Vitaccia da emigranti

Impreparata al clima

Comincio ad essere stufa del mio abbigliamento monopezzo. Sono arrivata qui con una valigia megasuperiperzeppa, si’, ma pur sempre solo una valigia, sapendo che il resto sarebbe arrivato col trasloco. Il tipo invece temporeggia da fine 2011, e – per quanto mi avesse detto che il carico avrebbe potuto partire anche sei mesi dopo, non avendo riempito un container da sola – il clima qui e’ decisamente diverso da quanto mi aspettassi e mi ritrovo ad attendere il mio guardaroba speranzosa. L’anno scorso ero venuta in vacanza a febbraio e faceva freddo. Giravo con un giacchino di pelle leggero, di giorno, e cappotto la sera. Scarpe rigorosamente chiuse. Forse avevo beccato l’unica settimana di freddo, non so, ma da meta’ dicembre ad oggi ci sono stati solo 4-5 giorni di vero freddo, e nemmeno consecutivi: non sono affatto attrezzata. Metto ogni giorno le stesse cose, complice anche l’ingrasso, perche’ ovviamente ho preso almeno un paio di chili. Mi sento gonfia come un pallone, e due dei pantaloni che ho mi vanno troppo stretti. Non ho giacche per il motorino ma non mi va di prenderne di nuove perche’ ne arriveranno almeno sei, cosi’ esco in felpa, ma oggi tira un tale vento che fa freddo pure con la giacca di pelle.

Sono andata in cerca di t-shirt (ne ho portate quattro, il resto sono tutte a manica lunga ma quando fa caldo non le sopporto) e di pantaloni. Budget limitato, perche’ il mio massimo piacere e’ spendere poco per l’abbigliamento – anche perche’ sono una che si stufa presto – ma qui le svendite ci sono praticamente ogni fine settimana. Oh, non c’e’ stato verso di riuscire a comprare dei jeans. Ho scoperto con raccapriccio che ho lo stesso dramma che in Italia: sono corti. Possibile che solo Levi’s fa i jeans con taglie per larghezza & lunghezza? Che se c’e’ una cosa che proprio non sopporto e’ sedermi e vedere il bordo della scarpa che spunta, peggio del calzino. Almeno in Italia la moda vuole zeppe e tacchi e i pantaloni sono lunghissimi, che per me vanno bene cosi’ come sono e li metto con le ballerine senza che mi struscino a terra. Ma qui le marche sportive fanno i pantaloni per le donne di un metro e settanta, e addosso a me calzano come quando eravamo paninari. E cosi’, non sono riuscita a spendere soldi nemmeno oggi. Che disdetta.

Annunci

10 pensieri riguardo “Impreparata al clima”

  1. Ma non trovi che abbiano anche la vita larga rispetto ai fianchi? O sono io che mi sono deformata? A me va bene così perché detesto le cose che mi stringono in vita, però devo ricordarmi di mettere sempre la cintura, altrimenti devo tirarmi sui calzoni ogni cinque minuti!

    Mi piace

  2. Mi ricordi tanto me i primi due mesi di Califoggia, con il solo contenuto di uno zaino da tracking…I jeans io li trovo sempre con le lunghezze segnate, prendo sempre S o A, ma di L ne vedo in giro. E' la mia cosa preferita di comprare i jeans qua, perchè in Italia ne taglio sempre via 30 cm… :)Se oggi è il tuo compleanno allora: Auguriiiii!

    Mi piace

  3. Pantaloni corti?? Magari avessi quel problema! Invece io da sempre quando compro un paio di jeans devo fare una capatina dalla sarta per farli accorciare e, spesso, stringere un po' in vita…Non c'è modo per sollecitare il traslocatoree o almeno avere informazioni sulle tempistiche della spedizione? Sei mesi sono un'infinità di tempo!

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.