Ansia da separazione

La mia.
Stanotte mi sono resa conto che tra 15 giorni scarsi ricominciano le lezioni. LaPicci dovra’ adattarsi ad una mamma sostitutiva, e la cosa mi mette un’ansia assurda. Non avra’ ancora due mesi. Per una serie di motivi e di incastri, il visto in primis, non ci sono altre soluzioni che questa. Ho il batticuore solo a pensarci.

Un collega di My ci ha consigliato una signora che abita nei nostri paraggi e che ha un home daycare, con pochi bimbini piccoli. A parte che dobbiamo andare a conoscerla e a verificare le condizioni del suo appartamento e le sue capacita’, per quanto possibile, l’aspetto negativo e’ che pare questa non pronunci mezza sillaba in inglese. Cheppalle.
In alternativa c’e’ un daycare, un nido, vicino al mio college. Pros: vicinanza, organizzazione e/o qualifica, telecamere a cui e’ possibile collegarsi da cell per controllare il proprio cucciolo. Cons: non avendo ancora fatto i primi vaccini non so se la prendono; tanti bimbi (una marea, li ho visti giocare nel cortile).
Come al solito la differenza la faranno i soldi.
LaPicci si separera’ dalla sua mamma fino alla fine di aprile, e comunque nei giorni in cui il papa’ e’ off stara’ a casa, ovviamente. Se ci dice bene, se ci dice bene, passera’ al nido o dove sia tre giorni su sette, quattro ore al giorno.
Non lo so se ce la faccio.
Mi diventera’ cosi’?

da qui
Annunci

0 pensieri su “Ansia da separazione

  1. Non ti diventerà così tranquilla e poi considera che sarà, comunque, più il tempo che passa con te che quello che passerà al nido e mi sembra una gran cosa…poi i bambini hanno uno spirito d'adattamento sorprendente!!! Comunque capisco in pieno le tue ansie e fossi in te starei uguale…sappilo!!! Baciotti

    Mi piace

  2. Capisco perfettamente 🙂 io ho fatto di tutto pur di non affidarli piccolissimi alle cure di chi non conoscevo bene, piuttosto avevo una tata in casa mia che li teneva e si occupava di loro quando io non potevo. Una mia amica si portava la sua piccola a lezione quando studiavamo all'università perché si sa le tate comunque constano 😦 Vi auguro di trovare una soluzione soddisfacente soprattutto per te!

    Mi piace

  3. heheh ma nooo dai andra' tutto bene: sono poche ore al giorno e pochi giorni a settimana… E se facessi baby sitter esclusiva a casa vostra il primo mese e poi nido superfigo al college? Fantastica quessta cosa della telecamera, pure io voglio un nido cosi cool! Forza e coraggio!

    Mi piace

  4. SANDRA ahAH è anche il mio sogno scherzo ovviamente..ho scoperto ke i nido esistono anche qui ma molto lontano e costa la bellezza di 360circa eurucci al mese…ecco perciò non ci va nessuno…il kindergarden invece mi devo sbrigare che dopo non ci saranno posti ad amndarla ma anche li non vi dico quanto costa vanno a quanto percepiscono i genitori e mio marito piangera:-)ma ci sono ancora due anni cina gia al pensiero mi viene l'ansia bacione Van piccolo mal di gola un vento brutto..bacio a pici

    Mi piace

  5. da quello che mi hanno sempre detto tutti, dal pediatra alla maestra d'asilo, l'ansia da separazione ce l'hanno le mamme. I figli stanno bene. Specie cosi' piccoli, si adattano piu' facilmente. Pero' ti capisco, starei come te.(La mia amica ha una figlia di 21 mesi e oggi e' partita per il viaggio di nozze che prima non aveva potuto fare. Staranno via 14 giorni, lei era quasi disperata all'idea di andarsene, il pediatra le ha detto che la figlia semplicemente non se ne accorgera'. Io mi chiedo come sia possibile, forse hanno un senso del tempo diverso dal nostro, come i cani per i quali un giorno o un anno sono la stessa cosa).Dello spagnolo non mi preoccuperei, anzi. L”inglese comunque lo imparera'. E poi probabilmente fare qualcosa per te ti rendera' una mamma migliore (come mi disse una mia amica quando decisi di mandare mia figlia all'asilo e aveva ragione, pero', ripeto, ti capisco).valescrive

