Ubi maior minor cessat

Stamattina ho ripreso il lavoro a scuola. Alcune prof non sapevano che il mio è un incarico a tempo, e che al termine andrò via; ma appena saputo che raggiungerò il mio promesso, beh, dire che ho sentito tutto il loro calore e tutto il loro entusiasmo è poco!! E la mitica Matilde ha commentato come ho titolato.
Stare con i ragazzi è stato bello, come sempre. Stancante, ma molto divertente. I preadolescenti mi piacciono tanto, sono indefiniti, confusi, euforici, ostentano sicumera, a volte sono spaventati, arrabbiati, introversi. I piccoli uomini ancora giocano, le piccole donne si truccano e fanno prove generali di seduzione.
Mi mancheranno tanto.Mi mancherà tanto la vita scolastica, la sua metodicità, le sue contraddizioni. Mi mancherà incontrare, in questo piccolo quartiere dormitorio, i ragazzi anno dopo anno, vederli crescere; sorridere tra me e me quando fanno finta di non riconoscermi, sapere che alcuni mi hanno cancellato dal file della memoria, ritrovarne altri in treno per una piacevole chiacchierata in cui mi raccontano le conquiste della crescita. E inevitabilmente,anche se per anni dico loro che possono chiamarmi Lucy e darmi del tu, quando poi ci troviamo in strada è sempre “Buongiorno pr.essoré!

Annunci

0 pensieri su “Ubi maior minor cessat

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.