Ogni giorno mi capita di ricevere mail da qualcuna di voi perche’ impelagata in una storia d’amore senza via d’uscita; o terminata eppure ancora incredibilmente presente, magari dopo anni, tanto da non riuscire a fare un passo in avanti; o ancora ferma in uno schema relazionale ripetitivo dal quale si pensava di essere uscite ma invece no.

Ecco, oltre a riproporvi il mio lungo, vecchio post sulle mie relazioni di coppia, e il mio primo primo primo post in assoluto, vi suggerisco un paio di letture interessanti.
Perche’ si’, il punto e’ sempre quello: per cambiare la qualita’ della propria vita (emotiva) bisogna cambiare se stessi, entrare in crisi, mettersi in discussione e accettare che ci sia qualcosa di sbagliato nelle proprie modalita’ relazionali.

Il libro piu’ bello e utile in assoluto e’ Attached: the new science of adult attachment and how it can help you find – and keep – love. E’ stato pubblicato in italiano da Tea con un brutto titolo, peccato!, Dimmi come ami e ti diro’ chi sei.  E’ economico, compratelo, mettetevi alla prova col test e rifletteteci sopra.
In aggiunta vi consiglio un antipasto sempre degli stessi autori Levine e Heller e un documento piuttosto chiaro, anche se per addetti ai lavori, di Velotti e Zavattini sulle modalita’ di attaccamento, dai bambini agli adulti.

Perche’ si’, e’ vero che due persone dall’attaccamento ansioso possono tendere a soffocarsi a vicenda, o due evitanti a non incontrarsi mai – banalizzo per sintesi. Ma dovete togliervi dalla testa che esista da qualche parte l’uomo dall’attaccamento sicuro che fa proprio al caso vostro, pronto da incontrare, che vi fara’ crescere come donna e come femmina. Siate invece pronte a considerare i vostri errori all’interno della coppia in cui siete, o in cui siete state, e cercate di rompere quegli schemi relazionali che non funzionano: se cambiate voi, inevitabilmente cambiera’ la persona che vi sta accanto.

E se invece proprio non funziona, osate. O non lo saprete mai.

Annunci