Un anno fa avevo il mio controllo settimanale. All’ora in cui sto scrivendo. Era la trentanovesima settimana e avevo chiesto a bimba di resistere un poco perche’ era di turno la ginecologa che non ci piaceva molto.
Nel pomeriggio un’amica mi invito’ ad uscire. Camminai tanto, avevo bisogno di muovermi e la casa era mezzo metro quadro, non ne potevo piu’. Alle 19 rientrai, cucinai le castagne di cui avevo parlato nel post, e un minestrone per la cena. My sarebbe rientrato tardi e mi avrebbe trovata in preda all’effetto genetico della castagna, come ho gia’ raccontato.
Alle 23 eravamo in macchina, in direzione ospedale, senza dubbi su quello che stava accadendo.
All’ora in cui pubblico questo post, LaPicci veniva al mondo, e mi fa ridere che per quel giorno, ventidue novembre duemiladodici, avevo programmato un post che si chiamava Separazioni. Ma sto divagando.
Non l’ho mai fatta vedere com’era appena nata e tutta acciaccata. Amore di mamma.

E non potro’ mai ringraziare abbastanza mio marito per aver portato il cellulare in sala parto e aver fotografato tutto. Ricordo pochissimo di quei momenti, ero davvero esausta. Soprattutto, dalla mia prospettiva tante cose me le ero perse.
Dodici mesi dopo…

Dodici mesi dopo e’ sempre bellissima, e ci sorprende ogni giorno. Improvvisamente arriva ad aprire un cassetto, o a dire una sillaba nuova, o a capire lo scopo di un giocattolo. Balla, batte le mani, ride ride ride di gusto. E poi e’ papa’ papa’ papa’ papa’ papa’ sempre e comunque. Anche se non sempre e’ papa’. Ha trovato il modo per dirci, a gesti, quando vuole il latte, cammina sorreggendosi ovunque, giochiamo ad acchiapparella. Fa il pianto finto da capriccio quando vuole ottenere qualcosa ed e’ buffissima, e guai a sgarrare sull’orario del pasto. Le piace tutto, mangia tutto, ma deve finire coi cichi cichi.
Siamo felici. Non e’ sempre facile, non sempre le giornate scorrono lisce, le notti sono quasi sempre frammentate, ai weekend e’ ammalata praticamente sempre, ma siamo felici. Tanto.
Auguri piccola cucciola, andiamo a soffiare la tua prima candelina.
Annunci