Un amico sta attraversando un momento difficile. Orribile.
Accollo è un uomo protettivo con le persone a cui vuole bene, sa parlare delle sue emozioni e dell’amore appassionato che prova per la sua compagna, la sua principessa. Accollo è un fan sfegatato degli U2, e ha una loro canzone da dedicarti per qualsiasi occasione. Voglio molto bene ad Accollo. Anche se non ci frequentiamo un granchè abbiamo una buona intesa, ci capiamo al volo, e nel passato ci siamo scritti delle lunghe email in cui ci raccontavamo di come l’amore ci ha cambiato la vita all’improvviso. Gli ho sempre detto che apprezzo il suo saper parlare col cuore.

Mi ha inviato un sms meraviglioso, e ho pensato di condividerlo sul blog perché sarebbe bello se nella tragedia si riuscisse sempre a trovare il modo per continuare ad amare senza riserve e guardare al futuro, anche se la morte incombe. E ho pensato che no, non ho avuto questa fortuna con mio padre, sia per il suo carattere introverso, sia perché viveva a duecento km da me, sia perché la bestia schifosa gli aveva portato via la voce già da quattro anni. Ma ho potuto dirgli che gli volevo bene. Domani sarebbe stato il suo compleanno, e allora lo ricordo anche così.

Mamma si aggrava giorno per giorno, è ancora a casa ma per poco, abbiamo deciso che si spegnerà nella clinica dove ha lavorato per 35 anni. In questi giorni drammatici ce la stiamo godendo e vivendo fino all’ultimo per tutte le cose che ci dice, quando ci vedremo ti racconteremo con piacere tutto quello che sta accadendo negli ultimi giorni, tutte le cose che mi ha detto e ci ha detto, tutta questa esperienza drammatica surreale ma “bella”.

Ecco, io piango ogni volta che lo rileggo.

Annunci