© Sonia Lovo

Non credo sia la menopausa incipiente. Credo davvero che la crisi economica abbia comportato anche un sano abbassamento delle temperature dell’aria condizionata nei negozi e nei locali, che qui raggiunge livelli allucinanti. Avevo preparato la mia valigia con grande attenzione a magliettine a maniche lunghe e felpe e invece quello che quotidianamente porto con me in borsa resta lì inutilizzato. Meglio, era davvero insopportabile. Mi copro solo al supermercato tra i banchi frigo.
E così oggi eravamo a pranzo da Boston Market e faceva quasi caldo. Rilassata, mangiando l’insalata più buona del mondo (half portion e il mio piatto era stracolmo) noto sei donne incinta. Hanno distribuito fertilità a pioggia da queste parti?!? Ditemi dove che vado a docciarmi!
E così mi sono ricordata del mio esame di psicologia sociale e della teoria per cui in tempi di crisi si tende a stringere i cordoni per le futilità e a concentrarsi sulla famiglia: le nascite aumentano durante i periodi di recessione economica. Sembra un controsenso ma questo ho imparato, nel lontano 1993.

Annunci