La mia.
Stanotte mi sono resa conto che tra 15 giorni scarsi ricominciano le lezioni. LaPicci dovra’ adattarsi ad una mamma sostitutiva, e la cosa mi mette un’ansia assurda. Non avra’ ancora due mesi. Per una serie di motivi e di incastri, il visto in primis, non ci sono altre soluzioni che questa. Ho il batticuore solo a pensarci.

Un collega di My ci ha consigliato una signora che abita nei nostri paraggi e che ha un home daycare, con pochi bimbini piccoli. A parte che dobbiamo andare a conoscerla e a verificare le condizioni del suo appartamento e le sue capacita’, per quanto possibile, l’aspetto negativo e’ che pare questa non pronunci mezza sillaba in inglese. Cheppalle.
In alternativa c’e’ un daycare, un nido, vicino al mio college. Pros: vicinanza, organizzazione e/o qualifica, telecamere a cui e’ possibile collegarsi da cell per controllare il proprio cucciolo. Cons: non avendo ancora fatto i primi vaccini non so se la prendono; tanti bimbi (una marea, li ho visti giocare nel cortile).
Come al solito la differenza la faranno i soldi.
LaPicci si separera’ dalla sua mamma fino alla fine di aprile, e comunque nei giorni in cui il papa’ e’ off stara’ a casa, ovviamente. Se ci dice bene, se ci dice bene, passera’ al nido o dove sia tre giorni su sette, quattro ore al giorno.
Non lo so se ce la faccio.
Mi diventera’ cosi’?

da qui
Annunci