Per il bene dei figli

In Italia si sta consumando uno psicodramma collettivo. Nessuno credeva che Berlusconi avrebbe ottenuto di nuovo tutti quei voti.
Nemmeno io.
Ma come dicevo ieri, in effetti:

Dopo una vita passata a votare pds e pd, stavolta se avessi votato avrei dato il mio voto al M5S, l’ho gia’ detto. Ma mi metto nei panni (brrrrrrrr) di un elettore di destra. Per non far vincere I cummunishti, chi votavano? La Meloni? Giannino? Monti? Siamo seri, su.

Fossi stata di centro destra avrei odiato Bersani e ancor di  piu’ Vendola. Chi avrebbe potuto contrastarli?
E Monti non lo votavano no, c’e’ il traditore Fini.
Astensione, o Berlusconi. Qualcuno Grillo.
Berlusconi.
Ma quello che mi ha colpito ieri, e tanto, sono state due cose. La prima che una ragazza giovane, un mio contatto facebook di cui non so perche’ sono amica e non interagiamo mai, ha scritto pubblicamente di aver votato Berlusconi, lamentandosi, giustamente!, di tutte le critiche che stavano piovendo addosso agli elettori del pdl. E i commenti sono stati pure peggio, quello piu’ gentile e’ stato Sei una stronza. Una grande argomentazione, non c’e’ che dire. Sono vent’anni che Berlusconi viene votato e in vent’anni e’ la prima persona che conosco, la prima persona in vent’anni, che dice Si’, io ho votato per lui. La prima persona che sento che abbia il coraggio di affermarlo a testa alta non e’ un coetaneo. A me questa cosa fa pensare.
Ha vent’anni, era al suo primo voto e ha votato per Berlusconi: il Presidente del Consiglio che era al suo primo mandato quando e’ nata. Ho provato a chiederle perche’ avesse votato proprio lui, non mi ha risposto e posso capirla, ma forse la ragione sta tra quelle scritte sopra.

La seconda e’ stata la considerazione di un altro giovane. Non chiedetemi perche’ tra i miei contatti ci sono adolescenti che non fanno parte della cerchia delle scuole in cui ho lavorato, non ne ho idea, forse risalgono a quando il mio profilo era stretto stretto alla psicologia scolastica, boh. Trovo questo ragazzo molto intelligente e sagace, posta spesso delle brevi considerazioni un po’ sarcastiche ma sempre vere, mi piace l’uso che fa dei suoi pensieri. Insomma lui, non ancora maggiorenne, aspettava i risultati del voto e alla fine con una sua amica commentano amareggiati Tanto e’ inutile.
Ci sono rimasta.
Quando lui e’ nato, Berlusconi era gia’ Presidente del Consiglio. Non ha vissuto altri governi se non una breve parentesi Uliviana, ma lui era piccolo. Da quando ha una coscienza politica questo ragazzo ha assistito impotente ai voti fatti col culo, stavolta si’, di noi adulti. Non ha conosciuto altro mondo che il berlusconismo, con i suoi annessi e connessi, e ne e’ giustamente schifato. E quello che ha aggiunto poi, nel profondo scoramento, era una constatazione sul fatto che la maggior parte dei suoi coetanei stanno pensando di lasciare l’Italia perche’ si vergognano.
Si vergognano.
E’ lo stesso sentimento che provo io quando mi chiedono di Berlusconi. Ma io a vent’anni non ero cosi’ desolata. E non votavo Pci, intendiamoci.
Questa disillusione e’ piu’ o meno quella che sento dire spesso da Jack, ventitre’ anni.
Per questo tempo fa chiedevo ad Annalisa (ha chiuso il blog, peccato), diciotto anni e al suo primo voto, come vedesse la elezioni imminenti.
Quello che penso e’ quello che scrive Andrea Scanzi, uno dei pochi giornalisti con le idee chiare e la schiena dritta. Quello che ha detto in faccia alla Mussolini quello che pensava di suo nonno. Ha scritto

E ora che succede? Succede che Bersani dice di avere vinto (nei suoi sogni) e di sentire la “responsabilità” di governare (ti piacerebbe). Per governare deve inciuciare con Berlusconi in un appassionante iperaccrocchio. Più inciuciano, più M5S sale. Prima si vota, più M5S cresce. Quindi aspetteranno il più possibile (ma non c’è altra strada: a ottobre si torna alle urne). Se va bene, rifanno la legge elettorale e si rivota. Quindi andrà male. Abbiamo il peggiore centrosinistra d’Europa e gli elettori con meno memoria storica della galassia. In confronto a Bersani e derivati, Occhetto era Lenin e Veltroni Marx. Non impareranno mai. Buona catastrofe.

