L’infarto è vicino

Sono decisamente sfatta. Alterno un giorno in cui dormo 4 ore ad uno in cui ne dormo 12.
Oggi ho dormito dalle 6 alle 10.
Ieri dalle 3 alle 11.30 (e solo perché mi hanno telefonato).
L’altroieri dalle 23 alle 4 e poi dalle 12 alle 13.30.
Lunedì dalle 1 alle 8 (e avevo cantato vittoria).
Domenica dalle 3 alle 10.
Sabato dalle 22 alle 3.

Tutto questo perché non mi stanco, lavorando solo il pomeriggio. No, lo struscio per negozi non è esattamente stancante. E poi sto leggendo un libro avvincente, che mi fa fare le ore piccole con grande piacere.
Vabbè, passerà ‘sto jet lag, no?

Annunci

0 pensieri su “L’infarto è vicino

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.