Stereotipi su Miami

Miami e’ spesso accompagnata da una serie di stereotipi che si rinforzano fondamentalmente a causa del tipo di turismo che la contraddistingue. Ho deciso di scrivere un post per smentire le tante voci che non rendono giustizia a questa citta’.

Partiamo innanzitutto dalla geolocalizzazione: Miami e’ quella indicata dalla freccia.

SI TROVA SULLA TERRAFERMA.

map of miami (boundaries)

Quella che voi turisti frequentate esclusivamente maggiormente, quella cosa sulla destra barrata da una X, no, quella si chiama Miami Beach, e’ un’altra citta’ e non assomiglia per niente al resto di Miami.

Miami city limits
I confini della citta’ di Miami

Passiamo ora alle varie notizie.

A Miami non c’e’ niente da vedere

view of the port of Miami

Chiaro che no, se quando venite state solo sulla spiaggia. E chiaro che no, se paragoniamo le Everglades al Colosseo. Miami e’ una delle grandi citta’ piu’ giovani degli Stati Uniti, venire qui e cercare pietre di 3000 anni e’ un errore enorme. Qui sono gli alberi ad avere 3000 anni, posso capire e condivido che sia meno interessante rispetto ai nostri canoni culturali, ma allora non muoviamoci dall’Europa, no?

Buttarsi sulla spiaggia e non attraversare mai una volta la McArthur Causeway oppure la piu’ bella Venetian Causeway in senso opposto e’ ugualmente un errore. Cioe’, liberissimi di fare una vacanza di questo tipo, ma poi non dite Eh a Miami non c’e’ niente da vedere. Siete voi che non avete voluto vedere niente!

Nei confini della citta’ di Miami avete:

Se poi allarghiamo un minimo gli orizzonti aggiungete pure

Villa Vizcaya Miami - oceanfront

Lo so che mi dilungo troppo. Volete una piccola guida?

Beati voi che state in spiaggia tutto l’anno

Come tante persone che vivono al mare, noi miamensi la spiaggia la vediamo poco. Un po’ perche’ quando ci vivi la dai per scontata, un po’ perche’ al fine settimana ci sono feste di compleanno di classe o attivita’ sportive, un po’ perche’ se fanno 18 gradi abbiamo freddo, un po’ perché lavoriamo.

Pero’ ecco, io come tanti locals alla Beach non ci vado.

Leggi anche: Le 16 spiagge di Miami (non una, carissimi. SEDICI)

Ma come non vai a Miami Beach?!

Parcheggio introvabile, traffico, confusione, tutto e’ piu’ caro, perfino la benzina. Dovrei? L’unica zona che a volte frequento e’ SoFi.

funny map of Miami

Ma come non conosci il locale che ha appena aperto su Lincoln Road

No, appunto.

I residenti di Miami Beach non attraversano mai il ponte

Che poi sono 3. Ma ecco, chi vive a Miami Beach non ha il benche’ minimo interesse a percorrere quelle poche miglia di distanza dal ponte per andare, che so, a Wynwood, il Design District, il Downtown, o alla bellissima Saint Bernand de Clairvoix. Gli dici ci vediamo a Coral Gables: Cheeeeeeee???? Ma sei matto? Ma e’ mezz’ora di strada! Sapessi caro mio, per venire da te il traffico e’ molto di piu’!

Che figa la movida ogni sera

La movida e’ solo in quel posto che dicevamo all’inizio con la X sopra. E non e’ un caso che io abbia scelto proprio la X.

A Miami siamo abbastanza allineati con gli orari americani, e se abbiamo bambini in eta’ scolastica si va a letto molto presto. Miami, a differenza di molte grandi citta’ americane, ha locali aperti fino tardi, ci sono tanti servizi h24 e ci sono macchine in strada a qualsiasi ora. Perche’ essendo una citta’ che vive molto di turismo e servizi, tantissime persone hanno turni notturni.

Museum Park, view across Perez Art Museum Miami

Ma come ti svegli alle 6?!

Vorrei qui aprire una parentesi su cosa e’ socialmente accettato in USA e cosa e’ socialmente accettato in Italia.

In America e’ abitudine svegliarsi presto. Le persone si alzano alle 5, che so, per fare sport. La mia sveglia suona alle 6, non cosi’ presto alla fine. Ma per qualche motivo, secondo gli italiani io che vado a letto alle 10 e mi sveglio alle 6 dopo aver dormito 8 ore sono da ricovero, mentre quelli che vanno a letto alle 3 di notte e si svegliano alle 7 dopo averne dormite 4 sono normalissimi.

