Coppie affollate

Ecco, lo avevo messo nel meglio della settimana ma lo posto anche qui. Perche’ fossero tutti onesti come lei lasciarsi sarebbe sempre duro, certo, ma piu’ pulito.
Che poi magari pure lei ci ha messo del tempo, eh, mica dico di no.
Pero’ ecco, la sensazione e’ che quando molti uomini, e poche donne, sono contrari al matrimonio, o ai figli, il motivo e’ sempre quello: non vogliono te.
Oggi ho avuto l’ennesima conferma da un vecchio amico che si e’ sempre detto allergico al matrimonio e ha avuto dei bambini con la sua compagna. Mentre lei avrebbe gradito essere portata all’altare, lui ha sempre nicchiato.
Pero’ oggi mi ha annunciato che si sposera’.
Con un’altra, ovviamente.
La compagna non sa ancora nulla. Non e’ ancora ex.
Ovviamente sara’ l’ultima a saperlo, come e’ successo a tutte noi.
Perche’ la verita’ e’ questa: non e’ che non si vogliono sposare in assoluto, ma non vogliono sposare te.

E ci sta, eh, chi dice di no.
Solo che, non so, riflettici. E’ cosi’ difficile?
E’ cosi’ difficile prendersi una cazzo di responsabilita’ nella coppia e dire Guarda, mi dispiace ma io non ce la faccio proprio.
Come il caro estinto che quando mi lascia mi dice Ma io manco volevo sposarmi (tre anni fa).
E dire che mi lasciava per una che si era sposata tre giorni prima.
Tre.
Giorni.
Prima.
Manco Claudia Pandolfi.
E infatti questa, quella del caro estinto, ha lasciato il marito durante il viaggio di nozze.
E lui si e’ un attimo incazzato.
Ovviamente.

Annunci

0 pensieri su “Coppie affollate

  1. ste situazioni sono veramente lontane dal mio modo di vedere le cose. Io sono quella che già si incazza nera per le storie parallele, ricordo quando una mi disse “eh no perchè il mio fidanzato è sposato!” Dio bono ma che contraddizione sarebbe? Chiama le cose col loro nome, STAI CON UOMO SPOSATO! ollalà. Terribile per la tua amica, del resto anche il tuo passato non fa una grinza in quanto ad affollamento. Tu insegni che c'è sempre una seconda possibilità, ma quanto sarebbe bello non doverla cercare sta seconda chance. Che odio sti uomini che non si prendono le responsabilità odio odio odio. UH! Sto facendo anche la faccia brutta tutta contrita mentre scrivo. baci

    Mi piace

  2. 😀 infatti io benedico quel momento li'. Il punto e' che la sua vigliaccheria – e tutto quello che e' accaduto a valanga dopo, perche' mica s'e' fermato li' – non ci ha permesso di dare una degna chiusura alla nostra storia. Tutto qua. Che poi le relazioni finiscano e che uno possa innamorarsi di qualcun altro, succede.

    Mi piace

  3. Penso che non siano solo gli uomini a non volersi prendere delle responsabilità… E penso al ruolo che la donna ha in tutto questo. Sinceramente non credo riuscirei a vivere con un uomo che non mi vuole sposare, così come non potrei vivere a fianco di un uomo che non vuole figli da me. Che senso avrebbe il nostro stare insieme senza impegno? Dove non c'è impegno, non c'è speranza e non c'è Amore. Penso anche che se non esistessero donne disposte ad infilarsi in una coppia, forse gli uomini se ne starebbero buoni buoni nel loro nido… ma forse sottovaluto troppo l'uomo e il suo potere decisionale… non so!

    Mi piace

  4. lo sai bene che questo argomento mi tocca in prima persona…e ancora mi pesa il cesto di lumache che ho portato in testa, altro che corna.Sulla seconda chance ogni tanto faccio una riflessione amara. Trovare qualcun altro dopo un trascorso simile, o essere scelti da qualcun altro che ha un trascorso simile…non si ha la sensazione di essere (o di fare) comunque la scelta di ripiego? Perchè tutto è dipeso dal lui/lei e dal “se non fosse andata come è andata.”

