Tutto comincia la scorsa estate, quando durante un pomeriggio trascorso insieme a Cony e sua figlia di 4 anni, laPicci scopre che anche i bambini siedono sul wc. Incuriosita, inizia a dirmi random Pipi’!, ma una volta messa sopra (con riduttore) tutto quello che voleva fare era far finta di usare la carta igienica. L’ho lasciata fare.
A fine agosto, complici le vacanze che ci siamo prese, ho iniziato a toglierle il pannolo in casa. Nessuna delle nuove scuole ci avrebbe seguiti nel training fino al compimento dei due anni, situazione accettata malamente, ma tant’era.
Ci sono state pipi’ sul pavimento, certamente, ma piano piano abbiamo migliorato la mira.
Poi siamo andate a Torino.

Li’ il pannolo e’ stato indossato 24/24. Eravamo sempre in giro, lei era stanca, tra febbre, dentizione e giri impazziti non le ho chiesto anche questo sforzo. E una volta tornate a casa ha iniziato a soffrire il fasciatoio.
Al che mi son detta basta. E’ prontissima. E ho avuto ragione.

C’e’ stato solo un incidente di percorso, dopodiche’ ha fatto tutto lei. Sono solo stata attenta a portarla sulla tazza ogni tot, e dal giorno dopo il suo compleanno gliel’ho tolto anche per uscire. Ha avuto un paio di incidenti grossi al parco, amen. A scuola ha continuato ad indossare il pannolo, otto ore al giorno, finche’ un giorno la maestra mi ha detto che aveva iniziato a farla in bagno anche a scuola. Non son stata li’ a dirle Bella, e’ da meta’ agosto che ci lavoriamo.
E da oggi finalmente e’ diaper free anche a scuola. Grande Picci.

Annunci