Orientarsi in citta’

Vengo da una citta’ in cui le zone sono piu’ o meno sempre organizzate per categorie concettuali. Ad esempio, nel quartiere dove sono cresciuta erano tutti nomi di Papi, o Santi. Le vie dell’Eur hanno nomi di scienziati, quelle del Flaminio di pittori, e se qualcuno mi diceva che abitava in via dei Frassini io sapevo gia’ che era Centocelle. A Miami, ovviamente, non e’ cosi’. Noi siamo poetici, gli americani sono pratici.

La prima parte di un indirizzo spiega se si e’ a nord/est, sud/ovest eccetera, e gia’ si ha un’idea di dove ci si trovi. Flagler Street e’ la strada numero 0 e divide Miami Nord da Sud, mentre le Avenues vanno da Est da Ovest.

La cosa difficile di quando sei in macchina e ti sei perso e cerchi di capire dove andare e’ avere un punto di riferimento assoluto, tipo se non so dove sono come faccio a sapere se devo girare a destra o a sinistra? Ma basta percorrere qualche strada e leggere i cartelli per capire in che direzione si sta andando, se i numeri crescono o decrescono in relazione a nord e sud. Se ci si pensa, ragionare in questi termini e’ infinitamente piu’ semplice che cercare viale Archimede – perche’ se gli scienziati (come i continenti, e i fiumi, ma anche i disegnatori) sono all’Eur, i matematici sono si’ scienziati ma sono ai Parioli.

A volte pero’ le cose si complicano, ad esempio Coral Way nella sua origine ad ovest e’ la SW 26 street, poi diventa 24, 22, ma nel suo termine ad est, in Brickell, e’ improvvisamente 13. Senza contare che le progressioni sono si’ assolute, ma ad esempio dopo 23 street si possono trovare 23 ter, 23 place e poi 24 street. Ma non sempre. Per non parlare delle strade piu’ grandi: se stai seguendo il navigatore puo’ capitare di non svoltare sulla 8 street perche’ ha cominciato a dire US 41 ST Tamiami Trail, colloquialmente chiamata Calle Ocho.
Quindi ricapitolando: sei su una street? Ti stai orientando nord-sud. Cerchi una avenue? Pensa a Miami come quando la guardi nelle immagini e ragiona ovest – est.

map of Miami - detail

Poi vai a Coral Gables e perditi – Almeria, Granada, Le Jeune, Castilla… E’ proprio di ispirazione italiana.

 

Annunci

5 pensieri su “Orientarsi in citta’

  1. Molto pratico, ma anche poco realizzabile. Il territorio deve essere squadrato e pianeggiante e le vie tutte parallele per poterle contare così, e se poi una via cambia forma perché viene allargata, ristretta, una zona viene urbanizzata prima o dopo, i conti saltano, forse è per questo che dalla. 22 si finisce nella 13.
    Qui a Lucca è interessante la numerazione adottata. I numeri civici non sono in sequenza (1,3,5 ecc) ma indicano il kilometraggio (anzi il metraggio) della via. Il 115 si trova a 115 metri dall’inizio della strada e il numero successivo è il 183.

    Mi piace

  2. Io mi son persa anche solo a leggere! Mai vissuto in grandi città. Mai girato molto in generale. Però quando capita io vado, in qualche modo farò! Se sono appuntamenti mi organizzo un po’ prima ma se non ho impegni…via verso nuove avventure! 😀

    E poi, al massimo, arriverò a Roma…che tutte le strade portano là.

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.