    Mi piace

  5. Beh io sono stata sette anni con uno che diceva di non essere pronto ad avere figli. Al terzo anno – di quei sette – lui mi chiese di sposarci, cosa che avvenne l'anno successivo. Alla fine della nostra storia confesso' che mi aveva proposto il matrimonio cosi' avrei avuto qualcos'altro da pensare anziche' ad avere un figlio.E' questa la mancanza di responsabilita' a cui mi riferisco.Per le donne che si intrufolano ti do' ragione, ma non sarei cosi' assolutista. Cioe', il concetto mi ripugna, ma a volte matrimoni infelici finiscono e nascono coppie belle e durature. Secondo me l'importante e' il rispetto, e a me e' mancato; al mio amico ho detto lo stesso.

    Mi piace

  6. No.Cioe', se parli di buonanima e consorte, o dell'amico e della nuova fiamma, in questo caso si', secondo me ci si sceglie per fuggire da una situazione in cui si sta stretti e che non si sa piu' come affrontare. Ma in assoluto, no, e io lo dimostro, lo sai.In quanto a te, tranquilla che poi il peso delle corna se ne va e ti faranno pure ridere. Restera', secondo me, il bruciore per quello schifo di risposta che lui ti sbatte' in faccia quel giorno, e che la dice lunga sulla persona che era.

    Mi piace

  7. Sì, dalle ceneri può nascere la fenice, va bene. Ma quello che non capisco è perchè non si riesca a chiudere prima di cominciare qualcosa di nuovo. Mi sembra che sia terribilmente comodo tenere il piede in due staffe; così non devi scegliere, del resto. Ma prima o poi il momento di scegliere arriva comunque e allora perchè non farlo prima giusto per mantenere viva una sorta di coerenza morale? In questo penso che gli uomini siano più vigliacchi delle donne.Per quel che riguarda i figli, purtroppo conosco anch'io uomini che ritardano l'arrivo di un bambino CON LA SCUSA del non essere pronto. Ma si tratta di una scusa, non di un motivo. Capisco però che quando si ama/o si crede di amare una persona, si accettano dei compromessi che razionalmente non si sarebbe disposti ad accettare in un'altra situazione.

    Mi piace

  8. Pensavo che storie del genere si potessero vedere solo nei film. Già arrivare fino all'altare per poi dire “no, mi sono sbagliata, non lo voglio più” mi sembra una cosa totalmente assurda e semi-impossible. Arrivare a sposarsi e lasciare il consorte in viaggio di nozze, é davvero una scena da Hollywood. Queste cose da una parte mi fanno sorridere, dall'altra mi preoccupano davvero tanto: vuol dire che c'é gente così stupida, passiva ed opportunista che non riesce a prendere in mano la propria vita e ad essere sincera con il proprio partner. E lo stesso vale per chi porta avanti due relazioni in parallelo. Queste cose mi fanno davvero andare in bestia.

    Mi piace

  9. Beh, il tuo amico è proprio un''esemplare'. Inteso come 'colui che costituisce un modello'. Un modello di una tipologia di uomo che ce ne sono a migliaia, anzi milioni di milioni! E questi tipi qui si 'trovano' proprio, come dici tu, con le relative tipe. E là devono restare, a cuocere nel loro brodo comune.Per motivi diversi, abbiamo avuto la fortuna di liberarcene. E speriamo di non avere esaurito là la dose di fortuna concessa in una vita!!! ;-)Per quanto riguarda l' 'onestà' di cui parli, vorrei specificare una cosa. E' stata una onestà da egoista, ovvero relativa alla mia condotta di vita. perchè ho deciso di essere onesta con me stessa, non certo con lui, il marito 1.0!!!! 😉

    Mi piace

  10. Brava!!E ma certo, pero' lo sei stata anche con lui a dirgli Guarda, mi dispiace ma non me la sento. Come mi ha detto il caro estinto una volta, Come al solito le palle ce le hai tu O_o e tu ce le hai avute, Pattibum.

