Una parte interessante del corso di psicologia – in mezzo, va detto, a qualche puzzonata – e’ quella che riguarda la consapevolezza di se’, ed in particolare le proprie virtu’. Ognuno di noi possiede delle caratteristiche speciali, ovvio, ma non avevo mai riflettuto sul fatto che ci fossero delle macrocategorie a cui appartengono i comportamenti che mettiamo in atto quotidianamente.
Le sei virtu’ principali sono:

  • saggezza e conoscenza
  • coraggio
  • amore e umanita’
  • giustizia
  • temperanza
  • spiritualita’ e trascendenza
a loro volta suddivise in quelli che Seligman ha definito i punti di forza caratteristici di ciascuno di noi. Essendo punti di forza e non talenti innati, possono essere esercitati e sviluppati.
All’interno di Saggezza e Conoscenza ci sono:
– Curiosita’, definita come la sete di conoscenza e l’apertura al nuovo;
– Amore per l’apprendimento;
– Pensiero critico/giudizio/apertura mentale, che riguarda la capacita’ di esaminare le cose da ogni punto di vista e la disponibilita’ a cambiare l’opinione corrente;
– Creativita’, nel senso di saper usare ingegno, originalita’ e senso comune nel risolvere un problema;
– Intelligenza Emotiva nella conoscenza di se’ e degli altri; 
quote about courage
VIA character blog
– Prospettiva, cioe’ la capacita’ di guardare oltre le informazioni date grazie alla distanza emotiva e all’esperienza di vita. La saggezza in se’ e per se’, insomma.
La virtu’ Coraggio comprende:
– Audacia e valore, ossia la capacita’ di affrontare le situazioni difficili senza timore;
– Perseveranza ed industriosita’, che non riguarda il perfezionismo bensi’ la flessibilita’. Significa saper portare a termine gli impegni presi anche se non piacevoli;
– Onesta’/Integrita’/Genuinita’ rispetto se stessi, rispetto agli altri e rispetto ai propri principi;
Amore e umanita’ include:
– Gentilezza e generosita’, non solo negli aspetti materiali ma anche nella disponibilita’ verso gli altri. Implica la capacita’ di riconoscere il valore negli altri, accompagnato da empatia e compassione;
– Saper amare e accettare di essere amati. La seconda e’ ben piu’ difficile.
Nella virtu’ Giustizia ci sono:
– Cittadinanza attiva/Doveri/Lavoro di gruppo/Lealta’, che riflette le modalita’ in cui ci si relaziona alla societa’, intesa come famiglia, comunita’, citta’, Stato. Riguarda la capacita’ di essere leale, saper lavorare in gruppo, dare il proprio contributo per la causa comune; 
– Imparzialita’ ed equita’, cioe’ il mettere da parte i propri sentimenti a favore di un giudizio il piu’ possibile imparziale e super partes; 
– Leadership, la capacita’ di organizzare le persone, risolvere i conflitti e facilitare l’armonia, motivare le persona a fare le cose fatte bene e dare il buon esempio. Inoltre significa saper prendersi le responsabilita’ non solo dei propri errori, ma anche di quelli del proprio gruppo.
La Temperanza include:
– Autocontrollo, cioe’ la capacita’ di differire bisogni, desideri, impulsi al momento opportuno;
– Cautela e discrezione, come il pensare prima di parlare, o il trattenersi su qualcosa di cui ci si potrebbe pentire in un secondo momento;
– Umilta’ e modestia, senza rivalersi sugli altri o agendo in modo accondiscendente.
La sesta virtu’, Spiritualita’ e Trascendenza, riguarda:
– Apprezzare la bellezza e l’eccellenza in tutti gli aspetti della vita. “Non fermarsi solo ad annusare le rose, ma concedersi il tempo di apprezzarne i colori, le forme, e la loro presenza all’interno del paesaggio”;
– Gratitudine, verso il passato ed il presente, verso gli errori fatti che hanno saputo insegnare delle cose, e verso tutto cio’ che si e’ conquistato;
– Ottimismo e speranza nel futuro, in se stessi e nelle proprie possibilita’ di riuscita;
– Spiritualita’, che non riguarda solo la religione ma anche la propria filosofia di vita, ovvero un forte e coerente sistema di valori riguardante il significato, lo scopo della vita e il proprio ruolo nell’universo;
– Perdono e grazia, saper dare agli altri una seconda possibilita’;
– Umorismo e giocosita’, la capacita’ di saper cogliere i lati assurdi e ridicoli della vita e riderci sopra;
– Entusiasmo/Zest/Passione, godersi la vita e viverla con energia e gioia.
Le virtu’ e le relative capacita’ possono essre misurate, qui il link al questionario in diciotto lingue. Una volta identificati i propri punti di forza, si puo’ lavorare sulle aree meno sviluppate. Il bello della psicologia positiva e’ che ci sono semplici esercizi per qualsiasi cosa, e che sono davvero alla portata di tutti.
E voi? In che area siete piu’ forti?
Annunci