La maggior parte dei miei amici e conoscenti e’ di sinistra, e la maggior parte di loro ha votato turandosi il naso trattenendo il vomito. Molti, piddini e forse anche piu’ a sinistra, hanno condiviso le opinioni del partito prima su Renzi (un berluschino) poi su Grillo (un fascista populista) e i suoi elettori (pecoroni). Non hanno ancora capito che il gioco e’ sempre quello, dividi et impera. Macche’ impera, je piacerebbe.
E questa e’ l’opinione di Michele Serra, un altro che per mesi ha massacrato Grillo e chissa’ se questo De profundis e’ una vera constatazione o solo parole di circostanza:

Ieri su facebook non ho letto un solo commento da parte dei communisti. Tutti spariti.
E quello che mi ha sbalordito e’ stato vedere che razza di liste fossero presenti. Siamo l’unico paese del G8 che me sta ancora con falce e martello nei partiti e nei cuori .

RIVOLUZIONE CIVILE

Rivoluzione civile. Poi e’ Grillo che attenta alla democrazia.

PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI

P.C.I. MARXISTA-LENINISTA

PARTITO DI ALTERNATIVA COMUNISTA

Ma su quale pianeta siamo? E in che anno??
Un contatto di Laura ieri commentava Dobbiamo essere ottimisti e pensare al bene dei figli.
Non fate pero’ che siano solo parole. Provate a parlare con i giovani, cercate di capire il loro mondo, che non e’ piu’ il vostro. A voi non pesa che per colpa della nostra generazione e di quelle piu’ adulte non siamo stati in grado, nemmeno stavolta, di fargli intravedere un futuro?
A me si’.

Annunci

0 pensieri su “Per il bene dei figli

  1. Magariiiiiii !!!!!! Anche se a breve, ci siamo programmati (io ed il mio moroso) un viaggio a San Diego, dove abbiamo degli amici. Ho già visitato diverse volte gli Steitz e mi sarebbe piaciuto viverci, o almeno provarci. Pensarlo è una cosa farlo è un'altra e tu lo sai . Mi hanno sempre trattenuto gli impegni di lavoro, che per fortuna ancora ad oggi regge e varie vicessitudini familiari. Ma soprattutto il mio fidanzato, che a breve sposerò. Quante novità per me, dopo diversi anni di calma!!

    Mi piace

  2. Che Berlusconi sia il male assoluto non ci piove, e che tanti che lo hanno votato prima e ora (Attenzione però: ha dimezzato i suoi voti) siano un pochetto coglioni lo sottoscrivo in pieno.Ma se pensate che questo centrosinistra abbia qualche possibilità o volontà di cambiare le cose un pò coglioni lo siete anche voi.

    Mi piace

  3. Ma basta con dx sx,…. si, avanti ed in dietro. Non si vuole capire che qui siamo tutti fermi al semaforo!!! Non mi spiego che senso abbia oggi continuare a parlare di tutti questi schieramenti!! Io sono, ero , non lo so più di dx e mi sono ritrovata a votare MS5, e allora??? Allora ci vorrebbe chi pensa veramente al bene di questo paese, ma purtroppo non c'è e forse non ci sarà mai!!!! Io non sono una politica faccio tutto un altro lavoro per fortuna, ma se qualcuno dei nostri rappresentanti ha delle idee migliori che le proponga. Non mi sembra che fino ad oggi fra tutti gli eletti, i nostri cari parlamentari, rossi , neri o grigi che abbiano cavalcato in quelle sedie ci sia stato qualcuno più o meno bravo, sennò non ci ritroveremmo nella melma in cui siamo!!! E allora siamo tutti coglioni???? Non penso anche perchè siamo tutte persone che si fanno un c…… grande così dalla mattina alla sera, produciamo reddito, si ma per mantenere i soliti papponi, pure quelli della lega che facevano tanto i bravi e poi si sono comportati come tutti gli altri, e la chiudo qui perchè l'elenco sarebbe lungooooo !!!!! Voglio citare comunque Fini, dato che l'ho votato per anni, poverino anche lui si è ritrovato una casa a Montecarlo, ma era del cognato!!!! Ahhhh allora cambia tutto!!!!! Fino a quando si continuerà così, così continueranno loro a darci dei coglioni!!!. Ho votato MS5 nella sola speranza che riesca a smuovere le acque e a fare nascere nuove consapevolezze. Chiedo scusa a Lucy per il mio dilungamento, non scrivo mai leggo solamente, ma oggi questo argomento mi ha veramente toccato. K.B.

