like there’s no tomorrow mi hai fatto ammazzare dalle risa ahahahahahah ….io ormai in quei giorni faccio l’acrobata sul bordo vasca in mancanza del nostro carissimo bidet 😀

    Mi piace

  6. In Italia alcuni assorbenti mi facevano venire “le pulci nel sedere”, sono evidentemente un pochino allergica a qualcosa che contengono. I Nuvenia erano tra i decenti, accostati agli Ob. Qui in Germania, anche noi disperati senza bidet, li ho provati tutti, compresi gli Always, e niente, tutte pulci. Mi sono convertita alla Meluna e tanti saluti.
    Per il bidet mancante, anche io faccio le acrobazie sul bordo vasca. Solo che per arrivare alla vasca saltello con le braghe calate dal bagno dove c’è il cesso al bagno dove c’è la vasca (e la doccia e il lavandino). Io non ci credo che i tedeschi lo fanno: alla terza volta comprerebbero il bidet.

    Mi piace

  7. Vado di coppetta perché pure in Australia gli assorbenti fanno pena. Ci ho provato la prima volta presa dal panico assenza bidet ma dopo averlo testati…no grazie!

    Mi piace

      1. Ero molto scettica, ho deciso di fare la prova e mi si è aperto un mondo, mi sono data della cretina per essere stata così restia prima.
        Per un anno ho usato la meluna, da qualche mese sono passata alla moon cup ed è ancora migliore, perfino nei giorni iniziali, quando ho le cascate, la tengo tutto il giorno e tutta notte vuotandòla solo mattina e sera.
        Con gli assorbenti era un incubo, avevo le piaghe per il contatto col sangue e prurito continuo, adesso zero su zero e anche il senso di igiene è favoloso, come non avere il ciclo

        Piace a 1 persona

  8. anche io always…. quelli belli spessi pero’ 😦
    e ogni volta che torno in italia mi compro come souvenir una scatola di lines, sempre belli spessi….
    e quando ho il ciclo e non ho il bidet ho solo tanta voglia di piangere e dare testate contro le pareti del bagno, mi trattengo solo perche’ so che sfonderei le pareti

    almeno quando abbiamo rifatto i bagni abbiamo messo il doccino con il tubo flessibile

    non sapevo esistessero le salviettine da signora oltre a quelle da baby… dovro’ cercarle 🙂

    Piace a 1 persona

  9. Always (assorbenti e proteggi slip), Tampax (ma non di consueto) e salviette baby sempre in borsa (quelle per donne costano il triplo!). Non ho il bidet, ma mi sono montata la doccia stile italiano con la “hand shower” e ogni volta che serve mi infilo in doccia, uso il Summer’s Eve e lavo quello che serve (ne trovi anche da 50-70 $) 😉
    (Qui si trovano gli ob ma, come per i tampax, non sono tra i miei preferiti.)
    Io metto tutto nel carrello e amen, anche se a volte mi viene in mente che chi vede gli Always anzicche’ i Tampax pensa che sia preistorica 😀
    ah, 32 anni: anch’io al primo ciclo materasso Lines e ricordo quello spot Nuvenia 😀

    Mi piace

  10. Ciao a tutte/i 😉

    Alle ragazze che usano la coppetta una domanda tecnica (forse dovrei cercare su altri siti, scusate), ma lo svuotamento dive avviene esattemente? Una donna una volta mi disse che lei la svuotava nel lavandino.
    :-/

    Piace a 1 persona

  11. Io quella del paracadute l’ho capita, ma ci tengo a dire che il mio must assoluto in fatto di pubblicita’ di assorbenti e’ tutt’ora “io, anche essendo indisposta, tu mi hai visto fare la verticale”. Praticamente un evergreen.

    Mi piace

  12. Ero molto tentata dalla coppetta, ma ormai credo di essere in pre-menopausa sparata, non vale la pena di fare grossi cambiamenti io che sono abbastanza abitudinaria. Non ho mai usato un assorbente interno, ora mi piacciono molto i lines “è” che però sono davvero costosi quindi li alterno. Avendo 46 anni ho visto un mondo, paracadute, verticali, ma anche mutandine igieniche, e in effetti dimensioni che a ripensarci era un vero casino. E comunque darei il Nobel all’inventore delle ali.

    Piace a 1 persona

  13. Scusate, mi è scappato il tasto Rispondi prima di finire di scrivere il commento! 😄

    Dicevo, ragazze belle, leggendovi ho scoperto che non solo la sola expat ad essermi posta problemi filosofici sulla fenomenologia dell’assorbente al di fuori dei confini italici 😊

    Io vivo ancora nell’era pre-coppetta, in Belgio ho scoperto gli Always e, nonostante mi procurino qualche pruritino, continuo ad usarli perchè sono gli unici che mi aiutano a non affogare nel laghetto di sangue che produco i primi due giorni di ciclo… Però penso proprio che mi convertirò alla coppetta!

    Grazie per questo post!!!

    Mi piace

  14. Io sono di poche pretese ed evidentemente ho una pellaccia: uso anche quelli sottomarca a 1 euro e mi trovo bene. Rigorosamente sottili e con ali. E dopo il parto i Tena Lady non li ho tollerati, mi pareva di avere un cuscino piantato nel didietro, per cui ne ho usati altri piu’ sottili. Comunque sai che quando ebbi la prima mestruazione (a 13 anni mi pare) non dissi nulla a nessuno? Andai avanti giorni e giorni in incognito finché mia madre mi sgamo’ per puro caso, ed ero già alla fine. Poche ore ancora e non l’avrebbe saputo, acc! 😀

    Piace a 1 persona

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.