Bimba inizia a parlare e sono certa che sta attraversando la stessa fase che passiamo noi adulti quando apprendiamo una lingua: la testa va piu’ veloce di quello che la bocca riesce a dire. E cosi’ le escono frasi sintetiche tipo Mamma-asse-appe che io, grazie al contesto, riesco a comprendere che intenda dire Mamma metto le calze e le scarpe, o piu’ difficile quando dice Bakdjhnkahd papa’, ed io capisco, sempre grazie al contesto, che vuole dire Questo biscotto me lo ha dato papa’. Poi c’e’ Pio, che sta per pioggia, curioso, no?, mentre altre volte, come stamattina, Abdiu, mama’? non so cosa voglia dire, ma magari parla spagnolo ed e’ colpa mia.

Poi pero’ immagino anche si senta frustrata da questa continua condensazione di parole, voglio dire, pure noi vorremmo poter articolare una lunga frase in inglese ma l’unica cosa che ci esce fuori e’ But you have told me that it would have been different, e pensa che c’avevo in capoccia. Insomma, ogni tanto laPicci mi parte col bulu bulu bulu ptiu’ ptiu’ ptiu‘.

Ve lo ricordate?

E’ una fase normale o ho partorito un Pokemon?

Annunci