Ma secondo voi si puo’ iniziare una discussione – iniziare, perche’ poi ovviamente e’ degenerata verso altri lidi e altre recriminazioni squallide come sempre accade – con la persona che ami, l’uomo piu’ intelligente del creato (si belline, i vostri stanno dietro), quello con le spalle larghe e la U maiuscola che e’ arrivato in groppa al suo destriero e mi ha portata via, perche’ la gente di qui, i latinos, dice che la colpa delle mie nausee sono i capelli della bimba che crescono?
Avete capito bene.
I capelli.
O anche i peli, dicono, che tanto in spagnolo e’ come in inglese, dicono pelos o hair per riferirsi sia ai capelli che ai peli. Immaginate che impressione la ceretta per i facial hair – che comunque non ho.
Sono poco pelosa, grazie a mamma finlandese. E papa’ era rosso, quindi pure lui gran poco mediterraneo. Quando sono nata ero pelata. E sono rimasta pelata fino ad un paio d’anni abbondanti, tanto che mio padre mi chiamava provolone. E pure a La Princi, piccoletta, ci sono voluti un paio d’anni perche’ cominciassero a crescere i suoi lunghi boccoli, e sulla fronte sta combinata proprio come zia, tutta intelligenza la nostra. E allora io gli ho detto, siccome questi non se lo immaginano nemmeno com’e’ il mondo oltre il Canale di Panama, quando nascera’ nostra figlia tu gli dirai Hai visto che sti cazzo de peli nun ce stanno?
E niente, la carogna m’e’ rimasta addosso fino a poco fa, e se n’e’ andata solo grazie a Michela, di cui avevo iniziato a leggere il blog millemila anni fa e poi l’avevo abbandonata e ho fatto male, perche’ mi e’ piaciuta un sacco. E Emy, te lo scrivo qui, le tette a sciarpetta ti vengono dopo che hai allattato e le tue belle sise si riducono a due tubolari fatti con la maglieria magica che puoi comodamente arrotolare attorno al tuo collo. E non ne sono esenti nemmeno quelle con la retromarcia.
A volte dico a My Pensa come sarebbe triste la tua vita se tu fossi fidanzato con una cubana che non capisce la tua nostalgia per la pizza bianca di Frontoni col salame o la mortazza. Ma che te deve rispondere una cosi’ alla saudade, lei avra’ la sua e saranno inconciliabili. Che poi se c’e’ una cosa davvero piatta e’ la cucina cubana, e’ fatta di quattro ingredienti. Nessuno sa spiegarmi, nonostante i fratelli Castro e/o l’embargo (decidete voi di chi e’ la colpa, io ho gia’ discusso troppo per oggi) esistano da meno di cinquant’anni, per quale motivo se Cuba prima era tanto ricca la cucina e’ cosi’ drammaticamente povera.
Qualche settimana fa la moglie del boss di My era in attesa di dare alla luce la loro bimba. Lei e’ tipo peruviana, ora non ricordo, e lui bostoniano. My ha riportato al suo capo il mio pronostico circa un possibile parto nei giorni intorno alla luna piena (la super luna di qualche sabato fa). Lui l’ha guardato con commiserazione e poi l’ha liquidato dicendo che sono credenze popolari e superstizioni. Ci sta, siamo italiani e tanto romantici. Ma allora perche’ io devo sorridere e dire di si a questi che insinuano sulla criniera di mia figlia?
La piccola e’ nata col cesareo tipo il mercoledi’. Non potete capi’ quanti capelli aveva.

Annunci