    Mi piace

  6. oh my god…come ti capisco…pure io a gennaio tornerò al lavoro e anche se sarà solo per 4 ore e in più sarà mia madre a guardarla,l'idea mi uccide…Nello stesso tempo mi rendo conto che forse, proprio per questo attaccamento esagerato, il distacco è necessario sia per me sia per lei e inoltre è forse meglio prima che dopo…

    Mi piace

  7. Visto che non avete alternativa (parliamo del visto, tienilo a mente ❤ quando sarà dura) ce la farete. E andrà bene. VAglia benissimo le opzioni. Se la mamma del day care a pelle ti piace lasciala a lei, prima osservala, guarda come si comporta con i bimbi e tutto. La lingua è secondaria, la lingua che capiscono i bimbi è il contatto, l'amore con cui li si accudisce, l'attaccamento sincero che si può creare, il resto non conta. E poi una esposizione a una lingua diversa (L3 che sia per voi non conta) è solo una ricchezza 🙂 E se è spagnolo/messicano ecc comunque è assonante, no? 🙂 (sì lo so… 🙂 )In Italia ci sono le tagesmutter (ovviamente la “moda” arriva dal Nord Europa ed è al solito un bel guadagno….) se no ci sono i micronidi. Comunque tu scegli a istinto, non sbaglierai. E se invece ti ricredessi cambia senza remore (soldi ok, ma se è solo fino ad aprile…) Un abbraccio forte, so che sarà dura, ma ce la farete e quell'attaccamento 4ore al giorno mancato lo recupererete nel resto del tempo.

    Mi piace

  8. la lingua non e' un problema, suppongo la signora parli spagnolo, e te l'avevi sempre detto: tre lingue da subito ;-)e poi pensa che le americane “standard” hanno solo 6 settimane di maternita', quindi rispetto a loro ti e' pure andata meglio ;-Dso che non dovrei parlare vista la mia situazione, ma forza e coraggio, 4 ore al giorno per 3 giorni non sono tante, e lei si abitua da subito a stare con altre persone![pero' per favore non chiamarla “mamma sostitutiva” :-/]

    Mi piace

  9. Avrei avuto la stessa ansia, a me è venuta quando sono rientrata al lavoro e mio figlio aveva 9 mesi (e lo lasciavo coi nonni!). Tu pensa che è la via per restare tutti insieme, il tuo istinto farà il resto.Ma indubbiamente sarà la vostra prima grande prova …

    Mi piace

  10. No no, lo spagnolo e' per me!! Valle a dire Deve prendere le goccine ogni 2 ore (che ne so, invento) io mi limito a poche parole…Ti rispondo qui.. per il resto ci siamo abbastanza spaccati la testa su tutto quello che mi hai scritto, solo la aupair non era stata valutata, ma per la fiducia stiamo come la nanny e allora tant'e'. Sono gia' divorziata, da piu' di un anno, ma il motivo dello stare qui e' perche' e' qui la mia famiglia e la bimba deve stare anche col papa'. Abbraccio te, grazie.

    Mi piace

  11. Cercare di scegliere il meglio per i figli non è mai facile… avete già fatto tutte le valutazioni del caso e pensa soprattutto che lo fate per tenere unita la famiglia. Un grandissimo in bocca al lupo!

