Perche’ i figli delle altre dormono in piedi, con la testa nel piatto, nei carrelli della spesa, nel car seat, nel passeggino, sul divano, per terra? Perche’ i figli delle altre non si svegliano settantaquattro volte a notte? Perche’ i figli delle altre dormono nel lettone faccia a faccia con la mamma? Perche’ ci sono bambini che a 18 mesi hanno zero denti?
Perche’ mio marito e mia figlia si sono messi d’accordo a svegliarmi a turno ogni santa notte? Perche’ lei inizia a mettere i dentini successivi e quindi ad avere gli ennesimi tosse, moccio e febbre, esattamente nelle settimane in cui suo padre ha zero giorni off a lavoro – o uno, o se anche due, che pero’ cadono esattamente nei giorni in cui io sono al College tutto il giorno – e che (il padre, invece io) oltre a farsi un Q come un paiolo  per sei o sette giorni su sette perdipiu’ esce alle 5 del mattino e torna a casa alle 22?
La stanchezza ha effetto valanga, si moltiplica col passare delle ore. E siamo appena alle 13.53 di un giovedi’ passato a casa con laPicci febbricitante. O meglio: se sta a casa non ha febbre; se la porto al nido la riprendo che ha 39. Vai a sapere te.
Vabe’. Avrei voluto scrivere un altro post ma gnaaaffa’.

laPicci due giorni fa al parco. Aveva 39 di febbre, come avrei scoperto poi a casa.

E con questo desidero ufficialmente ringraziare la mia amica Lu, non l’avevo ancora fatto, ingrata me. Come ho scritto nel commento al post di 50 sfumature di mamma, in quei dieci giorni ho capito perfettamente cosa vuol dire essere aiutate. Purtroppo lei capito’ nella precedente tornata di dentini (e quando mai?) con associata assenza paterna, e averla accanto fu fondamentale non solo per il morale, che ne avevo tanto tanto bisogno, ma proprio fisicamente. Grazie amica mia bella. Sono in enorme debito con te – e anche, ancora, economicamente 😀

Annunci