Post scriptum

La giornata non e’ stata delle piu’ facili, piu’ che altro per l’essere arrivata in un ufficio con laPicci per poi scoprire, li’, che avevo dimenticato tutto l’incartamento. Well, (fanc...) can you give me another appointment, please? Che la dice lunga sullo stato della mia mente oggi.
Pensavo sarei scoppiata a piangere come un vitello davanti alla nanny.
E invece.
Avevo il cuore strizzato, si’, e mi sarei fermata li’ ancora un pochino… E la nanny e’ stata carina, quando ho baciato laPicci mi ha guardata e mi ha detto Non ti devi preoccupare, fai conto che la stai lasciando a tua madre.
E per una che ha la mamma a miliardi di chilometri e’ bello sentirlo.
E poi siamo pure riuscite a parlare un pochino, io e il mio spanglitanglish. L’avete mai sentito? No? Una figata. Pero’ ci siamo capite. Avevo la determinazione a mille.
Poi sono andata a lezione. E in macchina mi sembrava che mi mancasse un pezzo.
E certo, il car seat era vuoto (a proposito, quasi non piange piu’!!).
Pero’ poi la sensazione e’ proseguita.
Ed e’ strano ritrovarsi negli stessi posti frequentati da un anno ed essere cosi’ diverse.
Dentro.
Ma pure fuori. Co’ ste occhiaie.
E mamma che acqua.


Pero’ poi e’ tornato il sole.
That’s Miami.
E si’, da oggi faccio parte delle mamme con la testa splittata. In fondo e’ gestibile.

Ah. Grazie a tutti quelli che mi hanno chiesto notizie, oggi. Siete stati proprio tanti. Mi ha fatto fatto tanto tanto piacere 

post scriptum:
Sono andata a riprenderla dopo cinque ore e l’ho trovata mezza addormentata sull’altalena. L’ho presa in braccio ed era bronciona, il primo pensiero e’ stato Ecco, e’ arrabbiata con me. Ma subito mi son detta Diamine Lucy, sei pur sempre una psicologa! Ed e’ stato un attimo: Sara’ stremata di stanchezza. Infatti: aveva dormito poco (ma va’aaaaa?).
Andiamo a casa, Picci mia. Ora mi ti spupazzo per bene e ti riempio di baci.
Appena si sveglia.
E’ crollata.

Annunci

33 pensieri su “Post scriptum

  1. manca un pezzo. e' proprio cosi', a me non mi e' mai passata. voglio dire, sono strafelice del tempo per me, ma e' come se mi mancasse un braccio :)sono contenta che sia andata bene oggi!valescrive

    Mi piace

  2. Il distacco e' duro, più per noi che per loro in realtà, ma è un momento di crescita anche quello. Si lo so parlare di crescita, dopo così poco tempo, fa sorridere, ma è una realtà ed una cosa naturale. Ci vuole un po' ma poi ci si abitua e la distanza spesso non toglie ma da. Un abbraccio

    Mi piace

  3. sai che quando mi chiedono di spiegare la stanchezza da sonno interrotto quasi costante da quando e' nata la Viatrix, utilizzo sempre il paragone col jet lag? dico sempre: immaginate di avere il fuso interno settato su pechino e stare a Ginevra!

    Mi piace

  4. cara Tiziana, io sono una di quelle che “non lavorano” o meglio, si fanno un fondello quadro ma a casa, non ho una professione esterna con salario retribuito ecco. Eppure ti dico che la testa splittata ce l'ho lo stesso, perche' mentre mi occupo dele bimbe, la casa, l amministrazione, le centomila beghe da risolvere costantemente quando vivi expat e tuo marito e' sempre con le chiappe in aereo etc, la spesa da fare e il cibo da cucinare a pranzo per la grande, per la piccola e se riesco pure per me e i quattromila inviti a cena la sera etc vanno avanti comunque, per cui devo riuscire a trovare delle isole di tempo lungo la giornata in cui fare “altro” che occuparmi di loro e il fatto che non ci sia un distacco fisico, una porta di ufficio che mi inghiotta temporaneamente, rende la cosa piu' complessa. Insomma, tutt questo per dirti che studentessa, lavoratrice o casalinga, non cambia nulla: una volta che sono nati, i figli so' piez 'e core e dovunque sei e dovunque vai quando non ce li hai li ti sembra che manchi un pezzo e contemporaneamente sai che hai bisogno di mantenere una tua individualita' per sopravvivere sul lungo periodo :-)io non guido, percio' mi fa sempre strano avere le mani vuote, senza i manici del passeggino :-)dentro.

    Mi piace

  5. wow 2 Commenti da non mamma:- a me il pezzo manca sempre, You know- l'altra sera al mio circolo di scrittura e' arrivata una nonna, sui 70 ma gagliarda, ben tenuta, gliene dai 10 di meno, la conosco bene. Anyway aveva portato il suo manoscritto ma aveva perso le fotocopie per noi, e ha elencato tutte le cose che ha perso ultimamente: tantissime! E dice: ho la mente occupata dai nipoti, ho immaginato che li accudisse, invece no, stanno con lei meno di un'ora al giorno, ma fissi nella mente, neppure splittata, solo i nipoti. Mi ha fatto pena. Dev'essere un casino. Forse un po' come i primi tempi di innamoramento? baci sandra frollins

    Mi piace

  6. Bella la Picci bronciona! Siete una bella coppia, crescerete tutte e due alla grande. Tu resterai sempre con i pensieri appesi e lei ti terrà ogni tanto il muso … e poi vi darete fiumi di baci!

    Mi piace

  7. Posso immaginare che non sia facile come mamma. Ma se può consolarti io sono una di quelle figlie che a pochi mesi dalla nascita era in un asilo nido perché la mamma e il papà dovevano lavorare e i nonni non potevano accudirmi. Quando penso all'asilo nido ho un solo ricordo in mente: il gusto del latte con i biscotti. Nient'altro. E nei confronti di mia mamma ho sempre avuto un amore infinito, ancor di più oggi che capisco i salti mortali che ha dovuto fare per me.

    Mi piace

  8. Non deve essere stato semplice, la sensazione che manchi una parte di te deve essere proprio brutta da provare. Ma tu te la sei cavata egregiamente Tì, sei una mamma veramente speciale complimenti!

    Mi piace

  9. belle, bellissime tutte e due! Non devi preoccuparti di nulla, quando puoi spupazzatela sempre al massimo, quello è l'importante! Benvenuta nel club (meraviglioso) delle teste splittate! un abbraccione

    Mi piace

  10. Hai descritto alla perfezione il distacco…manca un braccio, il destro aggiungerei…Anch'io ho dovuto riprendere qualche lavoretto, per ora alcune giornate che Ceci passa con papa' e un bel bibe di Formula. Difficilissimo spiegarlo al seno che scoppia se salta una poppata!!! Tu come hai risolto?

    Mi piace

Che ne dici?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.