Quanto e’ che non scrivo? Non lo so nemmeno io. Sono stata assorbita da un nuovo incarico e solo oggi vedo la luce, dopo settimane. Ok, e’ anche arrivata la mia famiglia nel frattempo 🙂 ma a parte tre giorni di ferie ho continuato a lavorare.

Scrivevo sulla pagina fb di essere salita in corsa su un treno imperdibile, e apparentemente ha gia’ portato i suoi primi frutti.

Mesi fa nel mio dipartimento e’ accaduto che una persona e’ stata sorpresa a sottrarre fondi falsificando firme, ed e’ stata licenziata in tronco; dopo di lei anche il suo supervisore. Avevo gia’ raccontato di quanto le regole qui siano ferree, non importa poi tanto chi sia a commettere la frode e quanto sia indispensabile. Il supervisore era il responsabile di risorse umane, e tutto il suo carico di lavoro e’ caduto addosso alla coordinatrice di human resources, che in poco piu’ di due mesi e’ burned out.

E’ stato doloroso vederla in quello stato, credetemi.

Le pratiche dell’ufficio sono quindi passate ad una terza persona, il cui marito e’ stato ricoverato di urgenza una notte per un intervento delicato: lei ha quindi chiesto un medical leave per assisterlo nella riabilitazione.
Il mio dipartimento era senza nessuno che si occupasse di risorse umane.

I boss hanno quindi nominato una task force di urgenza di cui mi hanno chiamata a far parte. Improvvisamente l’ipotesi di saltare il Master e arrivare comunque al mio obiettivo diventa realta’. Che faccio, non lo acchiappo sto treno veloce? Sono salita al volo.

www.miamiherald.com
www.miamiherald.com

Mi hanno fatto pure la battuta Vedi che gia’ tre persone hanno perso il lavoro da questa posizione 🙂

E niente, e’ andata bene. Benissimo, anzi.

Magari non arrivo a HR, forse ora che lo sto guardando un po’ piu’ da vicino non mi interessa nemmeno arrivare a quel ruolo, sta di fatto che il mio capo ha deciso invece non solo di rendere il mio contratto permanente, ma di promuovermi. Per di piu’ mi hanno detto che nei tre giorni in cui sono stata assente lui ha sentito molto la mia mancanza, e al mio rientro mi ha regalato una pashmina bellissima e mi ha detto Non sai quanto mi stai aiutando.

Treno veloce

Gia’, ma lui non sa quanto stia aiutando me. E’ incredibile l’opportunita’ che si riceve in questo paese, se sai lavorare e hai voglia di lavorare e crescere, vieni premiato e anche velocemente.

Presto raccontero’ anche della nostra breve ma bellissima vacanza, abbiamo fatto tante cose e incontrato tante belle persone.
Tra parentesi, il treno veloce nella foto collega Miami ad Orlando e verra’ inaugurato il prossimo anno.

Annunci