La piccola chef

E insomma mi pare evidente che l’ultimo post era stato programmato con anticipo e poi messo li dopo lo scossone emotivo che mi ha travolta l’altroieri. Non ci metto nemmeno i link, un po’ mi scoccia pure che quel post cosi’ scomposto vada a finire in top ten, ma come dire, il mio blog e’ questo, scrivo di pancia piu’ che di testa, sono fatta cosi’, scrivo di me e di quello che mi accade da quando ho otto anni, non so fare diversamente. Pero’ avevo bisogno di dirvi per bene che sono stata letteralmente travolta da un mare di affetto, sia qui, che su facebook, su whatsapp, tramite sms o mail o blog. Sono sbalordita e vorrei continuare a ringraziarvi uno ad uno come ho gia’ fatto e non mi pare mai abbastanza, alla faccia di chi dice che i social network sono una trappola. Dipende come li usi. E poi per la seconda volta le cose si sono risolte, o almeno smosse, quindi vuol dire che quello che faccio lo faccio perche’ ha un senso, e che se urlo trovo un ascolto, magari non quando parlo, ma se urlo si’, e va bene anche cosi’.

Vabbe’ ma perche’ la piccola chef?
Ieri sera My per la prima volta ha sentito laPicci. E’ pazzesco come lui stia cambiando con la gravidanza, gli si stanno smuovendo delle emozioni incredibili, prima era diverso, ora si commuove spesso e mica solo per bimba. Lui sara’ un padre chioccia, glielo dico sempre, e’ molto piu’ protettivo di me, ma d’altronde lo si sapeva gia’. E cosi’ e’ successo che ieri sera, dopo cena, picci fosse scatenata, gli chiedo Ti va di sentirla?
Mette le sue mani in ascolto e dopo un po’ sente un calcetto. Ma e’ lei??? Mi chiede.

Di solito i colpi sono piccoli, attutiti, d’altronde e’ ancora una carota o poco piu’ e percio’ quando gliela facevo sentire restava un po’ scettico, ma ieri l’ha sentita chiaramente e i suoi occhi si sono illuminati. Lo so che si ricordera’ quel momento come io non scordero’ mai piu’ quel giorno che ero in macchina.
E poi io lo amo perche’ sa dare voce alle sue emozioni senza remore, si apre con me, era riuscito a dirmi di essere un po’ geloso di questo legame speciale tra me e laPicci nella pancia, dal quale lui era ancora tagliato fuori, ma poi il sentirla ieri sera lo ha reso felice. Essere un buon padre e’ anche questo, e lui lo sara’. Io l’ho studiato, lui si ascolta. Sono fiera di lui.
E poi mi si e’ intenerito davanti a questa, ma non e’ meravigliosa?

Mi piace trovare i suoi occhi quando entrambi ci meravigliamo di qualcosa. Mi piace che mi abbraccia di notte e mi accarezza la pancia. Mi piace quando mi prende per mano e mi fa sentire sicura.
Mi dispiace pero’ che lui si senta in parte responsabile per il fatto che a volte mi senta cosi’ drammaticamente sola, che lo sa che io sono qui per lui. Ma gliel’ho detto tante volte, ho fatto una scelta, piu’ o meno sapevo a cosa andavo incontro, sapevo che avrei lasciato gli affetti in Italia, sapevo che per avere delle nuove amicizie ci sarebbe voluto del tempo, anche se lui si preoccupa e cerca di trovare delle soluzioni per me. A volte non capisce perche’ io passi tutto questo tempo al pc, ma per me la rete in questo momento e’ tutto, e sono felice perche’ trovo sempre quello che cerco, o quello di cui ho bisogno.
Domani esame finale e ultimo giorno di motorino. Mi sento sollevata anche per questo. A fine agosto vedremo che soluzione avremo trovato per i miei spostamenti.

Annunci

0 pensieri su “La piccola chef

  1. Che meraviglia questi papa', eh?!!! Anche Mauro da quando la sente e' cambiato, c'e' anche lui, siamo in tre che in qualche modo comunichiamo. Da quando sa che e' femmina, poi, le parla…prima e' come se non sapesse chi c'era li' dentro, ora e' proprio lei… Che bello. Vi abbraccio, tutti e tre!!!

