Mi permettete di essere un po’ polemica, ve’? No perche’ ne parlai tempo fa con alcune amiche incinte e niente, da allora non sono piu’ riuscita a chiedere loro nulla.

In pratiche molte mamme dicono che detestano sentirsi fare le solite domande, tipo Se dorme/Quanto dorme/Tu dormi?, Se mangia/Quanto mangia, Allatti? Ogni quanto? Insomma, avete capito. E pure durante la gravidanza non sopportano le domande banali Hai nausee? Mangi? Dormi? Continui a lavorare?

Ora.

Sara’ che sono rimasta incinta a quarant’anni e mi sembrava ed e’ stato un miracolo. Sara’ che mi ero appena trasferita dall’altra parte del mondo ed ero sola e parlavo pure coi muri. Sara’ che non ho mai vissuto come un fastidio chi mi toccava la pancia, anzi, ero fierissima del mio pancione tanto atteso. Ma davvero non riesco a capire perche’ tutti sti smarcamenti.

Facciamo che io non ti conosco molto bene, facciamo che ci incrociamo per caso, che sia per strada o su facebook. E mi fa proprio tanto piacere incontrarti, guardo con gli occhi a cuoricino il tuo pancione o il tuo neonato e mi viene voglia di interagire con voi. Ma che altro posso chiederti, scusa? E’ un modo per fare conversazione, per parlare di te e di voi, per sapere molto superficialmente come va, non e’ che davvero voglio farmi i fatti tuoi e indagare quante ore dormite a notte o quante volte ti sei alzata a fare pipi’. A te non dovrebbe cambiare la vita se dai una risposta di circostanza, mentre io andro’ via un po’ piu’ contenta per la mia strada, pensando a quanto e’ stato carino incontrarvi. E se invece dovessero infastidirti gli inutili consigli che molte si sentono in dovere di dare, e’ successo anche a me, beh, basta non dire proprio tutta la verita’, quella la si riserva alle persone piu’ intime.

Non so, io ero cosi’ grata che qualcuno si interessasse alla mia pancia… forse perche’ sono una che fa un sacco di domande stupide tipo quelle e non pensavo potessero essere cosi’ tanto fastidiose. Visto che poi l’alternativa e’ il silenzio.

touch my bump

Annunci