    Mi piace

  11. Peccato che non facciano 'curriculum'… Purtroppo non è detto che, se le hai avute una volta, le avrai anche una seconda, terza ecc ecc. Anzi, forse, te le sei giocate tutte la prima volta!Comunque… per me funzionano un po' come con i muscoli: se metti alla prova le tue 'palle' almeno un paio di volte alla settimana, si sviluppano!!! 😀

    Mi piace

  12. Che tristi ricordi… A un certo punto, avevo 33 anni, stanca di uomini che non volevano impegnarsi, che tergiversavano, che tradivano ho conosciuto “lui”. Prima ancora di fare l'amore la prima volta gli ho detto: “carte in tavola subito: voglio sposarmi e voglio un figlio, anche non in quest'ordine!” . Son passati quasi 20 anni e siamo ancora qui, sposati da 15 e con una figlia di 16. Perchè anche invertendo i fattori il risultato non DEVE cambiare.

    Mi piace

  13. oddio che brutte storie.. anch'io sono sempre stata convinta che alcuni si nascondano dietro il “non fa per me il matrimonio”.Noi Lucy abbiamoconvissuto per un po'sia prima dell'arrivo di Ciccio sia nei sei mesi successivi, non perchè uno di noi volesse fare poi il caro estinto ma per metterci alla prova. insomma un conto è vedrersi il week un conto è VIVERE insieme..ma noi sapevamo già da anni che saremmo arrivati al matrimonio. prima civile – e io mi sarei anche accontentata solo di quello- poi quanlche anno dopo quello religioso. però anch'io mi gurado in giro e vedo amici conviventi da secoli, con figli che non si sposano o per lo meno uno dei due dice di star bene così.. e a me sta storia puzza sempre di arrosto bruciato.

    Mi piace

  14. Cara, oggi hai toccato un nervo scoperto. Non hai idea di quante volte mi sia ripetuta “non e' che non si vogliono sposare in assoluto, ma non vogliono sposare te”Nei momenti piu' bui, ho letto fino a imparare a memoria il monologo iniziale di “La verita' e' che non gli piaci abbastanza”. Illuminante.

    Mi piace

  15. La vedo come te. A meno che entrambi non la pensino allo stesso modo, ma non vedo davvero che differenza possa fare sposarsi. Quelle frasi paranoiche sul divorzio e gli alimenti poi sono pietose, tanto se hai figli che pensi, che te ne puoi sbattere come ti pare?

    Mi piace

  16. Purtroppo è prassi comune, e credimi non solo tra gli uomini, lasciare quando c'è già qualcuno che aspetta altrove.Non so se sia giusto o sbagliato (sai che io sono per la libertà, se non mi ami, vai, pazienza) però personalmente credo che la sincerità, per quanto faticosa, paghi sempre. Quanto alle doppie vite, ho visto cose che voi umani.. e parlo di me, eh! altro che cesto di lumache, un'alce ero!Tutto ciò meriterebbe un intero blog, comprese le scuse per la doppia vita.E riallacciandomi a quanto scrive sopra Sandra, molte davvero credono di essere fidanzate con uno anche se è già impegnato. Ma dove vivete? Almeno chiamate le cose col loro nome…

    Mi piace

  17. No vabbè io sbrocco. Già sai cosa penso del caro estinto e cosa penso di quelli che se ne fregano dei figli (propri, altrui) e vivono queste storie parallele senza voler vedere che vuol dire quasi in automatico far sì che i figli ne paghino il prezzo.Poi quanto al restare in relazioni finite… per me è “facile” parlare, perchè io in realtà non ho opzioni, se mi rendo conto di non amare mi diventa impossibile continuare, fisicamente. Quando mi è successo stavo per andare a convivere e nell'ordine ho avuto orticarie diffuse, insonnia, inappetenza e attacchi di ansia. Alla fine ho capito cosa stava cercando di dirmi il mio corpo ed ho mollato sia la boccetta di lexotan che il fidanzato. E son stata bene dal giorno dopo. Nei panni del tuo amico sarei ridotta ad un fascio di nervi.

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.