Ieri sera guardavo un programma su Rai3 e ascoltavo attonita una Giovanna Botteri, che tra l’altro dovrebbe cambiare parrucchiere, raccontare eccitatissima (senza sorbirvi Mannoni, andate al 30′) degli scontri di Vancouver a seguito di una partita di hockey persa dalla squadra di casa: “Non si era mai assistito ad una cosa del genere!!!”, raccontava col sorriso sulle labbra la giornalista parlando di città in fiamme e poliziotti in ospedale, ed io ero sbalordita da questa doppia comunicazione così simile a quella della scissione schizofrenica.
Oggi ho trovato altre notizie sull’episodio, ma di tutt’altro tenore, come riportato da Vanityfair.it. E’ stato ribattezzato Il bacio di Vancouver:

Fine del mistero. I due ragazzi fotografati mentre si baciano durante gli scontri dei giorni scorsi a Vancouver ora hanno un nome e un volto. Scott Jones, aspirante comico australiano, e Alex Thomas, la sua ragazza canadese, sono stati identificati. […]I due si trovavano allo stadio per la finale, e sono rimasti intrappolati tra la folla. Il padre del ragazzo ha raccontato: «Si trovavano tra i tifosi e la polizia che caricava. Alex è stata colpita da uno scudo ed è caduta a terra. Scott ha cercato di confortarla, baciandola per dirle “Andrà tutto bene”, e il fotografo ha catturato quel momento» 

Credits: GettyImages
Credits: GettyImages
Nessuno dei due ragazzi pensava che la foto avrebbe fatto tanto scalpore. Tra pochi giorni a Scott Thomas scadrà il visto, e ritornerà a casa in Australia. Forse la sua storia con Alex finirà. Intanto, è immortalata per sempre in quella foto che tutto il mondo conosce.

La foto di Richard Lam ha ribaltato completamente la notizia originaria, svuotandola del significato aggressivo degli scontri e spostando l’attenzione su un atto di amore. Vero o verosimile, poco importa.

                         

Commento aggiunto il 24/6: 
è stato divulgato il video che mostra quello che è accaduto davvero quel giorno. Non era verosimiglianza. E’ questione di punti di vista, sì. O di prospettive: questa fa emergere tutt’altra emozione rispetto a quelle foto.
Annunci