Non sono d’accordo. Non siete voi a dovervi chiedere se il vostro e’ egoismo. Vi conosco solo virtualmente, eppure mi resta davvero difficile trovarmi d’accordo sul termine e definirvi tali. Un figlio non nasce solo perche’ una coppia si ama tanto. Se cosi’ fosse, probabilmente, non ci sarebbe motivo di mettere al mondo un figlio. Ma c’e’ un motivo per mettere al mondo un figlio?
E perche’ gli egoisti dovrebbero essere solo quelli che ricorrono alla fecondazione assistita, o i gay? Non lo sono quelli che fanno un figlio per salvare il matrimonio? Quelli il cui primogenito e’ morto o gravemente malato? Quelli che adottano, quelle che temono la vecchiaia e il nido vuoto, quelli che e’ il volere di Dio, quelli che stiamo insieme da quindici anni, quelli che resto incinta col primo che capita e me lo tengo, quelli che la metto incinta e la lego a me tutta la vita, quelli che hanno l’amante incinta e a volte pure la moglie, quelli che abbiamo un maschio ora vorremmo una femmina, quelli che abbiamo una femmina ora vorrebbero il maschio, e nel frattempo hanno fatto sette figli, quelli che fanno figli e poi non li riconoscono, li abbandonano, li picchiano o ne abusano, quelli che hanno malattie genetiche, malattie mentali, malattie, quelli che sono stati abusati e che nove su dieci abuseranno, quelle che assumono sostanze prima, durante e dopo, quelli che si separano e non se ne curano, quelli che ora vorrei un figlio, quelli che ne hanno tre da tre partner diversi, quelli che non saro’ mai come mia madre e poi fanno peggio, quelli che hanno il desiderio di gravidanza ma non quello di genitorialita’, quelli che intanto facciamo un figlio e poi vediamo, quelli che dove si mangia in due si mangia pure in tre, quelli che senza sono incompleti, quelli che devono testare le proprie capacita’, quelli che finalmente mi sento realizzata, quelli che prima giro il mondo e poi faccio un figlio, insomma…
…il mondo intorno a voi.
Come diceva un mio professore, Bisognerebbe nascere orfani. Le talebane dell’etica (altrui) non perderanno cinque minuti a leggere questo post ne’ questo libro, figuriamoci se mai si soffermeranno a riflettere con questo articolo che

se basta non desiderare un figlio per non farlo, desiderarlo non è una condizione sufficiente per rendere morale la decisione opposta. […] per quali ragioni sarebbe morale farli? Siamo abituati a pensare che sì, certo che è morale — o addirittura siamo abituati a non porci proprio la domanda. Quante persone hanno figli per ragioni sbagliate

E quello che mi colpisce sempre e’ il fatto che tutte noi che siamo passate nel tunnel nero, ci resta addosso un sentimento misto di incredulita’ e colpa per l’essere riuscite, in qualsiasi modo, ad essere madri.
Non c’e’ nessun egoismo, in voi. Andate avanti per la vostra strada, qualunque decidiate debba o possa essere. Vi abbraccio forte.

Annunci