    Mi piace

  2. il primo calcetto sentito dal papa' e' doppiamente sentito anche dalla mamma…e' bellissimo davvero, un momento che rimane li' nella mente e nel cuore 🙂 un abbraccio a voi tre 😉

    Mi piace

  3. Se qualcuno mi vede adesso davanti al pc con il fazzolettino in mano pensa che sia pazza da legare, e invece sono solo commossa! Le persone fisiche latiteranno, ma mi vedo già la picci a pavoneggiarsi della quantità di ziette virtuali che possiede! L'urlo a volte è quello che serve: mi pare comune negli expat dare l'impressione che tutto vada bene alla gente a casa per non farli preoccupare, salvo poi ottenere un pericoloso effetto controlaterale: la gente a casa pensa che tu stia così bene che si possono pure scordare di te! Come ho scritto io oggi su skype a uno che mi chiedeva dettagli sulla presunta vita da film che faccio qui: “Non è che perchè vivo in florida me ne sto tutto il giorno in spiaggia con un cocktail con tanto di ombrellino dentro eh!”

    Mi piace

  4. Invece zia amica ha le lacrime in tasca e ne ha fatte una secchiata a leggere sto post. Sono contenta per tutto ciò che ho letto (non per ultimo del motorino) 😉 Un abbraccio a papi mamy e little. ♥

    Mi piace

  5. siete stra-fortunate!!!…ma TANTO TANTO TANTO…. una fortuna conquistata sicuramente e meritata….ma ve lo dice una che vive ancora nella tempesta….trovare uomini così, che vi amino così…..è più difficile e più meraviglioso che vincere l'enalotto!!! ahahahahp.s.sono nuova…ti “conosco” solo da ieri, ma ho letto parecchio e sento “il bisogno” di rispondere ad un tuo vecchissimo post….non so come funzionano i blog (ignorantissima in materia) e se leggerai….un abbraccio

    Mi piace

  6. Bellissimo 🙂 quando inizia a sentirlo anche lui è fantastico.Capisco anche il punto in cui lui si senta in colpa perchè ti senti sola, anche il mio Lui si sente così e me lo dice spesso 😦 però anch'io penso come te che nella vita si fanno delle scelte e questa è una di quelle talmente importanti che non cambierei per nulla al mondo, non sarebbe la stessa cosa essere da un'altra parte senza di Lui.Un abbraccio 😉

    Mi piace

  7. Salve cara Lucy, nei giorni passati ho letto i tuoi post, ed ho visto che ti sei abbastanza arrabbiata. Hai nuovamente nominato la persona che ti legge ma non commenta, e mi sono chiesta ….. forse potrei essere una delle tante persone, ed oggi mi và di dirti qualcosa. Se sono io e lo puoi capire perchè non vedi da dove ti leggo (non capisco eventualmente per quale motivo) dammi un cenno di riscontro. Ti leggo dalla nostra amata Italia, sono di sesso femminile e ti dico che mi sono appassionata al tuo BLOG, per il modo in cui scrivi e soprattutto per ciò che scrivi. In più mi ha emozionata la tua storia con il tuo My. Come vi siete consciuti, il fatto che hai lasciato la tua terra per seguire l'uomo che ami, come ti sei rimessa in gioco, ed anche come sai affrontare il rapporto con tua “suocera” …. (per questo non ti preoccupare sono tutte uguali) ….. basta ignorarle.Qualcosa di preciso da dirti non ce l'ho, se non che sono molto felice per te e la tua bambina “Leoncina” finalmente ti si è avverato un sogno.Il sentirsi sola è normale paese straniero, solo tu ed il tuo amore, ma la cosa più importante è la tua nuova famiglia.Sappi (come sicuramente saprai) che gli affetti non si dimostrano soltanto con la presenza, ma in tanti altri modi, ed io spero di avertelo dimostrato scrivendoti queste poche righe. Non penso che nuovamente lo farò perchè caratterialmente non sono molto espansiva con gli individui che non conosco di persona, ma con te è diverso perchè leggendoti un pò ti ho imparato a conoscere.Vai avanti così, goditi questa nuova vita, tu il tuo My e la vostra Piccy.Ti auguro tanta felicità. Buona giornata, bye bye – K.B.

    Mi piace

  8. Ciao K e grazie per il tuo bel commento. Quando nei post scrivo di chi legge e non commenta mi riferisco agli amici di carne ed ossa che ho lasciato in Italia, non a quelli virtuali 🙂 Ma devo dire che la sorpresa piu' grande e' stata proprio scoprire l'affetto di persone sconosciute, vi ho sentito davvero molto vicini, e in particolare grazie a te per la fiducia che mi hai dato nell'esserti esposta. Auguro tanta felicita' anche a te, sei davvero cara.

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.