    Mi piace

  4. Insisto sul fatto che non ha senso votare contro, perché le conseguenze del voto durano cinque anni. Anche uno sciopero, che è contro, se dura troppo manda tutto all'aria e fa finire a monte le ragioni dello sciopero stesso.Siamo in una situazione economica terribile, il M5S poteva avere una funzione se non fosse diventato il maggior partito della Camera, poteva esercitare una opposizione costruttiva, ma ora si deve formare un governo e questo deve avere la fiducia per costituirsi e poter fare ciò che serve urgentemente alla nazione. Grillo oggi ha dichiarato che il M5S non appoggerà nessuno e ha definito Bersani “morto che parla”. Al di là del suo modo di esprimersi che deploro ora come precedentemente, mi vengono in mente tre osservazioni:- è meglio per lui rimanere senza governo, quindi non fare nulla in una situazione così drammatica, ed andare a votare con tanti altri costi aggiuntivi fra poco?- come fa ad affermare ciò che dice come portavoce del movimento, quando è stato sbandierato tanto che le decisioni su ogni cosa vengono e verranno prese dal movimento dopo democratica consultazione in rete con tutti i rappresentanti sparsi in Italia? Questa consultazione non è stata fatta.- mi si è detto tante volte che Grillo non è il M5S, i grillini sono un'altra cosa: ora vedremo se è vero.Io non sono e non sono mai stata iscritta o simpatizzante di nessun partito ed ogni volta che voto prendo in considerazione tutte le possibilità, ma onestamente devo dire che questa volta nella coalizione di centrosinistra non c'erano le frange estreme che c'erano ai tempi di Prodi e Vendola si è comportato e si comporta ben diversamente da Bertinotti.Quanto al restare o no nell'euro, non si può fare un referendum su temi così tecnici e specialistici, è necessario essere esperti nel campo per prendere decisioni sensate, altrimenti si vota di pancia e può venir fuori l'assurdo, come potrebbe essere ora. Non sono tanto giovane da non ricordare i primi anni novanta, quando l'Italia era uscita dal serpentone monetario e, sganciata da tutto, ha subito terribili attacchi della speculazione finanziaria: solo entrando nell'euro si è sistemata la faccenda, pur con i problemi dovuti ad un governo che non ha controllato nel passaggio di moneta. Uscendo dall'euro si rischia, dopo un sollievo iniziale, di crollare definitivamente, essendo noi una nazione che non ha risorse finanziarie e di materie prime in proprio.Mila

    Mi piace

  5. Mi dispiace non poter rispondere nel merito di quel che dici, non sto seguendo nulla, la mia e' una settimana un po' complicata e a malapena riesco a rispondere ai commenti. Abbiamo idee diverse, questo e' certo. Pero' quella dell'uscita dall'euro e' una bestialita', nemmeno di pancia, vomitata; e se anche venisse indetto un referendum non e' detto che gli italiani voterebbero a favore. Spero. E comunque non sarebbero solo gli elettori del m5s.

    Mi piace

  6. Sicuramente l'esito delle elezioni deve interrogarci. Come cittadini e come uomini. Siamo un popolo che legge poco, che pensa poco, ma soprattutto che ha poca memoria storica (forse non ce l'ha proprio). Sebbene io non ci capisca molto di politica, in questo periodo storico sono davvero delusa di questa Italia, di questi giovani, come me, che votano Berlusconi. Non li capisco, non capisco cosa ci sta succedendo…oggi, l'Italia è un paese triste, e purtroppo l'unica soluzione è la fuga.

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.