    Mi piace

  12. Sì, certo che la Picci deve stare con il papà e la famiglia unita!!! Perchè pensi che seguiamo mio marito quando lavora in USA? 🙂 (e non è gratis – e non parlo solo di soldi… -) Intendevo se c'era un qualche modo per guadagnare qualche mese, non stabilmente, ma ti organizzerai 🙂 Io in California quando mi parlano spagnolo rispondo in italiano e alla fine in qualche modo ci si intende 🙂

    Mi piace

  13. Lo sai vero che in ambo i casi piangerà all'inverosimile?e che resterà per tanto tempo nel lettino da sola? Io non voglio davvero mettere il coltello nella piaga ma non ti invidio per tutto l'oro del mondo altroché famiglia unita.e la cavolate che loro non se ne accorgono e che per loro il tempo è come per i cani poi mi sembra davvero il massimo.. Non lo sa nessuno che i più grossi traumi dell'infanzia si possono avere da subito? Bah mi stupisco,per delle cavolate tutte a commentare da nate imparate,mentre per altre nulla. Comunque dovendo scegliere opterei per la nursery con telecamere tutta la vita. (Altroché vaccini,inizierai subito a svezzarla di medicinali da quanto si ammalerà a contatto con altra prole) auguroni

    Mi piace

  14. ma quale bambino non piange quando viene lasciato per la prima volta all'asilo/nido/day care o quel che sia?dovremmo essere tutti traumatizzati :-/purtroppo ci sono situazioni in cui non si puo' fare la stay-at-home mom 😦

    Mi piace

  15. Non ho letto i commenti precedenti -solo l'ultimo- ma ti racconto una storia.C'è questa mia amica che ha appena partorito e lei NON ha voluto allattare e si è presa una signora che va tutti i pomeriggi a casa e lei tutti i pomeriggi esce per staccare.Il bimbo è serenissimo.Secondo me, se ne sente il bisogno, fa bene.La differenza è che tu non ne senti il bisogno, ma la tua una necessità.Tre volte a sett x quattro ore non è così tanto eh!

    Mi piace

  16. Concordo con tutte e due, se bastasse un pochino di pianto per complessare un bambino per la vita qui in USA sarebbero in pochi a salvarsi! Molto peggio, imho, sarebbe trascorrere lunghi periodi di distacco dal papa', che e' quello che succederebbe se Lucy perdesse il suo visto studentesco.Per carita', capisco l'ansia da separazione e ci starei malissimo anch'io, ma cerchiamo di ridimensionare un po'. Per quello che puo' valere prima vivevamo vicino a un daycare che prendeva anche neonati e incontravo giornalmente la classe 6-12 mesi al parco (qui li portano sempre all'aperto ed e' una cosa che apprezzo molto), per cui conoscevo quasi tutte le educatrici per nome. Tutte brave persone, molto materne e pazienti e molto sereni i bambini. Per loro stessa ammissione ogni tanto i bimbi piangono un po' nella culla, ma solo perche' e' impossibile fare altrimenti e, a quanto pare, dopo poco si addormentano (io col mio non ci sono mai riuscita, perche' in effetti a una mamma dieci minuti di pianto sembrano durare ore intere, ma a volte mi chiedo se avremmo potuto risparmiarci 20 mesi insonni stringendo solo un po' piu' i denti…chissa').Si tratta comunque di relativamente poche ore, coraggio! E poi a casa dose extra di coccole!!Io pero' sceglierei qualcuno che parli inglese, per tranquillita' mentale mia (per come sono fatta avrei sempre il dubbio che non ci si sia capiti su qualcosa).

    Mi piace

  17. guarda, la mia bimba sta con la babysitter dai 5 mesi e da settembre è al nido 9 ora al giorno tutti i giorni lavorativi. Ognuno giudica le proprie scelte e so che le mie non piacciono a tutti/e, ma lei è contentisssima, cresce bene e al nido non vede l'ora di andarci. Oltre che mi impara il francese insieme/prima dell'italiano. Quindi tranquilla, la cosa importante è che sia serena tu. un bacioneAnna

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.