Pochi giorni fa ho visto il nuovo aspetto della mia amica iraniana, che ormai frequento solo in facebook. Eravamo compagne di classe durante il corso EAP intensivo, la piu’ bella esperienza che ho fatto qui, poi ognuna di noi ha preso strade diverse per la laurea e non ci vediamo piu’. Mettiamoci pure che lei era proprio giovane, 20-25 anni.
Era arrivata qui con la famiglia e la mamma aveva un’attivita’ di catering che metteva l’acquolina. Ora non so bene come esprimere questo concetto senza sembrare offensiva, ma ecco, lei era parecchio acerba. Lo era come tante adolescenti ancora un po’ sgraziate e mascoline, era in sovrappeso, aveva una bellezza incolta, che non curava.

Ora si e’ trasformata.

Ora e’ una donna che sembra sicura di se’, che cura il suo aspetto fisico ed il trucco, che e’ diventata consapevole della sua bellezza e che sembra aver fuso la cultura araba di appartenenza a quella americana di adozione.

thecreatorsproject.vice.com

Al di la’ del fatto che sono passati due anni e che avra’ scoperto il sesso sara’ anche maturata nella consapevolezza della sua femminilita’, resta il fatto che vivere in una certa cultura influenza anche l’attenzione all’aspetto fisico. Gia’ detto tante volte, se in Italia non uscivo senza trucco manco a comprare il pane, qui mi concedo molta’ piu’ liberta’ in quel senso ma mi sento a disagio se i piedi nei sandali non sono abbastanza a posto.

E ovviamente non e’ solo un problema del mondo occidentale dedito al consumismo, accade anche a chi si trasferisce in un paese arabo.

hellogiggles.com/makeovers-around-the-world

E’ difficile considerarsi completamente indifferenti alla cultura in cui si vive, in qualche modo ne si e’ sempre influenzati, dipende dalla latitudine e dal periodo storico.

hellogiggles.com/37-countries-photography-beauty

E voi avete notato qualche cambiamento in voi stesse da quando vi siete trasferite? Come butta dalle vostre parti?

Annunci