A Miami c’e’ sempre traffico e per andare da A a B in ora di punta (cioe’ quasi sempre) ci vuole almeno mezz’ora un’ora. A Miami c’e’ un buon clima e le persone si svegliano presto per fare sport all’aria aperta, oppure perche’ il pulmino della scuola passa alle 6.15. Conosco genitori che iniziano il turno alle 7.30 in ospedale e lasciano i figli a scuola alle 7.
In America ci si sveglia presto in generale, vuoi per frequentare le lezioni, vuoi perche’ in inverno, altrove, la luce e’ poca e le giornate sono corte quindi si cerca di approfittare del sole partendo fin dalle prime ore del mattino. Non e’ ancora certo se la Florida avra’ il suo fuso orario, ma qui nonostante il clima sia decisamente buono tutto l’anno gli orari restano nordamericani. Se la proposta di legge verra’ approvata avremo piu’ luce al pomeriggio, con grande disappunto dei Floridiani perche’ i bambini vanno a prendere lo scuolabus in piena notte.

il ponte per Key Biscayne via Wikipedia

Miami e’ una citta’ violenta

Questo stereotipo e’ in parte vero. Miami e’ una citta’ che storicamente e’ stata molto violenta, soprattutto per quanto riguarda Miami Beach. Negli anni ’80 il traffico di droga e la criminalita’ che vi girava intorno erano incredibili. Ora e’ diventata una citta’ molto piu’ sicura, anche se statisticamente resta piu’ pericolosa di altre citta’.

Ovviamente tutti noi evitiamo la maggior parte delle zone calde e dovreste anche voi.

Miami crime index

A me piace tanto il sito areavibes, qui trovate una onestissima review di Miami, e potrete guardare quartiere per quartiere. Al di la’ delle statistiche resta il fatto che in otto anni qui la cosa peggiore che ci sia capitata e’ stato il furto del motorino sette anni fa. Ah si’ e qualche carta clonata.

Pero’ il motorino e’ stato ritrovato.

Miami non e’ una citta’ a misura di famiglia

Ok, non conosco gli Stati Uniti e non so quali siano i parametri per giudicare una citta’ piu’ a misura di bambino. Indubbiamente una metropoli non e’ di per se‘ a misura di bambino. Ma a me Miami sembra offrire molto alle famiglie. Piu’ della bellissima e tranquillissima Naples. Ma che dirvi, magari mi sbaglio.

15 best family neighborhoods in Miami
pero’ qui a mio parere manca Coral Gables, molto piu’ vivibile di Brickell

Leggi anche: Miami per bambini

Non c’e’ bisogno di sapere l’inglese a Miami

E’ verissimo, non c’e’ bisogno di sapere l’inglese. Si puo’ vivere benissimo parlicchiando spagnolo e il nostro amato italiano, soprattutto a Miami Beach. Ma se volete trovare un lavoro migliore avere un buon inglese e’ indispensabile. A volte un broken English ma un titolo di studio fanno la differenza per iniziare a fare carriera. E noi italiani siamo grandi lavoratori, solitamente facciamo la differenza.

Miami Downtown 2 people taking pictures under the palms next to the ocean

A Miami si mangia male

Miami e’ la food and drink city che sta crescendo piu’ velocemente di tutte. Sono arrivata qui che era una citta’ depressa per la crisi immobiliare e in 8 anni ho visto le cose cambiare ad una velocita’ pazzesca. La qualita’ dell’offerta turistica cresce in rapporto al benessere che ruota intorno a questa citta’. Non e’ una metropoli dal reddito pro-capite elevato, esiste ancora una grande disparita’ sociale che solo una citta’ di frontiera puo’ avere. Ma da 8 anni attira investimenti. Ho visto nascere Wynwood dal niente (come niente e’ quello che la circonda) e farne un quartiere trendy e di sperimentazione culinaria. Il Design District idem, e si e’ costruito un identita’ opposta e di tutto rispetto.

Un certo tipo di residenti resta nella sicurezza offerta da arroz y frijoles (esattamente come gli italiani con gli spaghetti al pomodoro) e da li’ non si sposta, ma la maggior parte dei miamensi e dei turisti stranieri cerca altro. Le Miami Vibes sono caldo, palme, mare, musica latina, alcool e buon cibo internazionale.

a cocktail and some leftover food in the sunset with Miami Downtown on the background
@Rusty Pelican – via Yelp

Ma in fondo pure questo e’ un po’ uno stereotipo.

5 pensieri su “Stereotipi su Miami

  1. Veramente chiaro e utile come altri post di Erolucy. Siamo prossimi a trasferirci io e mia moglie, abbiamo il visto E2, ed io ho difficoltà a distinguere Miami da Beach nonostante sia già venuto parecchie volte. E poi questa descrizione della città me la sta facendo sentire più ” vicina”.

    "Mi piace"

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.