Adriana e’ una delle bloggermom che piu’ preferisco. La trovo cosi’ autoironica, e voi lo sapete quanto apprezzi il senso dell’humor in una persona. Ma quello che piu’ mi piace di lei e’ il suo mettersi costantemente in discussione. Non lo fa in modo nevrotico, cosa che invece mi irrita, ma leggendola si capisce che e’ una persona risolta e che si conosce piuttosto bene, e sa di essere una mamma e una donna con i suoi limiti di stanchezza e relazione ma non per questo si condanna. In questo post per esempio dice

Il mio umore è sempre altalenante e spesso creo tensioni sciocche. 

Bon, finita li’. Magari dietro c’e’ un mondo, chi lo sa, ma lei chiude la frase con leggerezza e dolcezza. E’ difficile leggere qualcuna che poi non inizi a spaccare il capello in quattro sul singolo episodio, d’altronde noi donne siamo bravissime a fare questioni per nulla. Oppure in quest’altro post, bellissimo, pieno di emozioni positive,

Son tornata tardi, non succedeva da molto tempo. Mi son rivista ragazzina alle prime uscite quando tornavo tardissimo e aprivo la porta pianissimo per non farmi beccare dai miei e salivo le scale a piedi nudi per non far rumore. Puntualmente mio papà tossiva quando entravo in camera. Anche sabato ha tossito.

L’ho trovata commovente. Non sono sempre d’accordo con tutto quello che Adriana scrive, chiaro, ne’ leggo tutti i suoi post; soprattutto i video non li guardo mai. Ma quello che capisco di lei e’ che e’ una donna sicura di se’ ed estroversa, che non teme di postare le sue foto, i suoi errori, come quando e’ andata a sciare, o le tensioni di mamma che si riversano sui figli. Magari ce li ha, ma non intravedo mai sensi di colpa e combattimenti interiori. E non chiama i figli nani, non e’ stufa di loro, non cerca consensi. Mi trasmette una grande calma.

Pensavo a lei ieri quando in classe si parlava di autostima. In sostanza si diceva che le persone con una buona autostima non temono di parlare in pubblico perche’ hanno una opinione alta non solo di se’, ma anche degli altri, e si aspettano sempre di essere ben accetti alle persone. Non temono critiche, giudizi o ruoli piu’ alti, perche’ sanno ben argomentare le loro posizioni e considerano i punti di vista differenti come un modo per arricchire le proprie conoscenze.
E non si tratta dell’essere zen. Quello e’ altro, e a volte certe persone lo tirano pure troppo per la corda. E’ proprio il fatto che l’auto-disvelamento non ha dietro timori paranoici: ci si mostra per quel che si e’ fiduciosi di essere percepiti allo stesso modo dagli altri.
Poi, certo, non si puo’ piacere a tutti.

Annunci