Mi sembra un secolo che non scrivo. Ieri laPicci ha compiuto un mese (un mese!) ma e’ stata una giornata un po’ difficile, per lei e per noi. Io stanchissima da una notte con piu’ risvegli del solito, My per questioni e fatica sul lavoro, Picci costipata e piagnucolante. Come mi avete detto in tante, risentiamo tutti un po’ della fatica degli ultimi giorni.
Il tecnico alla fine e’ arrivato, si’. La mattina l’omino aggiustatutto, e al pomeriggio l’omino Comcast. Quello che mi chiedo, come sempre, e’ perche’ facciano finta di non parlare inglese. Mi da’ un fastidio assurdo, che poi quello che si crea e’ una situazione ridicola in cui loro parlano spagnolo e io rispondo in inglese. De coccio da ambo le parti.
Abbiamo inaugurato la fascia appena arrivata. All’inizio la piccola non e’ che gradisse tanto la posizione, ma come ha capito che sarebbe stata cullata dal movimento e’ letteralmente crollata. Ed oggi anche io ho potuto fare mille cose in piu’ in casa, marsupiandola. Qui – non so altrove in the US – le fasce sono veramente rare da vedere. Giusto un paio di volte al super ho visto mamme con quella trasversale, ma ieri veramente ci guardavano tutti. Anche perche’ spuntava solo un cappellino rosa, niente piu’.

Ah, si’. Il freddo. Allucinante. E’ arrivato il grande freddo, puntuale. Se non altro mi aiuta nel disfare le valigie e gli scatoloni, mettero’ via le cose estive.
Dopo la spesa siamo andati a cercare l’aspiratore per il naso. Riprendo la domanda di Silvia, a cui la pediatra ha consigliato di lavare il nasino due volte al giorno. In effetti qui quando in ospedale dissi che la bimba aveva il nasino chiuso mi dissero che i neonati si autoregolano starnutendo. Pero’ qualche giorno fa laPicci ha prodotto la piu’ grossa massa che un cosi’ piccolo nasino potesse generare. E non riuscivo a pulirla, perche’ questo coso qui davvero non funzionava. Allora ho ricordato che mia sorella usava un aspiratore; l’ho cercato su amazon e anche se l’idea mi da’ ribrezzo perche’ mi sembra una tortura, forte delle ottocento e piu’ recensioni positive, ho deciso di comprarlo. Non so voi cosa usiate, mamme, insegnate a noi neofite. Per rispondere quindi a Silvia, come ho gia’ scritto nei commenti: quando Picci ha il naso chiuso metto due goccine di soluzione salina, lei starnutisce e si libera. Con l’aspiratore li’ dovrei chiudere il cerchio, perche’ a volte non starnutisce e continua a russare fare le fusa come i gattini.
Insomma, dicevo, andiamo da Babies r Us. Appena arrivati davanti al negozio laPicci fa quello che aspettavamo da circa dodici ore. Decido, so’bbrava io, di pulirla li’ sul sedile posteriore anziche’ nel bagno del negozio, per non doverla rimettere due volte nella fascia.
Il problema fondamentale di un neonato e’ che non ti dice quando ha finito.
Appena tolto il pannolino e’ partito uno spruzzo di cacca a getto che ha investito soprattutto la mia borsa. Io e My scoppiamo a ridere e non la finiamo piu’, piu’ per la disperazione della situazione che per gratitudine, mentre lei visibilmente sollevata si gode la sensazione di liberta’. Pulirla, e pulire il tutto, e’ stato difficilissimo, ma e’ stata una delle cose piu’ divertenti che abbia mai fatto.
E come al solito dovro’ acquistare su amazon, al negozio non c’e’ mai un cavolo di niente.

Annunci