Chef vieni, c’e’ un italiano in sala“.
“E te de ndo sei?”, dice l’ospite.
“Di Roma”, risponde My.
“Roma Roma?”
“Roma Roma.”
Como me encannnta el Italiano!!”
“Questo n’e’ Italiano, e’ romano”, dice secco alla cameriera. E poi aggiunge, “Ma di Roma, dove?”
“Cassia”
“Io so’ der Casilino ma cio’ du’ b&b in Centro”, specifica il loquace cliente per meglio definire la sua posizione sociale. “Mo’ pero’ uno moo so’ vennuto e uno moo sto pe’ venne, e so’ venuto qua pe’ cerca’ casa ai Caraibbi. Gia’ cio’ aa residenza in Ungheria ma qua me piace de piu'”.

Inizia un lungo monologo sulle sue frequentazioni caraibiche, insistendo soprattutto i dettagli delle grazie locali – non si puo’ proprio dire che abbia preferenza per una unica nazionalita’. E prosegue:
“Ao’, a Roma me stavano a mena’ de tasse. E er 20% de quello, er 10 de quell’artro, er 15 de tu’ sorella, ‘oo sai che c’e’?, io me ne vado!” e mima

@italiani e italiani

“E me dicono, ‘ma che, scappi?’ Scappo?? Maddeche’. Io nun te pagooooo!”

Annunci